16/01/2024

Cronaca

Città Metropolitana di Torino: un abitante su dieci è straniero tranne che nei comuni montani

Torino

/
CONDIVIDI

Città Metropolitana di Torino: un abitante su dieci è straniero tranne che nei comuni montani

Sono 209.474, su una popolazione complessiva di 2.198.237 persone, gli stranieri residenti sul territorio della Città metropolitana di Torino, pari al 9,52% della popolazione: è il dato che emerge dalla fotografia sul fenomeno migratorio presentato nel Rapporto 2022 dell’Osservatorio interistituzionale sugli stranieri in provincia di Torino.

Il Rapporto, giunto alla sua venticinquesima edizione, è il frutto di una collaborazione fra più enti coordinati dalla Prefettura di Torino: Regione Piemonte, Città metropolitana, Comune di Torino, Questura, Comando provinciale dei Carabinieri, Ufficio scolastico regionale per il Piemonte, Centro giustizia minorile del Piemonte, Liguria, Valle d’Aosta e Massa Carrara, Camera di Commercio, Direzione territoriale del lavoro, Direzione regionale I.N.A.I.L., Osservatorio regionale per l’Università e il diritto allo studio, Agenzia Piemonte Lavoro, F.I.E.R.I. (Forum internazionale ed europeo di ricerche sull’immigrazione).

L’obiettivo è quello di fornire ogni anno, in modo dinamico, un quadro del livello di integrazione sociale dei cittadini stranieri a livello locale, con riferimento anche al tema dei minori non accompagnati. In generale il dato che emerge è che il fenomeno migratorio ha concluso la sua espansione e si sta stabilizzando: ovviamente Torino fa la parte del leone, con circa 134mila stranieri residenti su una popolazione di 858mila persone, mentre sul territorio metropolitano i numeri sono inferiori e in calo (escludendo il capoluogo la percentuale di immigrati è del 6, 18%), anche se quasi tutti i 312 Comuni sono interessati dal fenomeno.

“Occorre notare che i piccoli Comuni montani in alcuni casi non hanno praticamente stranieri: è il caso di Frassinetto, Moncenisio e Ribordone, comuni piccolissimi con zero stranieri, o di Balme, Prali, Ingria, Valprato, che ne hanno uno solo – spiega la consigliera delegata alle politiche sociali della Città metropolitana di Torino Valentina Cera -. Concentrare nei grandi centri e e non avere la possibilità di accogliere su tutto il territorio metropolitano, e specialmente nei piccoli borghi che rischiano di spopolarsi, non è la strada giusta: come Città metropolitana vogliamo dare impulso a politiche territoriali di inclusione, di reale integrazione anche nelle aree più interne e montane”.

La voglia di integrazione, peraltro, emerge anche dai dati sull’aumento delle richieste di cittadinanza italiana, cresciute di quasi il 42% rispetto all’anno precedente, ma anche dalla crescente presenza di imprenditoria di origine immigrata (31mila attività economiche a fine 2022).

E poi ci sono i giovani in età scolare: su 242 mila alunni sul territorio metropolitano, 33.774 sono alunni senza la cittadinanza italiana e poco più di 23mila con la cittadinanza

04/03/2024 

Economia

Volpiano, fondi per pagare il mutuo della prima casa. Tutte le informazioni sul sito del Comune

Il Comune di Volpiano, in conformità a quanto stabilito dalla Regione Piemonte, mette a disposizione dei cittadini, aventi […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Dramma a Chivasso: 73enne si toglie la vita lanciandosi dal balcone al quarto piano della casa dove viveva

Una tragedia si è consumata nella mattina di ieri, domenica 3 marzo a Chivasso, dove un […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Chivasso: al via un contest fotografico e marcia antimafia in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Saranno ricordate martedì 19 marzo a Chivasso le vittime innocenti delle mafie, in concomitanza con la […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Sanità

Cuorgnè: riprende, dopo la pandemia, l’attività della “Palestra della Memoria” per combattere l’Alzheimer

In risposta al Piano Regionale delle Cronicità 2018-2019 Regione Piemonte si avviava l’apertura del “Punto di […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Grave incidente sul lavoro a Ozegna. Operaio trasportato in eliambulanza all’ospedale di Ciriè

Un grave incidente sul lavoro si è verificato nella tarda mattinata di oggi, lunedì 4 marzo, […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: dopo la tregua di oggi, da domani, martedì 5 marzo, ritornano pioggia e neve

Queste le previsioni del tempo per domani, martedì 5 marzo, elaborate dal Centro Meteo Italiano: AL […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy