15/02/2023

Cultura

Rivarolo: una serata in ricordo di Sara Cornelio, scomparsa a 23 anni, a causa della fibrosi cistica

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

Rivarolo: una serata in ricordo di Sara Cornelio, scomparsa a 23 anni, a causa della fibrosi cistica

Sabato 25 febbraio 2023, alle ore 20.30 presso la sala “Lux-Beppe Bertinetti” in via Trieste 43 a Rivarolo Canavese, “Ricordando Sara”: un appuntamento in memoria di Sara Cornelio, scomparsa un anno fa a soli 23 anni, dopo aver convissuto sin da bambina con la fibrosi cistica. Video e letture tratte dai suoi libri, si alterneranno a testimonianze e riflessioni dedicate all’importanza della ricerca scientifica e della donazione degli organi.
Su proposta della famiglia di Sara, l’iniziativa è promossa dall’Assessorato alla Cultura della Città di Rivarolo Canavese e dalla Biblioteca comunale “Domenico Besso Marcheis”

CHI ERA SARA CORNELIO

Nata a Ivrea nel 1998, Sara Cornelio viveva a Pavone Canavese. All’età di due anni la diagnosi di fibrosi cistica, malattia genetica che ha effetti particolarmente gravi su più apparati, in particolare su quello respiratorio. Affrontando la sofferenza e lunghi periodi di ricovero, Sara si è sempre impegnata a vivere il più intensamente possibile. Dopo il diploma al Liceo “Gramsci” di Ivrea, si è laureata presso il DAMS dell’Università di Torino e attraverso la scrittura, la musica e l’arte ha concretizzato il suo proposito di “diffondere speranza e luce nel mondo”.
Nel 2014 ha aperto un blog personale, e nel 2019 in “Un dono mi ha salvata” ha ripercorso l’esperienza del trapianto ricevuto tre anni prima: “sono rinata grazie a un Dono: due polmoni meravigliosi che mi hanno permesso di ricominciare a vivere”. Sempre presso le edizioni Pintore, nel 2020 ha pubblicato il romanzo “La parte migliore di te” e curato testi e illustrazioni del libro per bambini “Qualcosa di meraviglioso”, dedicato al tema della donazione.
Ha scritto e registrato alcune canzoni e ha condiviso con il regista Samuele Carcagnolo la scrittura dello spettacolo Rette parallele, con riflessioni sul rapporto con la malattia da parte anche di altri testimoni. Lo spettacolo è stato presentato al Teatro Giacosa di Ivrea ad aprile 2022.

TESTIMONIANZE E INTERVENTI A RIVAROLO CANAVESE

Nella serata rivarolese, dopo i saluti istituzionali del sindaco Alberto Rostagno, con la conduzione di Alessia Cuffia si susseguiranno video delle canzoni e dei messaggi che Sara condivideva in rete, poesie e riflessioni tratte dalle sue opere, insieme alle testimonianze della madre Irene Mellano e del fidanzato Andrea Truglio, dell’amica Miriam Colombo, che continua a combattere la sua battaglia contro la fibrosi cistica.

Tra coloro che hanno condiviso alcune fasi del percorso di Sara, interverranno il dottor Ferdinando Garetto, responsabile medico dell’Hospice Cottolengo di Chieri e il dottor Raffaele Potenza, medico del Coordinamento Regionale delle Donazioni e dei Prelievi di organi e tessuti di Piemonte e Valle d’Aosta. Per la Lega Italiana Fibrosi Cistica – Piemonte ODV interverrà la presidente avv. Barbara Allasia e per Aido Ivrea la presidente Paola Rabione, che nelle attività di sensibilizzazione alla donazione nelle scuole trae spunto proprio dalle opere di Sara.

Gabriella Morelli illustrerà l’attività della delegazione di Rivarolo della Fondazione per la Ricerca sulla Fibrosi Cistica Onlus, presente sul territorio da oltre dieci anni con le periodiche campagne di raccolta fondi.

Patrizia Rosboch, presidente di Inner Wheel Cuorgnè e Canavese, evidenzierà l’adesione del sodalizio per la campagna di sensibilizzazione ispirata dal messaggio di Sara.
“Abbiamo subito aderito alla proposta della famiglia di Sara Cornelio, confidando che questo primo appuntamento sia l’inizio di un percorso da sviluppare anche presso le scuole cittadine- precisa l’Assessore alla Cultura Costanza Conta Canova -per condividere i temi fondamentali della donazione e dell’importanza della ricerca scientifica, ma soprattutto per divulgare il messaggio di Sara che non si è mai arresa di fronte alla malattia e con ogni mezzo espressivo ha sempre tentato di rovesciare la prospettiva dell’impossibile”.
Per informazioni: Biblioteca comunale “Domenico Besso Marcheis” – 0124-26377 – biblioteca@rivarolocanavese.it

15/06/2024 

Sport

Chivasso: la corsa podistica “Stramandriamo” inaugura una domenica dedicata allo Sport

Chivasso: la corsa podistica “Stramandriamo” inaugura una domenica dedicata allo Sport Domenica all’insegna dello sport a […]

leggi tutto...

15/06/2024 

Sport

Pista: straordinario bottino di medaglie ai piemontesi S35+. Trionfa l’Avis Atletica Canavesana

Pista: straordinario bottino di medaglie ai piemontesi S35+. Trionfa l’Avis Atletica Canavesana Un’ondata di trionfi ha […]

leggi tutto...

15/06/2024 

Cronaca

Favria: ladro solitario deruba di notte due negozi nel centro storico. Indagano i carabinieri

Favria: ladro solitario deruba di notte due negozi nel centro storico. Indagano i carabinieri Due furti […]

leggi tutto...

15/06/2024 

Cronaca

Montanaro: una sconosciuta abbraccia un’anziana al cimitero e la deruba della collana

Montanaro: una sconosciuta abbraccia un’anziana al cimitero e la deruba della collana Una donna anziana è […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cultura

Ceresole Reale: ai nastri di partenza una stagione estiva ricca di eventi al suggestivo “Palamila”

Ceresole Reale: ai nastri di partenza una stagione estiva ricca di eventi al suggestivo “Palamila” L’estate […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cronaca

Peste suina, Rossotto (Cia): “Per contenere i cinghiali non serve commissariare Atc e comparti Alpini

Peste suina, Rossotto (Cia): “Per contenere i cinghiali non serve commissariare Atc e comparti Alpini “Chiediamo […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy