23/09/2015

Cronaca

Ivrea, il tenente Guerra subentra al capitano Sanzò nel comando della Compagnia

Ivrea

/
CONDIVIDI

Ha guidato la Compagnia dei carabinieri di Ivrea per quattro. Anni di intenso lavoro, di brillanti risultati conseguiti, di un impegno assiduo al servizio della legge e della comunità. E da lunedì scorso il capitano Claudio Sanzò, ha lasciato il comando per trasferirsi a Roma per assumere altri prestigiosi incarichi in seno all’Arma. Al comando della Compagnia eporediese subentra il tenente Domenico Guerra, 28 anni, anch’egli di origine pugliese. Dall’agosto del 2012 è stato a capo del Nucleo Operativo e radiomobile dei carabinieri di Castelvetrano, in provincia di Trapani. Nella mattinata di lunedì ha preso possesso del suo nuovo ufficio nella caserma operativa di Ivrea. Il tenente Guerra è autore, nonostante la giovane età, di brillanti operazioni che sono salite alla ribalta della cronaca nazionale.

Ne è un esempio l’operazione denominata “Col Case” nell’ambito della quale, nel mese di febbraio del 2013, furono arrestati i due presunti autori del duplice omicidio di due amanti di Castelvetrano, avvenuto vent’anni prima. E’ sempre stato il tenente Guerra a seguire le indagini confluite nel contesto dell’operazione “Eden 2” che nel novembre dello scorso anno, hanno portato all’arresto di 16 presunti affiliati alla cosca mafiosa che fa capo al latitante Matteo Messina Denaro.

Nei tre anni trascorsi sotto il comando del tenente Guerra, i carabinieri del Nucleo Operativo e Radiomobile hanno portato a termine anche numerose operazioni antidroga e antirapina, nonché indagini su gravi danneggiamenti e atti intimidatori.

Il neo comandante della compagnia di Ivrea ha inviato ai sindaci del Canavese, il suo saluto. Un saluto ricambiato dagli amministratori, in particolare dal sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno. La ringrazio per il saluto ricevuto, contraccambio anche a nome dell’amministrazione comunale della Città di Rivarolo Canavese. I più vivi auguri di benvenuto ad Ivrea ed in Canavese – ha risposto il primo cittadino -. Il territorio canavesano, che avrà modo di conoscere, paesaggisticamente molto bello, assai esteso e disomogeneo, sta vivendo una crisi economica e sociale che si trascina da alcuni anni. La presenza dei Carabinieri è una garanzia e una sicurezza per tutti i cittadini. Le ‘nostre’ caserme sono un punto di riferimento sicuro per ogni difficoltà. La presenza discreta degli uomini dell’Arma tranquillizza la popolazione. Il compito che l’attende è impegnativo, l’augurio è che possa svolgerlo nel modo migliore con serenità, per il bene del territorio e dei suoi abitanti. Nell’attesa di poterLa incontrare personalmente, voglia gradire i migliori auguri di Buon lavoro”.

Pubblichiamo di seguito la lettera di saluto inviaao invece ai sindaci canavesani dal capitano Claudio Sanzò: “All’atto di lasciare il comando della prestigiosa Compagnia Carabinieri di Ivrea per assumere, a breve, altro incarico nella Capitale, vorrei superare la tentazione di ricordarvi tutte le cose fatte grazie alla Vs. cortese collaborazione». Così inizia e prosegue la mia lettera di saluto inviata a tutti i Sindaci del Comprensorio del Canavese. Permettetemi solo un breve accenno alle cose a cui ho tenuto di più. Tirerò fuori dalla massa dei miei ricordi solo alcuni appunti. 

Sin dal mio esordio, ben quattro anni fa, ho incontrato un’unanime condivisione tra il “personale militare” e le Comunità civili che è stata valido sprone del nostro lavoro.  L’armonia: primo intento, sin dall’inizio del mio periodo di Comando, è stato quello di ristabilire un clima di cooperazione e armoniosa convivenza, nel rispetto delle individualità e delle professionalità, oltre che delle cariche superando alcune difficoltà pregresse. L’intento c’è stato. A voi giudicare se il risultato sia stato ottenuto. 

Il programma: La realizzazione di tutto il programma sulla sicurezza pervicacemente voluto da molti Sindaci del comprensorio, abbiamo cercato di attuarlo con  capillare chirurgica precisione. La comunicazione: Vs. settore specifico in cui operate con estrema professionalità e dedizione. La comunicazione è una onda che si propaga. Tanto più forte è il sasso che si lancia, tanto più lontano l’onda si propagherà. Questo aforisma lo abbiamo fatto nostro, per cui la comunicazione è stato un impegno quotidiano per la realizzazione dei contatti personali ed istituzionali che fosse efficiente vettore di notizie, risultato possibile grazie alla professionalità di molti operatori dell’informazione che hanno saputo riconoscere il lavoro svolto con le difficoltà intrinseche di un servizio -quello del Carabiniere- complesso ed articolato. L’augurio è che continui. 

Vostro tramite vorrei ancora una volta approfittarne, per rivolgere un caloroso saluto:

* alle famiglie dei Carabinieri di ogni ordine e grado, sempre presenti al fianco dei Nostri Militari, vada il mio sincero ed affettuoso ringraziamento. Sono stati i riscontri più esaltanti a riprova che abbiamo esercitato una coinvolgente azione che ha rinnovato  l’attaccamento all’Istituzione portatrice di sana tradizione di legalità, onestà e dedizione al servizio nella collettività del Canavese;

* ai collaboratori a me più vicini della sede capoluogo di Ivrea, così come ai colleghi della Rappresentanza Militare;

* all’Autorità Giudiziaria, Ecclesiastica, ai Colleghi e rappresentanti delle altre FF.AA. e FF.PP. che operano sul territorio;

* ai rappresentanti delle Associazioni Combattentistiche e d’Arma. 

Grazie, con la Vostra vicinanza e solerzia di stimoli professionali ed umani, avete reso più facile il mio compito di Comandante.

Al Collega Tenente Domenico Guerra che sta per assumere il Comando, un compito impegnativo, ma sono certo che la strada tracciata sarà disseminata di altrettanti successi ancora più cristallini grazie ai Carabinieri ed alle Popolazioni di questa meravigliosa parte d’Italia perché no, suffragata da stretta collaborazione con i rappresentanti della carta stampata, dei moderni mezzi di comunicazione e dei network che operano con professionalità e dedizione sul territorio.

Grazie a Voi ed a Tutti i Cittadini del Canavese”.

Dov'è successo?

18/05/2021 

Cronaca

Rivarolo Canavese: ancora un treno vandalizzato. I teppisti imperversano nella stazione ferroviaria

Continua a tenere banco il problema della sicurezza nella stazione di Rivarolo, dopo i tre episodi […]

leggi tutto...

18/05/2021 

Cronaca

Cuorgnè: botte e minacce per farsi consegnare 70 mila euro. Tre arresti per tentata estorsione

Alle prime ore dell’alba, i Carabinieri del Comando Compagnia di Ivrea hanno dato esecuzione ad un’ordinanza […]

leggi tutto...

18/05/2021 

Cronaca

Comitato per la Variante ex 460: “Opera indifferibile. Chiediamo tempi certi sugli interventi”

La Regione Piemonte e la Città Metropolitana di Torino stanno muovendo i primi passi per la […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Sport

Si conclude la prima parte del Giro d’Italia. Il canavesano d’adozione Egan Bernal è maglia rosa

È di Egan Bernal, il colombiano canavesano d’adozione, la maglia rosa della prima parte del Giro […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 207 nuovi casi positivi. La pandemia retrocede. 10 i decessi. Oltre 600 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, lunedì 17 maggio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

17/05/2021 

Cronaca

Previsioni del tempo: ancora clima instabile. Pioggia e sole si alterneranno per tutta la settimana

La terza settimana di maggio si apre con condizioni meteo incerte sul nostro paese: sembrava che […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy