18/10/2018

Cronaca

Morti Olivetti: tutti assolti perchè il fatto non sussiste. La Corte d’Appello: non ci sono prove per condannare

Ivrea

/
CONDIVIDI

Non ci sono prove sufficienti per provare la responsabilità dei vertici Olivetti dei dirigenti dell’azienda in relazioni ai decessi per cancro: in più non è possibile provare oltre ragionevole dubbio il nesso di causalità tra l’esposizione all’amianto e l’insorgenza delle malattie che hanno ucciso diversi dipendenti. Il fatto, quindi, non sussiste. Sono queste, in sintesi, le motivazioni che hanno determinato l’assoluzione nello scorso mese di aprile, degli ex manager e i vertici dell’Olivetti, tra i quali figuravano l’ingegnere Carlo De Benedetti, il fratello Franco De Benedetti e l’ex ministro Corrado Passera.

In sostanza, secondo i giudici della Corte d’Appello di Torino allo stato attuale delle cose non è possibile provare la responsabilità degli imputati. Il tribunale di Ivrea aveva condannato in primo grado tutti e 13 gli imputati. La sentenza della Corte d’Appello di Torino ribalta quella dei colleghi del giudizio di primo grado. Dirigenti e vertici dell’azienda erano accusati di essere responsabili della morte di 10 operai tra il 2008 e il 2013 a causa dell’esposizione al talco di amianto.

Nelle motivazioni depositate dopo 90 giorni dalla sentenza si spiega che, per quanto concerne il dibattito scientifico sulla correlazione tra la prolungata esposizione alla polvere di amianto e l’insorgenza delle malattie tumorali “registra posizioni variegate e in continua evoluzione stante il continuo progredire delle conoscenze medico epidemiologiche in materia, gli approdi in tema di effetti dell’esposizione all’agente cancerogeno amianto sul l’organismo umano – scrivono i giudici -. Alcuni di tali approdi hanno messo in profonda crisi – secondo questa Corte – l’impianto accusatorio di questo procedimento”.

Dov'è successo?

19/05/2024 

Cronaca

Chivasso: paura tra i residenti delle case popolari. Pensionata seguita in casa e derubata

Chivasso, un furto che desta preoccupazione: una pensionata è stata seguita fino all’interno del suo domicilio […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Politica

Pont torna alle urne dopo il commissariamento. In campo Bonatto, Riva e Coppo

Pont Canavese si prepara a vivere una nuova fase politica dopo il commissariamento che ha fatto […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Cronaca

Rivarolo Canavese: Alberto Focilla, per 12 anni dirigente dell’Ado Moro, lascia e va in pensione

Alberto Focilla, il dirigente scolastico dell’Istituto Aldo Moro di Rivarolo, si appresta a concludere un capitolo […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Politica

Elezioni a Rivarolo Canavese: serrata sfida a tre per amministrare il comune per i prossimi 5 anni

Rivarolo Canavese si prepara a una delle sfide elettorali più significative della sua storia amministrativa recente. […]

leggi tutto...

19/05/2024 

Cronaca

Rivarolo: acquistano un’auto on line da un concessionario, ma rimangono vittime di una truffa

Un’indagine approfondita è stata avviata dai carabinieri di Rivarolo Canavese e dalla polizia postale in seguito […]

leggi tutto...

18/05/2024 

Cronaca

Pertusio: ciclista di Feletto cade dalla bicicletta. Un giovane finisce in codice rosso al Cto di Torino

Un incidente che ha tenuto con il fiato sospeso la comunità di Pertusio si è verificato […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy