04/01/2024

Cronaca

Diedero fuoco all’ex sede della Croce Rossa di Leini: applicata la “giustizia riparativa” per cinque minori

Leinì

/
CONDIVIDI

Diedero fuoco all’ex sede della Croce Rossa di Leini: applicata la “giustizia riparativa” per cinque minori

Un incendio doloso, cinque minori responsabili e una risposta innovativa da parte della giustizia: è quanto accaduto a Leini, dove i giovani che hanno dato fuoco all’ex sede della Croce Rossa, in via Caviglietto 34, hanno svolto un percorso riparativo con l’associazione locale “Sollievo”.

I fatti risalgono ad aprile 2023, quando gli agenti della polizia locale, intervenuti sul posto, hanno chiamato i vigili del fuoco e hanno evacuato l’area. Hanno anche avviato le indagini, che hanno portato all’identificazione e alla fermata di cinque ragazzi, trovati con degli accendini usati per appiccare le fiamme alla struttura comunale.

I minori sono stati segnalati alla Procura dei Minori di Torino, che ha deciso di applicare la riforma della giustizia voluta dal ministro Cartabia e di affidarli al comando di polizia locale per un percorso di “giustizia riparativa”. Si tratta di una modalità alternativa al processo penale, che prevede il coinvolgimento delle parti offese e dei responsabili in un dialogo costruttivo, finalizzato al recupero dei danni e alla riconciliazione sociale.

Il Comune di Leini ha messo a disposizione l’associazione “Sollievo”, che ha seguito i ragazzi per 40 ore, attraverso attività personali di ascolto e laboratori individuali con dei tutor qualificati, oltre a diversi momenti di confronto e dialogo tra le famiglie e l’istituzione comunale. Al termine del percorso riparativo, i giovani hanno partecipato ad uno spettacolo per mostrare la loro capacità di autostima e di riconoscimento dei loro talenti, attraverso musiche, danze, canzoni e concerti.

Ora le conclusioni del progetto saranno oggetto di una dettagliata relazione che Comune, comando di polizia locale e associazione “Sollievo” invieranno alla Procura dei Minori di Torino.

In questo contesto il comando di Polizia Locale ringrazia per la collaborazione il Comando di Polizia Locale della Città di Torino e il Comando di Polizia Locale di Alpignano, la società Sollievo di Leini che ha permesso di poter espletare il percorso di Giustizia Riparativa. Un vero e proprio lavoro di squadra che ha visto coinvolti non solo i ragazzi ma la magistratura, l’amministrazione comunale, le forze dell’ordine e la società civile.

26/02/2024 

Cronaca

Meteo Piemonte: allerta gialla per la neve anche per martedì 27 febbraio. Nevicata da record in Canavese

Le previsioni meteorologiche hanno trovato piena conferma nella realtà, con una previsione di allerta gialla per […]

leggi tutto...

26/02/2024 

Cronaca

Caselle, nuovi voli Ryanair per Reggio Calabria e Crotone. Torino è collegata con tutti gli scali calabresi

Si amplia il network di destinazioni di Torino Airport per la stagione estiva 2024: lo scalo […]

leggi tutto...

26/02/2024 

Sanità

Cuorgné: sinergia tra Medicina e il Distretto per potenziare la collaborazione ospedale-territorio

La sinergia tra ospedale e territorio, nello specifico tra la Medicina dell’Ospedale di Cuorgnè e il […]

leggi tutto...

26/02/2024 

Cronaca

Chivasso: ribaltano l’armadietto e scrivono frasi offensive contro un delegato. La Fim-Cisl: “Atto vile”

La Fim-Cisl Torino e Canavese ha espresso indignazione per un grave atto intimidatorio subito da Massimo […]

leggi tutto...

26/02/2024 

Sanità

Ivrea: aggressioni in pronto soccorso al personale sanitario. “In tre anni non si è fatto nulla”

Le recenti e drammatiche aggressioni avvenute nei pronto soccorso di Ivrea nel mese di febbraio hanno […]

leggi tutto...

26/02/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: domani, martedì 27 febbraio, ancora acquazzoni e piogge sparse in Canavese

Queste le previsioni del tempo per domani, martedì 26 febbraio, elaborate dal Centro Meteo Italiano: AL […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy