24/09/2015

Cronaca

Ivrea, Olivetti è il giorno dell’accusa: “Sull’amianto non si poteva non sapere”

Ivrea

/
CONDIVIDI

Secondo la pubblica accusa l’Olivetti non poteva non essere a conoscenza del pericolo costituito dall’amianto presente negli stabilimenti disseminati nel Canavese e, nonostante tutto, non avrebbe fatto nulla per evitare che i dipendenti contraessero patologie mortali come, ad esempio, il mesotelioma pleurico che, al momento, è incurabile.

Nell’udienza che si è tenuta ieri in tribunale a Ivrea il pubblico ministero Laura Longo ha confermato al Giudice dell’Udienza Preliminare Cecilia Marino le richieste di rinvio a giudizio nei confronti del 29 imputati tra i quali figurano nomi di spicco del gotha dell’Olivetti: i fratelli Carlo e Franco De Benedetti, i figli dell’ingegnere Marco e Rodolfo e l’ex ministro Corrado Passera, accusati di omicidio colposo plurimo e lesioni colpose plurime e Roberto Colaninno al quale vengono contestate le lesioni plurime. L’inchiesta che va avanti da tempo e le conclusioni sono contenuti in un voluminoso dossier costituito da ben 36 mila pagine.

Questa la tesi dell’accusa: l’azienda avrebbe bonificato in ritardo gli stabilimenti, esponendo in questo modo i dipendenti a correre rischi per la loro salute dato che nelle lavorazioni venivano usate sostanze pericolose come il talco contenente da tremolite d’amianto. E’ da sottolineare il fatto che, in caso di condanna degli imputati, Telecom Italia (che nel 2003 aveva inglobato Olivetti) dovrà risarcire in solido le parti civili che si sono costituite durante il processo. Ieri il legale che rappresenta il gestore telefonico ha dichiarato che il gruppo di telefonia intende costituirsi parte civile insieme ai 29 imputati.

La cronaca registra in questo contesto un episodio rilevante: lo scorso anno l’azienda telefonica è stata condannata dal giudice del lavoro Luca Fadda a risarcire con un 1 milione e duecento mila euro la famiglia di Franca Lombardo, residente a Burolo, che ha perso la vita, all’età di 69 anni, a causa del mesoteliona pleurico.

Il prossimo lunedì, toccherà ai legali del collegio di difesa esporre davanti al giudice le loro tesi. I decessi finora accertati sono tredici.

Dov'è successo?

02/08/2021 

Cronaca

Viabilità in Canavese: il 4 agosto chiusura per lavori della strada provinciale 723 “di Rivara”

Per lavori di posa di condotte interrate nel sottosuolo della carreggiata lungo la strada provinciale 022 […]

leggi tutto...

02/08/2021 

Cronaca

Viverone, nonna Maria batte il Covid e compie ben 104 anni. Grande festa nella Rsa “Casa Albert”

Ha schivato tranquillamente le terribili insidie del Covid e continua a prendersi gioco del tempo. Nulla […]

leggi tutto...

02/08/2021 

Eventi

Ceresole: per i 90 anni della diga, il funambolo Loreni ha camminato su un cavo sospeso a 20 metri

Circa 2mila persone hanno assistito, nel pomeriggio di ieri, domenica 1° agosto all’evento denominato “Ceresole 90 […]

leggi tutto...

02/08/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi i nuovi casi sono 138. Nessun decesso per la terza settimana. 59 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, lunedì 2 agosto, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

02/08/2021 

Cronaca

Chivasso: perde il controllo della motocicletta e si schianta sulla rotonda. Grave “centauro” di Caluso

Si trova ricoverato in prognosi riservata all’ospedale San Giovanni Bosco di Torino un motociclista di 35 […]

leggi tutto...

02/08/2021 

Cronaca

Inaugurato l’Auditorium di Amatrice, grazie alla solidarietà dei cori di Rivarolo, Vasto e Ferrara

Si è svolta nella mattinata di sabato 31 luglio la cerimonia di inaugurazione del nuovo Auditorium […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy