30/11/2021

Cronaca

Il calcio piemontese e canavesano in lutto per la morte di Stefano Borla, preparatore dei portieri

CONDIVIDI

È deceduto dopo tre giorni di agonia in ospedale Stefano Borla, 50 anni, responsabile della scuola calcio e dei portieri del Chisola. L’uomo era stato investito da un’auto nel pomeriggio di venerdì 26 novembre lungo la strada che conduce ai campi della società sportiva di Vinovo. Stefano Borla si trovava in sella alla sua bicicletta e stava percorrendo il tratto stradale di via Debouché. Alla guida dell’auto che l’ha travolto si trovava un automobilista quarantenne di La Loggia. Ai soccorritori le condizioni di Stefano Borla sono apparse subito gravi.

Ricoverato nel reparto di Rianimazione del Cto di Torino ha combattuto per tre giorni ma alla fine il suo cuore ha ceduto. Stefano Borla ha dedicato gran parte della sua vita al calcio nel ruolo di portiere e dal settore giovanile del Torino aveva giocato per parecchi anni ai massimi livelli del calcio dilettantistico. Nel 1999 la svolta: Borla decide di intraprendere la carriera da allenatore prima e di preparatore dei portieri dopo. Stefano Borla aveva lavorato per il settore giovanile della Juventus, dell’Ivrea, dell’Alessandria, del Chieri e infine del Chisola a Vinovo. Lascia la moglie e una figlia di dieci anni.

Il mondo del calcio piemontese e canavesano è in lutto. Poche ore dopo la morte di Stefano Borla, il Torino Calcio ha pubblicato sul suo sito web un comunicato di affettuosa vicinanza e solidarietà alla famiglia dell’ex preparatore: “Il presidente Urbano Cairo e il Torino Football Club – dirigenti, dipendenti, collaboratori, allenatori, calciatori, Settore giovanile -, profondamente addolorati, sono vicini con tutto il loro affetto alla famiglia Borla per la tragica scomparsa di Stefano Borla, ex calciatore nel Settore giovanile e più recentemente preparatore dei portieri degli Under 17 granata.

Stefano aveva un sorriso contagioso e una irrefrenabile passione per il pallone: il calcio era la sua vita, non un lavoro per vivere. Grazie alle molteplici esperienze era assai conosciuto sia nel mondo professionistico sia in quello dilettantistico, era una bella persona perciò aveva moltissimi amici. Mancherà a tanti.

Alla signora Laura, alla figlia Beatrice, ai loro cari e a tutti i parenti l’abbraccio del mondo granata”.

25/01/2022 

Cronaca

Incidente mortale sul lavoro a Busano: la procura di Ivrea apre un fascicolo per omicidio colposo

Sull’incidente sul lavoro nel quale ha perso la vita l’operaio rivolese di 58 Vincenzo Pignone, la […]

leggi tutto...

25/01/2022 

Sanità

“Il Covid ha aumentato i disturbi psicologici”. E Daniele Valle (Pd) propone lo Psicologo di Base

La pandemia da Covid-19 ha aumentato in modo esponenziale i disturbi di natura psicologica, con conseguente […]

leggi tutto...

24/01/2022 

Economia

Settimo: salvi i dipendenti Olisistem. Licenziamenti revocati e prorogati i contratti in affitto

Una buona notizia per i lavoratori della Numero Blu Torino, ex Olisistem, di Settimo Torinese. L’incontro […]

leggi tutto...

24/01/2022 

Covid in Piemonte: il virus rallenta la corsa. oggi 7.526 nuovi contagi. Sono 19 i pazienti deceduti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, di oggi, lunedì 24 gennaio, l’Unità […]

leggi tutto...

24/01/2022 

Economia

Il neoassessore metropolitano Cambursano: “Con il Pnnr via allo lo sviluppo del Canavese”

Declinare lo sviluppo economico attraverso le risorse del PNRR per far ripartire tutti i territori della […]

leggi tutto...

24/01/2022 

Cronaca

Energia: arrivati 85 milioni per migliorare quasi 2.000 alloggi popolari in tutto il Piemonte

  Sono in arrivo in Piemonte 85,4 milioni di euro per l’efficientamento energetico di 1.914 alloggi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy