07/05/2022

Economia

Castellamonte: Cirio visita la Teknoservice. Situazione grave per il costo di metano e gasolio

CONDIVIDI

Giovedì 5 maggio, il presidente della Regione Piemonte Alberto Cirio, accompagnato dai consiglieri Andrea Cane e Claudio Leone, ha visitato lo stabilimento Teknoservice di strada del Ghiaro inferiore a Castellamonte. Un appuntamento, organizzato nell’ambito di un tour tra le attività produttive canavesane, che ha permesso al presidente di scoprire la realtà di uno dei più importanti player italiani privati nel settore dell’igiene urbana. L’occasione ha offerto lo spunto per affrontare il tema ancora aperto dei costi legati all’attività aumentati considerevolmente a causa dell’impennata dei prezzi dei carburanti.

I dirigenti dell’azienda hanno sottolineato la gravità della situazione: circa il 35% dei costi che Teknoservice deve affrontare sono legati alla gestione, manutenzione e utilizzo dei veicoli, e quindi l’incidenza degli aumenti che sia diesel sia metano hanno subito in questi ultimi mesi è notevole. In particolare, i camion alimentati a metano, acquistati in un’ottica di abbattimento delle emissioni inquinanti, sono quelli ora dal più alto costo d’esercizio, visto che il prezzo del carburante alla pompa sfiora quasi i 3 euro al chilo, a fronte di 0,9/1 euro di pochi anni fa. Una notevole maggiorazione che ricade interamente su chi gestisce il servizio di raccolta rifiuti.

Proprio in tema di gestione, è stato toccato il tema della gara d’appalto del CCA, gestita da Scr, il cui iter è fermo ormai da mesi. I rappresentanti sindacali presenti all’incontro hanno sottolineato la preoccupazione delle maestranze, visto che la proroga di un anno, stabilita in attesa del responso della gara, si avvicina alla scadenza. A tale riguardo, il presidente Cirio ha promesso un intervento presso la Società di committenza regionale per far sì che si sblocchi la situazione e si possa arrivare in tempi rapidi all’assegnazione dell’appalto.

Resta il grande lavoro svolto da quando Teknoservice ha ottenuto la gestione nel territorio ex-Asa, che ha visto la qualità del servizio e i numeri della raccolta differenziata crescere costantemente, come riconosciuto anche dal sindaco di Castellamonte Pasquale Mazza che è intervenuto alla riunione con il presidente Cirio. L’obiettivo, nel caso di una riconferma per i prossimi 6 anni, è quello di raggiungere la quota del 65% di differenziata. Un target possibile grazie agli investimenti previsti in nuovi mezzi ed attrezzature.

Al termine dell’incontro è stato sottolineato il grande lavoro svolto da tutti i dipendenti Teknoservice durante i lunghi mesi dell’emergenza Covid, in particolare nel corso della prima ondata, quando con grande spirito di sacrificio le squadre di raccolta hanno assicurato sempre la continuità del servizio, anche e soprattutto nei confronti di utenti malati o in isolamento domiciliare.

05/02/2023 

Sanità

Asl T04: siglato l’accordo tra azienda e sindacati sull’orario di lavoro degli operatori socio sanitari

Asl T04: siglato l’accordo tra azienda e sindacati sull’orario di lavoro degli operatori socio sanitari Nella […]

leggi tutto...

05/02/2023 

Cronaca

“Aspetti un bambino? Non sei sola”: la campagna di comunicazione di “Vita Nascente”

“Aspetti un bambino? Non sei sola”: la campagna di comunicazione di “Vita Nascente” “Aspetti un bambino? […]

leggi tutto...

05/02/2023 

Cronaca

Elettrificazione Rivarolo Pont. Pezzetto, presidente della 5T: “Puntiamo sulla metropolitana leggera”

Elettrificazione Rivarolo Pont. Pezzetto, presidente della 5T: “Puntiamo sulla metropolitana leggera” “Con soddisfazione ho appreso che […]

leggi tutto...

05/02/2023 

Cronaca

E’ emergenza acqua in Canavese. La Coldiretti: “I bacini idroelettrici devono soccorrere l’agricoltura”

E’ emergenza acqua in Canavese. La Coldiretti: “I bacini idroelettrici devono soccorrere l’agricoltura” Il cambiamento climatico […]

leggi tutto...

04/02/2023 

Cronaca

L’Ordine dei Giornalisti compie 60 anni. Il presidente Tallia: “Senza riforme la libertà di stampa è un’utopia”

Il 3 febbraio 1963 nasceva l’Ordine dei Giornalisti. 60 anni dopo un incontro dal titolo “Il […]

leggi tutto...

04/02/2023 

Cronaca

Piemonte e Valle d’Aosta, guidavano ubriachi e drogati. In un mese la Polstrada ne ha beccati 163

Piemonte e Valle d’Aosta, guidavano ubriachi e drogati. In un mese la Polstrada ne ha “beccati” […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy