28/09/2015

Politica

Valperga, La Smat riattiverà nel 2016 la vasca idrica rimasta incompleta

Valperga

/
CONDIVIDI

La grande vasca realizzata nei pressi del castello di Valperga dall’ex società consortile Asa, è da tempo tema di accese discussioni tra maggioranza e opposizione che, sull’argomento, questa sera, nel corso della seduta del consiglio comunale, presenterà un’interrogazione per sapere quale sarà il destino dell’impianto, collegato alla rete idrica e non completato a causa delle note vicende che riguardano l’Asa.

La gestione, dopo il fallimento dell’Asa è passata adesso alla Smat, la società che si occupa della potabilizzazione e della distribuzione dell’acqua nella maggior parte dei Comuni della ex provincia torinese. Nei giorni scorsi il sindaco Gabriele Francisca ha incontrato la dirigenza della Smat. Lo scopo era quello di capire che cosa intendeva fare la società di quell’enorme contenitore che, da anni, è in preda all’abbandono più totale.

Accantonato il progetto del nuovo depuratore da tre milioni di euro (un investimento che la società torinese ha deciso di rinviare a data da destinarsi), una cosa è certa spiega il primo cittadino: la società si è impegnata a riattivare l’enorme contenitore che diverrà, entro il primo trimestre del 2016 un serbatoio di riserva per l’approvvigionamenti idrico del paese. In sostanza, la grande vasca servirà a rifornire la collettività di acqua potabile nei momenti di magra e di siccità.

Un intervento che il sindaco Gabriele Francisca giudica positivo e decisivo: in tempi di vacche magre, in sostanza, è necessario accontentarsi. La cosa più importante, a giudizio del primo cittadino, è che l’impianto possa entrare in funzione e che non continui ad essere una delle tante cattedrali del deserto inutili e costose dato che è a pagarlo sono stati i contribuenti.

Dov'è successo?

21/10/2020 

Cronaca

Trasporti pubblici in sciopero: venerdì “caldo” per studenti e pendolari. Disagi anche nella Sanità

Venerdì 23 ottobre le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, O.S. Ugl Autoferrotranvieri e dalla Rsu del personale […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Chivasso, il sindaco Castello preoccupato per i contagi: “La città non deve diventare zona rossa”

Chivasso non deve diventare “zona rossa” a causa dell’incrementi di nuovi casi positivi al Coronavirus: è […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

La città Metropolitana: “Il Ponte Preti si farà. Fondi per 19,5 milioni. Prosegue la progettazione”

Non è in discussione la realizzazione di una nuova struttura che sostituisca il Ponte Preti, sulla […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Borgaro: aveva l’obbligo di firma ma continuava a fare l’usuraio. 32enne arrestato dai carabinieri

I carabinieri hanno arrestano un italiano di 32 anni, per estorsione e usura. L’uomo fermato è […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Cronaca

Piemonte, entrano in vigore nuove restrizioni: centri commerciali chiusi il sabato e la domenica

La firma del decreto è attesa in serata, ma il contenuto è già pubblico da ore […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: 1.396 contagi in più rispetto a ieri. 154 i ricoverati in ospedale. 6 i decessi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.442 (+ […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy