11/10/2015

Appuntamenti

Rivarolo, grande festa alla sezione Fidas per il 69° anno di fondazione

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

Si è svolta questa mattina la Festa Sociale dell’associazione donatori di sangue  FIDAS, sezione di Rivarolo che coincide con il 69° anno di fondazione del sodalizio.

Al ritrovo in Vicolo Castello a Rivarolo, presso la sede sociale, erano presenti molte associazioni FIDAS canavesane e della provincia di Torino. Presenti il sindaco Alberto Rostagno, l’assessore Costanza Conta Canova, l’assessore Francesco Diemoz e i consiglieri comunali Michele Nastro e Fernando Ricciardi in rappresentanza dell’amministrazione comunale.

Alla manifestazione ha anche preso parte il comandante della stazione dei carabinieri Luogotenente Ignazio Mammino e il comandante della polizia municipale Sergio Cavallo. A fare gli onori di casa è stato il presidente della locale sezione FIDAS Salvatore Silvestri e il vice presidente Ezio Re con tutto il locale direttivo. In rappresentanza del Presidente Piemontese Doriana Nasi era presente la giovane consigliera regionale Valentina Massa.

Dopo la Santa Messa, celebrata da Don Maurizio nella Chiesa Parrocchiale di San Giacomo, si è formato un lungo corteo che ha prima fatto tappa al monumento ai caduti e poi ha raggiunto il salone comunale di Via Monte Nero.

Nel salone comunale sono intervenuti il Presidente Silvestri, il consigliere regionale Massa ed il primo cittadino di Rivarolo Alberto Rostagno. Il sindaco nel suo breve saluto ha evidenziato l’importanza della donazione del sangue, sottolineando che il donatore conduce uno stile di vita improntato alla solidarietà e all’altruismo che viene ripetuto con continuità nel tempo, non un evento sporadico. Nel ringraziare tutti i donatori, Alberto Rostagno ha augurato una grande manifestazione regionale nel 2016 per i festeggiamenti del 70° di fondazione del gruppo rivarolese. Augurio che è stato ripreso dalla consigliera Valentina Massa che ha espresso concrete possibilità che l’auspicio si possa avverare.

Il presidente Salvatore Silvestri ha ringraziato i presenti e ha poi premiato, insieme al sindaco, alla consigliera Massa e al direttivo locale della Fidas, i tanti donatori benemeriti con diplomi, distintivi e medaglie d’oro. Un riconoscimento speciale, il premio “Re Rebaudengo”, è stato attribuito al vice presidente Ezio Re per il suo alto contributo alla causa della FIDAS di Rivarolo. Nella consegna del premio, il sindaco Rostagno ha descritto Ezio Re come persona impegnata in molti settori, non solo nel sociale, ma anche nello sport ed in molteplici attività cittadine, definendo Ezio Re “un vero rivarolese, non solo a 360 gradi, ma di più, a 365 gradi”, per rimarcare il suo super attivo ruolo nella vita sociale e associazionistica cittadina.

Dov'è successo?

23/10/2020 

Cronaca

Rivarolo Canavese piange la scomparsa dell’ex sindaco Domenico Rostagno. Aveva 91 anni

Si è spento lo scorso giovedì alle 19,00 nella casa di riposo di via Le Maire […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Cronaca

La danza canavesana si fa onore: il ballerino Andrea Salussoglia ammesso al “Berlin Dance Institute”

Andrea Salussoglia, ballerino canavesano, è da due mesi a Berlino come studente del prestigioso “Berlin Dance […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Sanità

Coronavirus, il contagio diminuisce. 1.550 nuovi casi e 11 morti (zero oggi). Aumentano i ricoveri

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.708 (+ […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Politica

Belmonte, il consigliere Pd Alberto Avetta: “Il futuro del Sacro Monte interessa alla Giunta Cirio?”

Il futuro del Sacro Monte di Belmonte interessa alla Giunta Cirio? A porsi la domanda è […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Eventi

Grande evento musicale a Feletto: la chiesa di Maria Assunta ospiterà sabato 24 il “Concerto d’Autunno”

Sabato 24 ottobre si terrà a Feletto un importante concerto di musica che spazierà dalla musica […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Sanità

Al via in Piemonte i test rapidi per il Coronavirus nelle farmacie, negli ospedali e negli ambulatori

In Piemonte inizia da subito l’utilizzo dei test rapidi per individuare le persone positive al Coronavirus: […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy