28/12/2023

Economia

In Piemonte il Centro Nazionale dell’Intelligenza Artificiale. In lizza anche il sito di Scarmagno

Scarmagno

/
CONDIVIDI

In Piemonte il Centro Nazionale dell’Intelligenza Artificiale. In lizza anche il sito di Scarmagno

Torino si prepara ad accogliere il Centro nazionale per l’intelligenza artificiale, una realtà attesa da tempo e che finalmente sembra essere vicina alla sua concretizzazione. Il governo ha infatti annunciato che a breve sarà approvato un decreto del presidente del Consiglio dei ministri che darà il via al progetto, dotato di un finanziamento di 20 milioni di euro.

Il Centro nazionale per l’intelligenza artificiale avrà il compito di promuovere la ricerca, la formazione e l’innovazione nel campo dell’IA, coinvolgendo università, enti di ricerca, imprese e istituzioni. Si tratta di una sfida strategica per il futuro del Paese, che richiede competenze e risorse adeguate per competere a livello internazionale.

La scelta di Torino come sede del Centro non è casuale, ma riconosce il ruolo di eccellenza che la città ha nel settore dell’IA, grazie alla presenza di realtà come il Politecnico, l’Università degli Studi, il Centro interuniversitario per la ricerca sull’intelligenza artificiale (CIRI-AI) e il Competence Industry Manufacturing 4.0 (CIM 4.0), oltre a numerose aziende e start-up innovative. In lizza per ospitare il Centro ci sono le Ogr di Torino, Mirafiori Tne e il sito dismesso dell’ex Olivetti di Scarmagno alle porte di Ivrea. Lo statuto è già stato presentato a Roma e per la presidenza si fa il nome del rettore Saracco.

Il sindaco Stefano Lo Russo ha espresso soddisfazione per l’annuncio del governo e ha dichiarato di essere pronto a collaborare per rendere operativo il Centro nel più breve tempo possibile. “Torino ha tutte le carte in regola per ospitare il Centro nazionale per l’intelligenza artificiale – ha detto – e siamo felici che il governo abbia riconosciuto il nostro valore. Ci metteremo a disposizione per trovare la sede più adatta e per definire un piano di lavoro condiviso con tutti gli attori coinvolti. Vogliamo fare di Torino una città leader nell’IA, capace di attrarre talenti, investimenti e opportunità”.

E intanto l’associazione “Canavese al Centro” invita gli imprenditori canavesani a fare sistema per candidare il Canavese quale sede dell’AI, valorizzando in questo modo il sito dismesso dell’ex Olivetti di Scarmagno e creare nuovi posti di lavoro.

25/02/2024 

Cronaca

Strambinello: il nuovo “Ponte Preti” sarà in acciaio e non in muratura. Il costo? 24 milioni di euro

Entro la fine del 2025, prenderanno il via i lavori per la costruzione del nuovo Ponte […]

leggi tutto...

25/02/2024 

Cronaca

Chivasso: martedì l’autopsia sul calciatore di 12 anni morto dopo tre accessi al pronto soccorso

Martedì 27 febbraio sarà eseguita l’autopsia sul corpo di Andrea Vincenzi, il dodicenne di Castiglione Torinese […]

leggi tutto...

25/02/2024 

Cronaca

Chivasso: morta per le ustioni riportate nell’incendio. Martedì 27 i funerali di Simona Pivetta

Martedì 27 febbraio alle 15.30, si terranno i funerali di Simona Pivetta, la donna di 72 […]

leggi tutto...

25/02/2024 

Economia

Economia: la Regione Piemonte proroga la concessione dei contributi alle imprese per le fiere espositive

La Regione Piemonte ha annunciato la proroga della Misura di concessione di un contributo a fondo […]

leggi tutto...

24/02/2024 

Cronaca

Locana, donna di 70 anni cade nel torrente Orco. Evitato il dramma grazie ad alcuni passanti

Una donna settantenne di Locana, nel tardo pomeriggio di ieri, venerdì 23 febbraio è caduta accidentalmente […]

leggi tutto...

24/02/2024 

Cronaca

Levone: inaugurato il nuovo mezzo spazzaneve ottenuto grazie all’impegno di Mauro di Fava (FI)

Il sindaco di Levone, Massimiliano Gagnor, insieme al consigliere regionale Mauro Fava e al presidente federazione […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy