25/11/2023

Cronaca

Scoppia la polemica a Brosso per le coincidenze mancate e i bus affollati. E scoppia rovente la polemica

Brosso

/
CONDIVIDI

Scoppia la polemica a Brosso per le coincidenze mancate e i bus affollati. E scoppia rovente la polemica

Gli studenti di Brosso, che frequentano le scuole superiori di Ivrea, sono stanchi di subire i disservizi del servizio di trasporto pubblico in pullman. Ogni mattina devono affrontare una vera e propria odissea per raggiungere la città delle Rosse Torri, tra coincidenze mancate, bus sovraffollati e ritardi continui. Una situazione che crea disagi non solo agli alunni, ma anche alle loro famiglie, costrette a intervenire per garantire il diritto allo studio dei propri figli.

Il problema riguarda una decina di studenti che salgono sul bus a Brosso alle 7,00 e devono cambiare mezzo a Lessolo per proseguire verso Ivrea. Spesso, però, il secondo autobus parte prima dell’arrivo del primo, lasciando i ragazzi appiedati. In questi casi, l’unica soluzione è chiamare i parenti per farsi venire a prendere in auto e arrivare a scuola il più presto possibile. Altre volte, invece, i ragazzi riescono a salire sul bus, ma devono viaggiare in piedi, stretti tra gli altri passeggeri.

Mercoledì scorso, addirittura, l’autista del pullman partito da Traversella ha chiesto agli studenti di Brosso di scendere ad Alice perché il mezzo era troppo affollato. Solo l’intervento di un genitore ha permesso loro di raggiungere Ivrea.

Di fronte a questa situazione, alcuni genitori hanno deciso di organizzarsi autonomamente e di portare i propri figli in auto fino a Vico-Valchiusa, dove c’è un altro pullman diretto a Ivrea, con fermate a Rueglio e Alice. Questo è l’unico modo per assicurarsi di arrivare in città in tempo per l’inizio delle lezioni. Ma non tutti possono permetterselo e molti studenti continuano a subire le inefficienze del servizio di trasporto.

Per questo chiedono alle autorità competenti di intervenire per garantire un’offerta adeguata alle esigenze degli utenti e rispettosa del diritto allo studio.

12/04/2024 

Cronaca

La strada provinciale 64 è più sicura in Valchiusella con la rotatoria di Vistrorio e la scogliera di Val di Chy

Accolto dai sindaci Domenico Ravetto Enri e Michele Gedda, il vicesindaco metropolitano con delega ai lavori […]

leggi tutto...

12/04/2024 

Cronaca

Drammatico scontro fra tre auto a Montanaro: un uomo di 48 anni è grave all’ospedale Cto

Un grave incidente stradale ha avuto luogo nella serata di giovedì 11 aprile 2024, quando tre […]

leggi tutto...

12/04/2024 

Cronaca

Villareggia: auto travolse due operai che lavoravano nel cantiere stradale: in sei alla sbarra a Ivrea

A più di cinque anni di distanza dal tragico incidente che ha strappato la vita a […]

leggi tutto...

12/04/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: domani, sabato 13 aprile, torna la Primavera con il sole e una vera ondata di caldo

Queste le previsioni del tempo per domani sabato 13 aprile, elaborate dal centrometeoitaliano.it: AL NORD Al […]

leggi tutto...

11/04/2024 

Cronaca

Nole, automobile prende improvvisamente fuoco mentre è in marcia. Salva la donna al volante

Una donna di 67 anni ha vissuto momenti di grande spavento quando la sua automobile ha […]

leggi tutto...

11/04/2024 

Cronaca

Dalla Regione oltre 500 mila euro per la difesa del suolo di Ribordone, Traversella e Ronco

Ultima tranche di finanziamenti della Regione per questa legislatura in favore dei Comuni montani colpiti da […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy