29/10/2015

Cronaca

Oglianico, la Teknoservice salta i passaggi e i cassonetti traboccano di rifiuti maleodoranti

Oglianico

/
CONDIVIDI

C’è qualcosa che non funziona in Alto Canavese nella gestione del servizio della raccolta dei rifiuti. A Oglianico, ad esempio, monta la protesta dei residenti perché in alcune vie i passaggi degli operatori “saltano” di frequente, con il risultato che i cassonetti traboccano di sacchetti che emanano esalazioni maleodoranti. Sgradevoli odori che entrano nelle abitazioni, creando disagio tra i residenti. Ed è da qualche settimana che il disservizio si ripete. Ne sanno qualcosa anche gli abitanti di Salassa, Bosconero e Feletto. Gli utenti hanno segnalato più volte il problema al numero verde dell’azienda e l’assicurazione per tutti è stata che la società avrebbe provveduto a risolvere il problema. Ma a quanto pare, al momento, non è successo nulla. A parte il fatto che se entro 48 ore il passaggio non viene effettuato, il Comune provvede a scalare il costo del mancato servizio, il disagio per i residenti permane.

Leonardo Vacca, sindaco di Oglianico ha già preso nota del problema e ha intenzione di chiedere una volta per tutte spiegazioni alla Teknoservice, l’azienda che ha sostituito l’ex Asa di Castellamonte nella raccolta e smaltimento dei rifiuti urbani. “E’ già da qualche settimana che si verificano episodi legati al mancato passaggio dei mezzi in alcune vie della città, con conseguente disagio della popolazione – spiega il primo cittadino -. Non sono a conoscenza delle ragioni, ma il prossimo 2 novembre in occasione dell’elezione dei nuovi vertici della CCA, avrò occasione di parlare con gli altri miei colleghi e, se la situazione non si risolverà, penseremo a quale iniziativa intraprendere per fare in modo che la regolarità del servizio sia ripristinata in brevissimo tempo”.

La gente è stufa e sostiene che in due anni la situazione, rispetto a due anni fa, quando era l’ex Asa a gestire il servizio, non è migliorata di molto. L’unica differenza è costituita dalle bollette. Che sono più salate rispetto al passato.

Dov'è successo?

20/10/2020 

Cronaca

Piemonte, entrano in vigore nuove restrizioni: centri commerciali chiusi il sabato e la domenica

La firma del decreto è attesa in serata, ma il contenuto è già pubblico da ore […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Cronaca

Coronavirus, Hot-spot per i tamponi: l’Asl T04 indica orari, ubicazione e modalità di accesso

Dopo le polemiche innescate dalle lunghe code che si formano nei quattro punti di accesso per […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: 1.396 contagi in più rispetto a ieri. 154 i ricoverati in ospedale. 6 i decessi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.442 (+ […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

È polemica sugli hotspot scolastici. L’assessore alla Sanità: “Se ci sono code prolungare gli orari”

Lunghissime code, serpentoni di auto che si snodano per chilometri: automobilisti in snervante attesa di poter […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Coronavirus, il sindacato Nursind denuncia: “Mancano infermieri per affrontare l’emergenza”

Il sistema sanitario piemontese è a un passo dal collasso. Le assunzioni avvengono con il contagocce […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Covid, da oggi saranno disponibili i test rapidi anche in Piemonte. L’esito in quindici minuti

I test rapidi per il Covid-19 dovrebbero essere disponibili da oggi, martedì 20 ottobre anche in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy