09/10/2023

Cronaca

L’8 gennaio 2024 riapre il Pronto soccorso di Cuorgnè: esulta il centrodestra canavesano

Cuorgnè

/
CONDIVIDI

Il Pronto Soccorso di Cuorgnè riaprirà l’8 gennaio 2024: lo ha annunciato, a sorpresa, il presidente della Regione Alberto Cirio, a margine della cerimonia per il conferimento della cittadinanza onoraria alla brigata Taurinense che si è svolta nella giornata di ieri, domenica 7 ottobre, all’ex Manifattura di Cuorgnè.

Il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Fava: “Missione compiuta”

“Missione compiuta. Attendevo con ansia queste parole del presidente e lo ringrazio per l’impegno in favore del nostro territorio, che ha un bisogno estremo di avere un presidio sanitario attivo in tutte le sue funzioni – afferma il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Fava – E quanto la notizia fosse attesa lo dimostra il lungo applauso che la sala ha tributato all’annuncio. Voglio ringraziare anche il direttore dell’Asl Stefano Scarpetta, che ha tentato ogni strada possibile per reperire il personale necessario alla riattivazione del servizio, così come tutti i funzionari che hanno lavorato a questo obiettivo. Sono ovviamente molto soddisfatto del risultato ottenuto, frutto di un lungo e paziente lavoro sottotraccia, lontano dai riflettori: restituiamo così al territorio, in particolare alla gente delle vallate, una funzione essenziale del nostro ospedale.
Con la riapertura dell’8 gennaio chiudiamo così idealmente la lunga parentesi dell’emergenza pandemia che ha visto l’ospedale diventare per mesi una struttura dedicata ai pazienti Covid, prima di riattivare poco per volta le sue varie funzioni, fino a che è stato aperto il punto di primo intervento, destinato solo ai pazienti con codice bianco o verde e aperto solo nelle ore diurne. Era evidente sin da subito che si trattava di una soluzione temporanea, ma tale passaggio è servito per venire incontro ad alcuni bisogni del territorio. Non si è comunque mai fermato il lavoro per trovare una soluzione alla mancanza di personale specializzato che impediva la riapertura del Pronto Soccorso, completo nelle sue funzioni e nell’apertura diurna e notturna.

Ci saranno comunque presto novità riguardanti anche i presidi di Rivarolo e Castellamonte – anticipa in conclusione Fava – L’impegno della Regione per migliorare i servizi per gli utenti canavesani non termina qui, visto che il presidente Cirio ha confermato pubblicamente gli investimenti destinati al potenziamento delle due strutture”.

Leone (Lega Salvini): “Riapertura del Pronto Soccorso a pieno regime a Cuorgnè, una notizia frutto del buon governo regionale”

“Il ritorno del Pronto Soccorso del nosocomio di Cuorgnè alla sua piena operatività 24 ore su 24 – commenta soddisfatto il canavesano presidente della Terza commissione di palazzo Lascaris Claudio Leone – è un traguardo importante per noi canavesani.
Da gennaio 2023, il Pronto Soccorso aveva operato come Punto di Primo Intervento, ma ora si prepara a ripristinare tutte le funzionalità tipiche di un pronto soccorso completo. Questo annuncio rappresenta una notizia eccezionale per l’intero territorio, che aveva espresso forti richieste di riapertura sin dalla chiusura causata dall’emergenza sanitaria.
Il Pronto Soccorso riaprirà le porte l’8 gennaio 2024, fornendo nuovamente tutti i servizi essenziali che un tempo erano a disposizione. Questo risultato è stato reso possibile grazie all’impegno costante della politica locale e alla determinazione della comunità, che ha operato per questo traguardo”.

Andrea Cane (Lega Salvini): “Riapre il Pronto Soccorso a Cuorgnè dall’8 gennaio 2024 accesso alle cure emergenziali”

“L’8 gennaio del 2024 – commenta il vicepresidente della commissione Sanità di Palazzo Lascaris – riprenderà a pieno regime l’attività del Pronto Soccorso presso il presidio ospedaliero di Cuorgnè, come annunciato un anno fa dall’assessore Icardi e dal presidente Cirio. Questo riavvio garantirà assistenza 24 ore su 24, rispettando rigorosamente tutte le normative vigenti, compresa la disponibilità della sala gessi e delle altre strutture essenziali.
L’attività di emergenza del presidio sarà gestita dalla società di servizi attuale, mentre l’assistenza medica sarà fornita dai dipendenti dell’Asl. Questo approccio integrato garantirà un’assistenza di alta qualità per i pazienti.
Con la riapertura del Pronto Soccorso, il presidio ospedaliero di Cuorgnè tornerà alle condizioni pre- pandemia, permettendo un aumento sia dei ricoveri sia delle attività chirurgiche. Questo è un passo fondamentale per garantire la salute e il benessere della comunità locale e conferma l’impegno delle autorità nella fornitura di servizi sanitari di qualità”.

“La chiusura del Pronto Soccorso, avvenuta nell’ottobre 2020, a causa della pandemia – commenta il consigliere canavesano della Lega – si è protratta a causa della carenza di sanitari. Avevamo preso un impegno preciso con i canavesani e lo abbiamo perseguito e raggiunto con ostinazione: la riapertura del Pronto Soccorso, testimoniando la determinazione della Regione a garantire l’accesso alle cure mediche necessarie a tutti i cittadini in egual modo, sia in città sia in montagna e nelle aree interne. Una notizia che oggi mi dà un’enorme soddisfazione e che dedico tutta ai cittadini del mio territorio: dopo tanti mesi, anni d’impegno e confronto giornaliero con Sindaci, cittadini e direzione dell’Asl, questa Giunta a trazione Lega ha finalmente raggiunto l’obiettivo per la nostra squadra, ovvero il Canavese”.

14/06/2024 

Cultura

Ceresole Reale: ai nastri di partenza una stagione estiva ricca di eventi al suggestivo “Palamila”

Ceresole Reale: ai nastri di partenza una stagione estiva ricca di eventi al suggestivo “Palamila” L’estate […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cronaca

Ivrea: era ricercato da mesi e si nascondeva nel campo nomade. 41enne arrestato da carabinieri e polizia

Ivrea: era ricercato da mesi e si nascondeva nel campo nomadi. 41enne arrestato da carabinieri e […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cronaca

Peste suina, Rossotto (Cia): “Per contenere i cinghiali non serve commissariare Atc e comparti Alpini

Peste suina, Rossotto (Cia): “Per contenere i cinghiali non serve commissariare Atc e comparti Alpini “Chiediamo […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cronaca

Ronco Canavese: il ghiacciaio Ciardoney ai massimi storici. Mai così tanta neve negli ultimi vent’anni

Ronco Canavese: il ghiacciaio Ciardoney ai massimi storici. Mai così tanta neve da vent’anni In un’inversione […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cronaca

Volo in ritardo Ryanair Trapani-Torino Caselle di quasi 7 ore, 250 di euro di rimborso ai passeggeri

Volo in ritardo Ryanair Trapani-Torino Caselle di quasi 7 ore, 250 di euro di rimborso ai […]

leggi tutto...

14/06/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: il clima è ancora ancora instabile. Domani, sabato 15 giugno, possibili acquazzoni

Queste le previsioni del tempo per domani, sabato 15 giugno elaborate dal centrometoitaliano.it NAZIONALE   AL […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy