18/08/2015

Economia

Ivrea, i migranti volontari saranno impiegati in lavori di pubblica utilità

Ivrea

/
CONDIVIDI

Lavoro in cambio dell’ospitalità concessa. Dopo Rivarolo e Cuorgnè anche a Ivrea è allo studio un progetto di volontariato per i migranti che prevede il loro impiego per la realizzazione di lavori socialmente utili. In questo modo le risorse che lo Stato impiega per il loro mantenimento in qualche modo ritornano alla collettività.

Di recente è stato siglato un accordo tra la il Prefetto di Torino, il Comune di Ivrea e le associazioni e cooperative che assistono i migranti, per ecrare opportunità di volontariato per i richiedenti asilo.

Sono circa 300 gli immigrati che attendono dalle commissioni territoriali di conoscere quale sarà il loro futuro. In questo lasso di tempo (che può prolungarsi per diversi mesi, i profughi non possono materialmente lavorare ed essere retribuiti, ma possono però svolgere attività di volontariato.

In questo contesto la pro loco “Serra Morena” attiva nel campo dell’assistenza e del sociale, ha proposto all’Amministrazione comunale il ripristino del nuovo marciapiedi ciclo-pedonale di via dei Chiodi e di via Lago San Michele. La richiesta è stata accettata ed entro fine mese sarà costituita una squadra di migranti, supportati dai volontari del sodalizio, che estirperanno dai due percorsi le erbacce che in questi mesi sono cresciute a dismisura. Chi fosse interessato a partecipare all’iniziativa in qualità di volontario può inviare una email all’indirizzo info@serramorena.it

Altri progetti sono in cantiere e l’apporto dei profughi potrà contribuire a rendere la città maggiormente decorosa, ripagando in questo modo l’accoglienza ricevuta.

Dov'è successo?

23/04/2021 

Politica

Riaperture in Piemonte, i consiglieri regionali Valle e Rossi (Pd): “Covid, priorità alla scuola”

Il gruppo di indagine regionale sul Covid 19 ha esaminato le prime risultanze della sperimentazione “Scuola […]

leggi tutto...

23/04/2021 

Cronaca

Il trattore si ribalta e schiaccia il conducente. Nell’incidente muore un 53enne di Lanzo

È morto sul colpo Sergio Bellezza Oddon l’imprenditore agricolo cinquantatreenne di Lanzo che è stato vittima, […]

leggi tutto...

23/04/2021 

Economia

Scarmagno: la Italvolt punta a uno stabilimento con 4mila addetti per far rivivere il sogno di Olivetti

Nel corso della sua visita in Canavese la delegazione regionale guidata dal presidente della Regione Alberto […]

leggi tutto...

23/04/2021 

Economia

Canavese, il presidente della Regione Alberto Cirio visita l’eccellenza dell’industria territoriale

È stata una giornata tutta canavesana, quella di ieri, giovedì 22 aprile, per il presidente della […]

leggi tutto...

22/04/2021 

Eventi

Festival del gelato a Rivara: così il paese sfida il virus e inaugura la ripartenza dell’Alto Canavese

È stata denominata “Il Festival del Gelato” l’iniziativa che avrà luogo il 4, 5 e 6 […]

leggi tutto...

22/04/2021 

Sanità

Covid-19 in Piemonte: nuova intesa con i medici di famiglia su vaccinazioni e corretta informazione

Fornitura prioritaria di AstraZeneca e Johnson&Johnson ai medici di famiglia che vaccinano in autonomia nei propri […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy