18/10/2016

Cronaca

Azeglio: morì per un’infezione non diagnosticata. Indagati quattro medici dell’ospedale di Ivrea

Azeglio

/
CONDIVIDI

Sono quattro i medici indagati dalla procura della Repubblica di Ivrea con l’accusa di omicidio colposo in relazione al decesso di una paziente che avvenne nel 2015 al pronto soccorso dell’ospedale di Ivrea. I medici indagati sono Sergio Spatafora, Andrea Boschetti, Giuseooina Girino e Giuseppe Caruso.

Secondo la testi sostenuta dalla pubblica accusa non diagnosticarono per tempo una infezione che causò la morte di Daniela Golfrè Andreasi, 57 anni, maestra all’asilo di Azeglio. La donna, il 26 febbraio 2015 si presentò in pronto soccorso accusando forti dolori alla schiena. Dopo gli esami clinici di rito la donna fu dimessa con la diagnosi di lombo-sciatalgia. La donna venne dimessa dai sanitari il giorno stesso.

E’ il giorno successivo, ovvero il 27 febbraio che le condizioni di salute della donna si aggravarono, tanto che la famiglia decise di chiamare il 118 che la trasportò nuovamente in pronto soccorso, ma ormai la situazione era così critica che il decesso della donna sopraggiunse il giorno seguente. Le indagini presero l’avvio dopo la denuncia della famiglia.

Al termine degli accertamenti il pubblico ministro chiese al giudice l’archiviazione del caso, ma il Gip del tribunale di Ivrea Stefania Cugge, ha accolto l’opposizione dei famigliari della paziente e ha disposto un’ulteriore medizia medico-legale che avrà luogo il prossimo lunedì e che potrebbe rivelarsi decisiva.

Dov'è successo?

20/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid: presto i vaccini anti saranno somministrati in farmacia. Ecco l’accordo

La Regione Piemonte ha siglato l’accordo con Federfarma e Assofarm per il coinvolgimento delle farmacie, che […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Emergenza Covid: oggi in Piemonte 716 nuovi casi positivi e 34 decessi. In lieve aumento i ricoveri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI Alle ore 17,00 di oggi, martedì 19 gennaio, l’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Sanità

Vaccini, Pfizer ritarda le consegne. Il presidente del Piemonte Cirio: “La campagna va avanti”

“Il ritardo nelle consegne di Pfizer non ci ha fermati e non incide in alcun modo […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Cronaca

Montagna, l’Uncem: “Il Governo consenta di praticare l’attività amatoriale sulla neve”

“La possibilità di raggiungere le ‘seconde case’, tutte le abitazioni, anche fuori dalla propria regione, è […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Lavoro

Lavoro, la Cassazione: “Non è licenziabile chi aderisce all’accordo sul demansionamento”

Chi aderisce all’accordo sindacale sul demansionamento nell’ambito di una procedura di mobilità, non può essere licenziato: […]

leggi tutto...

19/01/2021 

Sanità

Emergenza Covid in Piemonte: scoperto a Torino il primo caso della temuta “variante inglese”

Primo caso in Piemonte della cosiddetta “variante inglese” del Covid-19: è stato riscontrato in una ragazza […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy