22/09/2015

Economia

Rivarolo, comune “virtuoso” nel pagamento dei fornitori

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

Non è entrato nella classifica generale del Ministero dell’Economia per un soffio: o meglio per una manciata di fatture. Ma anche quello di Rivarolo Canavese è un comune virtuoso nei pagamenti dei fornitori. Diciassette giorni medi nel 2014 e 25 giorni nel secondo trimestre del 2015 anche con l’avvento della fatturazione digitale che, a onor del vero ha complicato le cose.

“Non siamo stati inseriti tra i cento comuni italiani più puntuali nei pagamenti per una sola ragione: rispetto ad altri enti locali siamo al di sotto della soglia delle mille fatture annue pagate – spiega il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno -. Ma l’amministrazione, fin dall’inizio del suo mandato si è posta l’obiettivo, fra gli altri, di non far attendere il corrispettivo ai fornitori. Chi ha lavorato per l’ente pubblico ha diritto di essere pagato nei sessanta giorni stabiliti dalla legge e noi liquidiamo le fatture nel piùbreve tempo possibile  proprio in virtù del rispetto che nutriamo verso le aziende e le società che lavorano per il Comune”.

Nel primo trimestre del 2015, nel momento in cui è entrata in vigore la fatturazione digitale, dai tredici giorni del 2014 si era passati a 36 giorni. “La fatturazione elettronica è caratterizzata da un meccanismo così complicato che all’inizio abbiamo dovuto dilatare, rispetto al solito, la procedura di pagamento – sottolinea Domenico Farina responsabile della ragionieria e dei servizi finanziari -. A conti fatti direi che, rispetto a tantissimi altri comuni, nel nostro piccolo, siamo un passo avanti. Se non fosse stato perché non superiamo la soglia delle mille fatture annue, saremmo sicuramente entrati anche noi nella classifica dei comuni virtuosi stilata dal ministero. In ogni caso la nostra puntualità è stata premiata con un bonus, per quanto minimo, che l’amministrazione potrà investire come meglio riterrà opportuno”.

Va precisato che il pagamento dei fornitori avviene non dal momento in cui viene emessa la fattura ma da quello in cui il documento finanziario viene protocollato in comune. “Teniamo molto alla puntualità – conclude Alberto Rostagno – e non solo per le ragioni che ho spiegato prima. Nell’ottica della trasparenza, la precisione dà la dimensione del comportamento amministrativo dell’ente locale”.

30/11/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi sfiorata la soglia dei mille nuovi contagi. Tre i decessi. 492 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, 30 novembre, l’Unità di Crisi della […]

leggi tutto...

30/11/2021 

Eventi

Doppio concerto a Rivarolo delle bande musicali “La Rivarolese” e “La Novella” di San Maurizio

Sabato 11 dicembre 2021 avrà luogo un’edizione speciale del concerto di Santa Cecilia per la Filarmonica […]

leggi tutto...

30/11/2021 

Cronaca

Mazzè: prostituta sale sull’auto di un cliente ma viene rapinata e gettata fuori dall’auto. È grave

Rapinata e poi gettata sulla strada da un’auto in corsa. È in prognosi riservata all’ospedale di […]

leggi tutto...

30/11/2021 

Cronaca

Borgaro: in uno scontro il portiere cade per terra e non muove le gambe. Salvato da un arbitro eroe

È raro che un arbitro esca dal campo tra gli applausi dei tifosi: ad Ayoub El […]

leggi tutto...

30/11/2021 

Cronaca

Il calcio piemontese e canavesano in lutto per la morte di Stefano Borla, preparatore dei portieri

È deceduto dopo tre giorni di agonia in ospedale Stefano Borla, 50 anni, responsabile della scuola […]

leggi tutto...

30/11/2021 

Cronaca

Volpiano, esercitazione della protezione civile per operazioni di ricerca e salvataggio

Nella settimana dal 22 al 26 novembre a Volpiano si è svolta un’esercitazione di protezione civile […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy