04/01/2024

Cronaca

Diedero fuoco all’ex sede della Croce Rossa di Leini: applicata la “giustizia riparativa” per cinque minori

Leinì

/
CONDIVIDI

Diedero fuoco all’ex sede della Croce Rossa di Leini: applicata la “giustizia riparativa” per cinque minori

Un incendio doloso, cinque minori responsabili e una risposta innovativa da parte della giustizia: è quanto accaduto a Leini, dove i giovani che hanno dato fuoco all’ex sede della Croce Rossa, in via Caviglietto 34, hanno svolto un percorso riparativo con l’associazione locale “Sollievo”.

I fatti risalgono ad aprile 2023, quando gli agenti della polizia locale, intervenuti sul posto, hanno chiamato i vigili del fuoco e hanno evacuato l’area. Hanno anche avviato le indagini, che hanno portato all’identificazione e alla fermata di cinque ragazzi, trovati con degli accendini usati per appiccare le fiamme alla struttura comunale.

I minori sono stati segnalati alla Procura dei Minori di Torino, che ha deciso di applicare la riforma della giustizia voluta dal ministro Cartabia e di affidarli al comando di polizia locale per un percorso di “giustizia riparativa”. Si tratta di una modalità alternativa al processo penale, che prevede il coinvolgimento delle parti offese e dei responsabili in un dialogo costruttivo, finalizzato al recupero dei danni e alla riconciliazione sociale.

Il Comune di Leini ha messo a disposizione l’associazione “Sollievo”, che ha seguito i ragazzi per 40 ore, attraverso attività personali di ascolto e laboratori individuali con dei tutor qualificati, oltre a diversi momenti di confronto e dialogo tra le famiglie e l’istituzione comunale. Al termine del percorso riparativo, i giovani hanno partecipato ad uno spettacolo per mostrare la loro capacità di autostima e di riconoscimento dei loro talenti, attraverso musiche, danze, canzoni e concerti.

Ora le conclusioni del progetto saranno oggetto di una dettagliata relazione che Comune, comando di polizia locale e associazione “Sollievo” invieranno alla Procura dei Minori di Torino.

In questo contesto il comando di Polizia Locale ringrazia per la collaborazione il Comando di Polizia Locale della Città di Torino e il Comando di Polizia Locale di Alpignano, la società Sollievo di Leini che ha permesso di poter espletare il percorso di Giustizia Riparativa. Un vero e proprio lavoro di squadra che ha visto coinvolti non solo i ragazzi ma la magistratura, l’amministrazione comunale, le forze dell’ordine e la società civile.

21/07/2024 

Cronaca

Castellamonte: incidente sul lavoro in frazione Sant’Anna Boschi. Ferito un giovane agricoltore

Castellamonte: incidente sul lavoro in frazione Sant’Anna Boschi. Ferito un giovane agricoltore Un grave incidente sul […]

leggi tutto...

21/07/2024 

Eventi

Chivasso: un matrimonio da favola per Francesco “Pecco” Bagnaia e Domizia Castagnini

Chivasso: un matrimonio da favola per Francesco “Pecco” Bagnaia e Domizia Castagnini Nel cuore dell’estate del […]

leggi tutto...

21/07/2024 

Cronaca

Rivarolo Canavese: incidente stradale in corso Indipendenza. Un’auto si ribalta. Due feriti in ospedale

Rivarolo Canavese: incidente stradale in corso Indipendenza. Un’auto si ribalta. Due feriti in ospedale Incidente stradale […]

leggi tutto...

20/07/2024 

Cronaca

Caluso, un paese invaso dai rifiuti abbandonati. E i cittadini, esasperati, si rivolgono al Comune

Caluso, un paese invaso dai rifiuti abbandonati. E i cittadini, esasperati, si rivolgono al Comune La […]

leggi tutto...

20/07/2024 

Cronaca

Cascinette d’Ivrea: è allarme truffe in Canavese. Finto tecnico dell’Enel deruba una pensionata

Cascinette d’Ivrea: è allarme truffe in Canavese. Finto tecnico dell’Enel deruba una pensionata Con l’arrivo dell’estate […]

leggi tutto...

19/07/2024 

Cronaca

L’onorevole Daniela Ruffino (Az): “Irrazionale chiudere il Nucleo Elicotteri Carabinieri di Volpiano”

L’onorevole Daniela Ruffino (Az): “Irrazionale chiudere il Nucleo Elicotteri Carabinieri di Volpiano” La paventata chiusura del […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy