26/03/2024

Economia

Crisi Automotive, 119 aziende canavesane hanno richiesto la cassa integrazione preventiva

Canavese

/
CONDIVIDI

Si annunciano tempi difficili per il settore locale dell’Automotive, visto che, stando alle notizie apparse sui media, 119 aziende canavesane del settore negli ultimi mesi hanno richiesto la cassa integrazione preventiva, motivata dal calo di volumi produttivi derivante dalla crisi che sta attraversando l’economia tedesca e dalla scarsa domanda del mercato, nel quale la vendita di auto elettriche continua ad arrancare.

“Spiace dirlo, ma l’avevo detto all’indomani della folle votazione del Parlamento europeo che ha imposto il bando ai motori termici dal 2035. E’ stata una decisione illogica, votata favorevolmente da Pd e Cinquestelle, che il Centrodestra da subito ha condannato – commenta il consigliere regionale di Forza Italia Mauro Fava –. Gli effetti di quella misura insensata stanno cominciando a manifestarsi in modo preoccupante a livello europeo e non erano difficili da prevedere: bastava un minimo di buonsenso. Gli enormi investimenti affrontati dalle case automobilistiche europee per sviluppare nuovi modelli elettrici finora non hanno portato alcun risultato e le vendite, soprattutto in Italia, restano ferme al palo, quando non crollano decisamente, come in Germania (-54,9%). Nel frattempo, assistiamo ad una vera e propria invasione di nuovi marchi cinesi, dall’affidabilità a lungo termine sulla quale mi permetto di dubitare, che possono contare su prezzi molto concorrenziali grazie ad un costo di lavoro e materie prime molto basso e ad importanti sostegni economici da parte del governo cinese.
E’ evidente che la strada imboccata porterebbe l’economia europea a schiantarsi contro un muro, ma probabilmente, lo spero almeno, siamo ancora in tempo per effettuare una rapida inversione di marcia – continua ancora Fava – Non si può correre dietro all’ottusità degli ambientalisti radicali, ci vuole pragmatismo e comprensione dei bisogni concreti della gente e delle richieste del tessuto produttivo”.

A giudizio del consigliere regionale la richiesta di cassa integrazione preventiva non significa che quelle aziende siano a rischio di chiusura, ma rappresenta comunque un segnale d’allarme che va tenuto in considerazione. Il Governo italiano guidato dal centrodestra si è schierato nettamente contro il bando ai motori termici dal 2035 e sempre più case automobilistiche stanno lanciando l’allarme sui danni che tale bando potrebbe arrecare se venisse davvero attuato: è tempo che l’UE riconosca l’errore compiuto e torni sui suoi passi.

“Nel frattempo, per come la vedo io, bisognerebbe attuare due serie di misure per rivitalizzare il mercato e tutelare la nostra produzione industriale, mutuando in parte quanto già stabilito per esempio in Francia: primo, concedere gli incentivi all’acquisto solo per i veicoli prodotti interamente (non solamente assemblati) in Europa; secondo, nel caso in cui a fine anno la quota di incentivi destinata alle auto elettriche rimanesse in parte inutilizzata, incrementare ulteriormente i bonus all’acquisto dei veicoli nuovi o km 0 a motore termico a fronte della rottamazione di auto vecchie di categoria Euro 4 o inferiore. L’obiettivo deve essere quello di svecchiare il parco auto circolante e ben venga la vendita di modelli diesel o benzina di ultima generazione, che sono più alla portata dei budget delle famiglie italiane rispetto alle costose e poco pratiche auto elettriche”.

14/04/2024 

Cronaca

Dopo lo scontro con Masina durante il Derby della Mole, il portiere della Juve Szczesny operato a Chivasso

In un drammatico episodio avvenuto durante gli ultimi istanti del derby della Mole, il portiere della […]

leggi tutto...

14/04/2024 

Cronaca

Rivarolo-Pont Canavese: in vista della riapertura soppressi i passaggi a livello e due stazioni

Entro la fine dell’anno si aprirà un nuovo capitolo per la ferrovia Rivarolo-Pont: incontri cruciali tra […]

leggi tutto...

14/04/2024 

Cronaca

Chivasso: sfonda la vetrina di un negozio di abbigliamento per rubare delle scarpe. Arrestato

Dopo aver effettuato un furto notturno, un uomo di 31 anni è stato arrestato per aver […]

leggi tutto...

14/04/2024 

Cronaca

Due Postamat esplodono nella notte a Strambino e San Giusto Canavese: bottino da 70mila euro

Nella quiete notturna del Canavese, un’esplosione ha squarciato il silenzio seguita dal rombo di un veicolo […]

leggi tutto...

13/04/2024 

Politica

Mossa a sorpresa del Pd: l’eporediese Mauro Salizzoni sarà capolista del Pd alle prossime regionali

In una mossa strategica che segna una svolta significativa nel panorama politico regionale, il Partito Democratico […]

leggi tutto...

13/04/2024 

Cronaca

Chivassese: drammatico incidente a Casalborgone. 75enne muore schiacciato dall’escavatore

Una tragedia ha colpito la tranquilla comunità di Casalborgone nel tardo pomeriggio di oggi, venerdì 12 […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy