28/08/2015

Cronaca

Serrù, una frana minaccia la strada provinciale. In 15 giorni ultimati i lavori

Ceresole Reale

/
CONDIVIDI

Tutta colpa delle recenti piogge che hanno scavato il terreno e messo in pericolo la stabilità del tornante della strada che porta al lago Serrù sulla via del Colle del Nivolet. Sta di fatto che di fronte all’alternativa di chiudere la provinciale numero 50, la Città Metropolitana è intervenuta rapidamente per evitare disagi alle migliaia turisti che in questo periodo si recano quotidianamente a visitare il Parco del Gran Paradiso.

Il violento e devastante temporale che il 9 agosto scorso si era abbattuto sulla Valle, aveva provocato anche la piena del rio Basei che scorre proprio al di sotto della strada, proprio nei pressi dell’ultimo tornante, poco prima della diga del Serrù a pochi chilometri di distanza dal centro abitato di Ceresole Reale.

Per evitare un’improvvisa frana a causa dall’erosione del terreno provocata dall’acqua, la Città Metropolitana è corsa ai ripari per stabilizzare l’alveo del rio con la realizzazione di una sorta di argine in pietra che servirà anche a sostenere la scarpata sulla quale poggia il tornante.

Questa è la concreta dimostrazione che quando si vuole è possibile realizzare con urgenza i lavori di stabilizzazione dei terreni compromessi e soggetti a frane. Il costo complessivo dei lavori, eseguiti dalla ditta Cevig di Rivara in poco più di due settimane, supera di poco i 48 mila euro.

Il vicesindaco della Città Metropolitana Alberto Avetta, ex assessore provinciale alla Viabilità, sottolinea come la strada provinciale che conduce al suggestivo Colle del Nivolet, rivesta una grande ed esclusiva importanza dal punto di vista paesaggistico e turistico.

Dov'è successo?

11/04/2021 

Sanità

Emergenza Covid in Piemonte: oggi, domenica 11 aprile, 1.372 nuovi casi e 13 decessi. 1.660 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle ore 16,00 di oggi, domenica 11 aprile, l’Unità di […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Rivarolo, il sindaco Rostagno: “Il padre non aveva più fatto seguire dal Ciss 38 il figlio disabile”

È visibilmente provato il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno. Questa mattina, alle 7,00, si è recato […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Omicidio a Rivarolo: procura e carabinieri indagano a tutto campo. La città sconvolta, si interroga

Nella mattina uggiosa di oggi, domenica 11 aprile, Rivarolo si è svegliata nella morsa di un […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Sanità

Emergenza Coronavirus: due nuovi centri vaccinali anti-Covid a Volpiano e San Benigno Canavese

Sabato 10 aprile a Volpiano sono entrati in funzione due centri vaccinali locali, nella sala polivalente […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Notte di sangue a Rivarolo: uccide la moglie, il figlio disabile e i padroni di casa. Poi tenta il suicidio

  Notte di sangue a Rivarolo: un pensionato di 83 anni ha ucciso il figlio disabile, […]

leggi tutto...

10/04/2021 

Sanità

Emergenza Covid in Piemonte: oggi 1.267 nuovi casi positivi e 22 decessi. In calo i ricoveri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, sabato 10 aprile, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy