30/09/2015

Cronaca

Ivrea, la procura congela il funerale del calciatore morto sul campo a Mazzè

Mazzé

/
CONDIVIDI

La procura d’Ivrea ha bloccato il funerale di Roberto D’Orlando, l’uomo di 45 anni che ha perso la vita la scorsa settimana sul campo da calcio di Tonengo di Mazzè mentre era impegnato in una partita a undici del campionato Csi. I magistrati, dopo aver sospeso il nulla osta per lo svolgimento della cerimonia funebre, hanno avviato un’inchiesta sulla morte dell’artigiano. L’uomo, che risiedeva a Collegno, lascia una moglie e due figli. La procura intende fare luce sull’accaduto: le condizioni di salute di Roberto D’Orlando gli consentivano di partecipare alla partita? Era idoneo dal punto di vista medico a disputare la competizione sportiva?

A queste domande dovranno fornire una risposta le indagini coordinate dal sostituto procuratore Alessandro Gallo che ha affidato l’esame autoptico al medico legale Olga Veglia. Le indagini compiute dai carabinieri della compagnia di Chivasso confermerebbero il fatto che Roberto D’Orlando era in possesso del certificato medico che lo dichiarava idoneo a pratticare atività sportive.

L’ultima parola adesso spetta al medico legale e alle indagini dei magistrati. Il calciatore aveva accusato un improvviso malore a pochi muniti dalla fine della partita mentre si stava disputando la partita che contrapponeva gli Amici del Calcio di Brandizzo (la formazione nella quale la vittima militava) alla Foglizzese. Tutto è accaduto in pochi, drammatici istanti: D’Orlando si è accasciato sul tappeto erboso privo di conoscenza. Vano ogni tentativo di rianimarlo.

Dov'è successo?

27/11/2021 

Cronaca

Autostrada Torino-Milano: camion va a fuoco durante la marcia. Cinque ore domare le fiamme

Notte d’inferno sull’autostrada A4 Torino-Milano nel tratto di strada compreso tra i centri abitati di Settimo […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Sanità

Piemonte, il 97% delle Rsa è Covid-free. E la Regione annuncia tamponi gratuiti per le visite natalizie

Test gratuiti per le visite natalizie nelle Rsa e nelle altre residenze. Come già avvenuto lo […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Eventi

Rivarolo Canavese: la mostra fotografica all’aperto “R-Esistiamo” diventa la cronistoria del Covid

Immagini eloquenti, a volte crude, impietose ma soprattutto umane: sono quelle scattate dal fotografo valperghese Piero […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: sfiorata la soglia dei 900 nuovi contagi. Nessun decesso. 29 in Rianimazione

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, venerdì 26 novembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Cronaca

Caluso: la Città Metropolitana “boccia” il progetto dell’impianto che produce metano dai rifiuti

La Città Metropolitana di Torino ha “bocciato” il progetto relativo alla realizzazione di un impianto previsto […]

leggi tutto...

26/11/2021 

Cronaca

Volpiano: due famiglie nomadi tentano di occupare due alloggi popolari. Bloccate

Hanno tentato di occupare abusivamente appartamenti destinati all’edilizia popolare ma il tempestivo intervento dei carabinieri ha […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy