18/08/2016

Cronaca

Cuorgnè: la storia di Dana, cagnetta scomparsa per otto mesi da casa, diventa un fiaba per bimbi

Cuorgnè

/
CONDIVIDI

La tormentata vicenda di Dana, la cagnetta scomparsa da casa per otto mesi e ritrovata dai guardiaparco tra le splendide montagne del Gran Paradiso, diverrà una fiaba per bambini. Si conclude in un modo più che positivo una storia che ha tenuto in apprensione per mesi la padroncina di Dana e di tutti quei cuorgnatesi che non avevamo mai perso la speranza che fosse ritrovata.
Domenica 16 agosto Dana ha ricevuto nella suggestiva cornice della città ligure di Camogli, il premio internazionale “Fedeltà del Cane”, davanti a centinaia di persone accorse per questa prestigiosa manifestazione.
La storia: Dana spaventata dai rumori delle auto, scappa il 10 maggio dello scorso anno, dalla casa di villeggiatura di Ceresole Reale e inutilmente rincorsa dalla padrona Sabrina, ha iniziato a salire nel Parco.
Molti i tentativi ripetuti ogni giorno nella speranza di ritrovarla. A due settimane dalla scomparsa, ha avuto luogo il primo e isolato avvistamento a quota 2mila metri.
Poi il nulla per tutta l’estate, nonostante le incessanti ricerche e le battute organizzate nel Parco dal Cai di Rivarolo insieme a Sabrina, circondata dalla costante e collaborativa presenza di tanti amici e volontari del Canile.

Nel mese di ottobre si verifica la svolta decisiva: i guardia parco individuano le tracce del cane che si era spostata in una borgata abbandonata ad una quota più bassa. Le sue orme nella neve vengono catturate più volte dalle foto trappole e la zona è circoscritta. Il 30 gennaio, dopo 8 mesi trascorsi non si sa come in quota, finalmente la vicenda si chiude con un commovente lieto fine.
La guardiaparco Raffaella Miravalle, avvista Dana che, stremata, si rifugia in una vecchia baita; la raggiunge, riesce a prenderla in braccio e a riportarla giù verso valle.
Non è difficile immaginare in quel momento l’emozione della sua padrona, che non aveva mai perso la speranza di ritrovarla.

Nel cuore di Dana ci sarà sempre un posto di privilegio per lei e per tutti coloro che l’hanno aiutata a salvarla, compresi i giornalisti che con la loro collaborazione hanno fatto sì che l’attenzione su questa vicenda non venisse mai meno.
Con queste motivazioni il “Premio Bontà” è stato consegnato a Sabrina Mannarino mentre la guardaparco Raffaella Miravalle, che ha avuto un ruolo determinante nel ritrovamento, ha ricevuto una menzione che condividerà con i colleghi che in tutti questi mesi hanno monitorato la situazione con l’ausilio delle foto trappole.
Un ringraziamento particolare per il sostegno concreto alla ricerca è stato espresso al personale del Parco Nazionale del Gran Paradiso, al sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto, ai volontari del Canile di Caluso e Rivarolo, al Cai di Rivarolo, a Marco Rolando e a tutti gli amici e famigliari di Sabrina.

Sabrina, assente perché si trova attualmente all’estero ha affidato ai genitori e al sindaco Pezzetto il compito di ritirare l’onorificenza. Il Sindaco Pezzetto portando i saluti del Parco a nazionale del Gran Paradiso, ha altresì svelato che la vicenda di Dana diverrà un racconto per bambini e ragazzi. “Mi ero impegnato personalmente, non come sindaco, a far costruire intorno al personaggio di Dana un racconto per ragazzi e bambini – spiega il primo cittadino -, il racconto è pronto ed è già stato letto in anteprima da alcuni bambini, così da poterne ottenere un parere, stiamo lavorando alla parte grafica, tutto made in Canavese, utilizzando le eccellenze che abbiamo”.

Dov'è successo?

27/10/2020 

Sanità

Maggior ruolo dei medici di famiglia contro l’emergenza Covid. Accordo tra lRegione e Ordine

Potenziare il meccanismo informativo delle Asl e dei rispettivi Sisp nei confronti di medici di medicina […]

leggi tutto...

27/10/2020 

Cronaca

Nole, svaligiava le cassette delle offerte dei fedeli in chiesta. Arrestato dai carabinieri nomade 24enne

Lo hanno pedinato per parecchio tempo e alla fine i carabinieri lo hanno colto con le […]

leggi tutto...

27/10/2020 

Sanità

Covid, il sindacato degli infermieri Nursind lancia l’allarme: “All’Asl T04 il sistema è al collasso”

Il sistema sanitario regionale e locale sono al collasso. A lanciare l’allarme è il Nursind, il […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Sanità

L’Asl T04 allestisce altri due punti di accesso diretto per i tamponi e ricerca luoghi idonei

L’Asl T04 sta valutando per l’attivazione di due nuovi Punti di accesso diretto per l’esecuzione di […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Cronaca

La sindaca di Settimo Elena Piastra positiva al Covid. L’appello sui social: “Non abbassiamo la guardia”

Elena Piastra, sindaco di Settimo Torinese, è risultata positiva al Coronavirus. È stata l’amministratrice a dare […]

leggi tutto...

26/10/2020 

Cronaca

Ivrea: di notte sul tetto di un’autovettura inveisce contro l’ex titolare. 33enne arrestato dalla polizia

La scorsa notte gli agenti del commissariato Ivrea e Banchette hanno ricevuto la segnalazione di un […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy