10/01/2019

Cronaca

Fatturazione elettronica, il presidente Uncem Bussone: “Negozi montani a rischio chiusura”

Canavese

/
CONDIVIDI

In piena era digitale la fatturazione elettronica, che è obbligatoria dal 1° gennaio, è considerata dall’Uncem, l’Unione Nazionale che rappresenta i comuni e gli enti locali montani, una iattura perchè penalizza, a giudizio del presidente nazionale Marco Bussone incrementa il rischio desertificazione delle valli. “Altro che fattura elettronica, se vogliamo sconfiggere realmente il rischio desertificazione dobbiamo puntare su un versamento unico, annuale, forfettario per imprese ed esercizi commerciali presenti nei Comuni montani ad alto grado di marginalità.

Di certo un’imposta unica, a forfait, è – dichiara Marco Bussone -. L’unico strumento per garantire sopravvivenza a una rete di commercio storica o nuova, attorno alla quale la comunità si ritrova e si riconosce. Lo spiegheremo al ministro Tria e ai tecnici Mef”.

In sostanza a preoccupare l’Uncem è il complicato sistema di gestione della fatturazione elettronica nei comuni montani e nelle aree dove nel campo dell’informatica e del digitale il divario con il resto del Paese è decisamente più ampio. Ovvero: a giudizio del presidente nazionale Uncem sottolinea come nei paese montani, dove i commercianti e titolari degli esercizi pubblici sono anziani e registrano anche un calo di fatturato, la svolta digitale potrebbe causare un rilevante danno ai territori montali.

“Da sempre incoraggiamo lo sviluppo della digitalizzazione ma nell’attuale contesto potrebbe comportare un forte danno per i territori, causando, in un concorso negativo di situazioni, anche la chiusura degli esercizi di vendita e somministrazione. La fattura elettronica – conclude Bussone – diventa l’ennesima scure che cade sul suo percorso, già accidentato e difficoltoso. Prendiamo un piccolo Comune di 500 o 700 abitanti, dove abbiamo un solo negozio che fa le classiche pluri-attività del territorio, vendita di generi alimentari, di tabacchi e giornali. Si rischia quindi di perdere un punto importante per quel Comune, un ancoraggio sociale”.

27/11/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: il contagio continua a correre. Oggi 859 contagi e due decessi. 421 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, sabato 27 novembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Cronaca

Castellamonte: proseguono i lavori per l’allargamento della strada lungo la “provinciale” di “Campo”

Proseguono i lavori per l’allargamento della strada lungo la strada provinciale 265 C03 di “Campo” dal […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Eventi

Il “Centro Famiglie” di Rivarolo Canavese incontra i genitori per esplorare i cambiamenti familiari

Il “Centro Famiglie” di Rivarolo Canavese ha promosso due incontri dedicati all’adolescenza e alle genitorialità presso […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Economia

Contributo di 7 milioni dalla Regione alle piccole e medie imprese per rinnovare il parco veicoli

Le micro, piccole e medie aziende con un’unità operativa attiva in Piemonte e che sono iscritte […]

leggi tutto...

27/11/2021 

Cronaca

Autostrada Torino-Milano: camion va a fuoco durante la marcia. Cinque ore per domare le fiamme

Notte d’inferno sull’autostrada A4 Torino-Milano nel tratto di strada compreso tra i centri abitati di Settimo […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Eventi

Rivarolo Canavese: la mostra fotografica all’aperto “R-Esistiamo” diventa la cronistoria del Covid

Immagini eloquenti, a volte crude, impietose ma soprattutto umane: sono quelle scattate dal fotografo valperghese Piero […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy