13/02/2023

Sanità

Monitoraggio del ministero della Salute: la medicina territoriale del Piemonte tra le migliori d’Italia

CONDIVIDI

Monitoraggio del ministero della Salute: la medicina territoriale del Piemonte tra le migliori d’Italia

Il monitoraggio dei Livelli essenziali di assistenza (Lea) condotto dal Ministero della Salute per l’anno 2020 conferma il Piemonte tra le migliori Regioni. La prestazione più elevata è stata ottenuta nella medicina territoriale e ambulatoriale, insieme a Veneto, Emilia Romagna, Lombardia, Toscana e Marche.

Un risultato accolto con soddisfazione dal presidente della Regione Alberto Cirio: “Pur nella complessità enorme che abbiamo dovuto affrontare con la pandemia, si iniziano a vedere i risultati del grande sforzo messo in campo per potenziare e migliorare la nostra sanità, partendo proprio dalla medicina del territorio”.

L’assessore alla Sanità, Luigi Genesio Icardi si sofferma sui punteggi ottenuti con il Nuovo sistema di garanzia, che valuta in maniera distinta le tre aree di assistenza (ospedale, distretto e prevenzione) attribuendo a ciascuna un valore compreso tra zero e cento e considera raggiunta l’erogazione dei Lea se il punteggio assegnato è pari o superiore a 60 punti: “Il Piemonte ha abbondantemente superato la soglia di adempienza in tutte e tre le aree di assistenza, in un anno particolarmente complicato come quello in cui ha avuto inizio la pandemia. L’Area distrettuale, che comprende la medicina territoriale e ambulatoriale, si è attestata a 91,26 punti, tra le migliori a livello nazionale, l’Area prevenzione collettiva e sanità pubblica ha ottenuto 76,08 punti, collocando la nostra Regione tra le 10 con punteggio migliore. Sull’Area ospedaliera, il Piemonte raggiunge una valutazione di 75,05 punti, di poco inferiore a quella ottenuta da Lombardia e Veneto”.

“Con grande impegno e nonostante le difficoltà, grazie alla straordinaria professionalità e al sacrificio dei medici e degli operatori sanitari sul territorio, il Piemonte è riuscito a soddisfare i criteri di equità, efficacia e appropriatezza nel somministrare ai cittadini cure e prestazioni che rientrano nei livelli essenziali di assistenza, anche durante il primo anno di Covid” – aggiunge Icardi, rendendo anche noto che – a conferma che il Piemonte sta continuando ad adottare validi programmi di assistenza territoriale è la valutazione positiva dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali (Agenas), la quale ha ritenuto la nostra programmazione ‘coerente’, ovvero il più alto livello di giudizio, con i nuovi modelli e standard per lo sviluppo dell’assistenza territoriale nel Sistema sanitario nazionale. Solo undici Regioni hanno raggiunto lo stesso risultato”.

15/06/2024 

Sport

Chivasso: la corsa podistica “Stramandriamo” inaugura una domenica dedicata allo Sport

Chivasso: la corsa podistica “Stramandriamo” inaugura una domenica dedicata allo Sport Domenica all’insegna dello sport a […]

leggi tutto...

15/06/2024 

Sport

Pista: straordinario bottino di medaglie ai piemontesi S35+. Trionfa l’Avis Atletica Canavesana

Pista: straordinario bottino di medaglie ai piemontesi S35+. Trionfa l’Avis Atletica Canavesana Un’ondata di trionfi ha […]

leggi tutto...

15/06/2024 

Cronaca

Favria: ladro solitario deruba di notte due negozi nel centro storico. Indagano i carabinieri

Favria: ladro solitario deruba di notte due negozi nel centro storico. Indagano i carabinieri Due furti […]

leggi tutto...

15/06/2024 

Cronaca

Montanaro: una sconosciuta abbraccia un’anziana al cimitero e la deruba della collana

Montanaro: una sconosciuta abbraccia un’anziana al cimitero e la deruba della collana Una donna anziana è […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cultura

Ceresole Reale: ai nastri di partenza una stagione estiva ricca di eventi al suggestivo “Palamila”

Ceresole Reale: ai nastri di partenza una stagione estiva ricca di eventi al suggestivo “Palamila” L’estate […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cronaca

Peste suina, Rossotto (Cia): “Per contenere i cinghiali non serve commissariare Atc e comparti Alpini

Peste suina, Rossotto (Cia): “Per contenere i cinghiali non serve commissariare Atc e comparti Alpini “Chiediamo […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy