22/02/2024

Cronaca

Emergenza Tir nei centri storici dell’Eporediese: Fava (FI): “C’è un problema di segnaletica da risolvere”

Canavese

/
CONDIVIDI

Negli ultimi giorni si sono ripetuti i casi di mezzi pesanti finiti imbottigliati nelle vie strette dei centri storici di alcuni Comuni eporediesi. “Colpa” dei navigatori, che hanno indirizzato gli ignari conducenti attraverso strade tortuose dove i tir hanno finito per rimanere bloccati. “Capisco le preoccupazioni dei sindaci della zona, anche alla luce dei danni al patrimonio pubblico involontariamente provocati dal passaggio dei tir – commenta il consigliere Mauro Fava –. E’ evidente che le sole ordinanze di divieto di transito da parte delle Amministrazioni non bastano, anche perchè che è difficile, se non impossibile, farle applicare. L’unica soluzione è rappresentata dall’installazione di una segnaletica supplementare che indichi agli autisti dei tir le strade da imboccare. Si tratta di un intervento di alcune migliaia di euro che spetta alla Città Metropolitana, ma se fosse necessario la Regione sarebbe pronta a intervenire, come mi hanno assicurato il presidente Cirio e l’assessore Gabusi, che sono attenti alle questioni del territorio, come dimostrato dal loro intervento decisivo per evitare la chiusura dell’autostrada”.

A giudizio del consigliere regionale canavesano Mauro Fava, il collega Alberto Avetta ha fatto della questione un tema di polemica politica, ma sbagliando, a suo giudizio bersaglio: correttamente i sindaci hanno indirizzato la loro lettera di lamentela alla Città Metropolitana, che ha la competenza sulle strade in questione “e che dubito non sia in grado di spendere poche migliaia di euro di cartellonistica stradale per risolvere a tutti il problema. I sindaci e i residenti giustamente si lamentano, ma credo che gli stessi conducenti dei tir sarebbero ben felici di poter seguire delle indicazioni stradali che evitino loro difficoltose manovre attraverso le viuzze dei paesi”.

“La Giunta Cirio ha dimostrato in tutto il suo mandato grande attenzione alle esigenze delle Amministrazioni locali in materia di viabilità – conclude Mauro fava -, sia investendo prontamente risorse importanti per il ripristino delle strade danneggiate dalle calamità, sia sbloccando i progetti di nuove arterie stradali, come nel caso della Variante alla 460, che risolverà un analogo problema di mezzi pesanti nelle vie del centro di Favria e Front”.

14/04/2024 

Cronaca

Dopo lo scontro con Masina durante il Derby della Mole, il portiere della Juve Szczesny operato a Chivasso

In un drammatico episodio avvenuto durante gli ultimi istanti del derby della Mole, il portiere della […]

leggi tutto...

14/04/2024 

Cronaca

Rivarolo-Pont Canavese: in vista della riapertura soppressi i passaggi a livello e due stazioni

Entro la fine dell’anno si aprirà un nuovo capitolo per la ferrovia Rivarolo-Pont: incontri cruciali tra […]

leggi tutto...

14/04/2024 

Cronaca

Chivasso: sfonda la vetrina di un negozio di abbigliamento per rubare delle scarpe. Arrestato

Dopo aver effettuato un furto notturno, un uomo di 31 anni è stato arrestato per aver […]

leggi tutto...

14/04/2024 

Cronaca

Due Postamat esplodono nella notte a Strambino e San Giusto Canavese: bottino da 70mila euro

Nella quiete notturna del Canavese, un’esplosione ha squarciato il silenzio seguita dal rombo di un veicolo […]

leggi tutto...

13/04/2024 

Politica

Mossa a sorpresa del Pd: l’eporediese Mauro Salizzoni sarà capolista del Pd alle prossime regionali

In una mossa strategica che segna una svolta significativa nel panorama politico regionale, il Partito Democratico […]

leggi tutto...

13/04/2024 

Cronaca

Chivassese: drammatico incidente a Casalborgone. 75enne muore schiacciato dall’escavatore

Una tragedia ha colpito la tranquilla comunità di Casalborgone nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 12 […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy