21/09/2015

Cronaca

Ivrea, primo rinvio a giudizio sulle morti sospette all’Olivetti

Ivrea

/
CONDIVIDI

Svolta nel procedimento giudiziario sulle morti sospette per amianto negli stabilimenti Olivetti di Ivrea. Il primo rinvio a giudizio (in relazione alla morte di un operaio) riguarda Silvio Preve, 77 anni, di Ivrea, ex dirigente responsabile del servizio centrale di sorveglianza e della direzione sicurezza industriale nel periodo compreso tra il 1981 e il 1998.

Il processo si celebrerà il prossimo otto gennaio presso il tribunale di Ivrea. Silvio Preve è difeso dall’avvocato Luca Fiore. L’accusa è quella di omicidio colposo, mentre altri 32 membri del consiglio di amministrazione sono indagati a vario titolo dalla procura eporediese. Mercoledì 23 settembre riprenderà l’udienza preliminare per gli alti vertici dell’Olivetti.

Davanti al gup Cecilia Marino, che nello scorso mese di maggio aveva ammesso in qualità di parti civili i familiari di tredici presunte vittime, anche i sindacati Fim e Fiom, il Comune di Ivrea, l’Associazione familiari vittime dell’amianto di Casale Monferrato (AL), la Città Metropolitana, l’Inail e diversi comuni della ex provincia. In settimana il giudice dovrà anche pronunciarsi sulla citazione di Telecom (nel 2003 il gestore delle telecomunicazioni aveva inglobato l’Olivetti) in relazione alla richiesta di risarcimento danni.

Tra gli indagati figurano nomi di spicco come quelli dell’ex ministro Corrado Passera, Carlo e Franco De Benedetti  e Roberto Colaninno. Sulla scorta delle indagini compiute, l’impianto accusatorio si basa sull’ipotesi che quattordici vittime sarebbero decedute a causa delle fibre di amianto con le quali sarebbero venuti a contatto negli stabilimenti Olivetti.

26/11/2021 

Sanità

Piemonte, il 97% delle Rsa è Covid-free. E la Regione annuncia tamponi gratuiti per le visite natalizie

Test gratuiti per le visite natalizie nelle Rsa e nelle altre residenze. Come già avvenuto lo […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Eventi

Rivarolo Canavese: la mostra fotografica all’aperto “R-Esistiamo” diventa la cronistoria del Covid

Immagini eloquenti, a volte crude, impietose ma soprattutto umane: sono quelle scattate dal fotografo valperghese Piero […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: sfiorata la soglia dei 900 nuovi contagi. Nessun decesso. 29 in Rianimazione

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, venerdì 26 novembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Cronaca

Caluso: la Città Metropolitana “boccia” il progetto dell’impianto che produce metano dai rifiuti

La Città Metropolitana di Torino ha “bocciato” il progetto relativo alla realizzazione di un impianto previsto […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Cronaca

Locana: il 5 dicembre grande manifestazione di Rally solidale per aiutare il piccolo Gioele

Manifestazione di beneficenza a Locana il prossimo 5 dicembre. Dalla collaborazione nata tra l’Associazione “Noi Ci […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Cronaca

Alluvione 1994: la Regione difende i diritti delle imprese danneggiate dall’inondazione

L’annosa questione delle aziende piemontesi danneggiate dall’alluvione del 1994 per le quali si paventa il pericolo […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy