22/09/2015

Economia

Rivarolo, comune “virtuoso” nel pagamento dei fornitori

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

Non è entrato nella classifica generale del Ministero dell’Economia per un soffio: o meglio per una manciata di fatture. Ma anche quello di Rivarolo Canavese è un comune virtuoso nei pagamenti dei fornitori. Diciassette giorni medi nel 2014 e 25 giorni nel secondo trimestre del 2015 anche con l’avvento della fatturazione digitale che, a onor del vero ha complicato le cose.

“Non siamo stati inseriti tra i cento comuni italiani più puntuali nei pagamenti per una sola ragione: rispetto ad altri enti locali siamo al di sotto della soglia delle mille fatture annue pagate – spiega il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno -. Ma l’amministrazione, fin dall’inizio del suo mandato si è posta l’obiettivo, fra gli altri, di non far attendere il corrispettivo ai fornitori. Chi ha lavorato per l’ente pubblico ha diritto di essere pagato nei sessanta giorni stabiliti dalla legge e noi liquidiamo le fatture nel piùbreve tempo possibile  proprio in virtù del rispetto che nutriamo verso le aziende e le società che lavorano per il Comune”.

Nel primo trimestre del 2015, nel momento in cui è entrata in vigore la fatturazione digitale, dai tredici giorni del 2014 si era passati a 36 giorni. “La fatturazione elettronica è caratterizzata da un meccanismo così complicato che all’inizio abbiamo dovuto dilatare, rispetto al solito, la procedura di pagamento – sottolinea Domenico Farina responsabile della ragionieria e dei servizi finanziari -. A conti fatti direi che, rispetto a tantissimi altri comuni, nel nostro piccolo, siamo un passo avanti. Se non fosse stato perché non superiamo la soglia delle mille fatture annue, saremmo sicuramente entrati anche noi nella classifica dei comuni virtuosi stilata dal ministero. In ogni caso la nostra puntualità è stata premiata con un bonus, per quanto minimo, che l’amministrazione potrà investire come meglio riterrà opportuno”.

Va precisato che il pagamento dei fornitori avviene non dal momento in cui viene emessa la fattura ma da quello in cui il documento finanziario viene protocollato in comune. “Teniamo molto alla puntualità – conclude Alberto Rostagno – e non solo per le ragioni che ho spiegato prima. Nell’ottica della trasparenza, la precisione dà la dimensione del comportamento amministrativo dell’ente locale”.

22/10/2020 

Cronaca

La danza canavesana si fa onore: il ballerino Andrea Salussoglia ammesso al “Berlin Dance Institute”

Andrea Salussoglia, ballerino canavesano, è da due mesi a Berlino come studente del prestigioso “Berlin Dance […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Sanità

Coronavirus, il contagio diminuisce. 1.550 nuovi casi e 11 morti (zero oggi). Aumentano i ricoveri

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.708 (+ […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Politica

Belmonte, il consigliere Pd Alberto Avetta: “Il futuro del Sacro Monte interessa alla Giunta Cirio?”

Il futuro del Sacro Monte di Belmonte interessa alla Giunta Cirio? A porsi la domanda è […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Eventi

Grande evento musicale a Feletto: la chiesa di Maria Assunta ospiterà sabato 24 il “Concerto d’Autunno”

Sabato 24 ottobre si terrà a Feletto un importante concerto di musica che spazierà dalla musica […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Cronaca

Grave incidente sul lavoro a Salassa: precipita da un capannone. 70enne ricoverato al Cto

È precipitato dal capannone in ristrutturazione: protagonista di un grave incidente sul lavoro è in uomo […]

leggi tutto...

22/10/2020 

Cronaca

Forno: coltelli made in Italy prodotti in Cina. Scoperta frode milionaria. 3 imprenditori nei guai

L’etichetta parlava di «Made in Italy», di fatto però, i milioni di articoli sequestrati dalla Guardia […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy