09/06/2021

Cronaca

Chiaverano: giovani danneggiano chiesa e parrocchia. Il Comune è pronto alla denuncia

CONDIVIDI

Rottura continua di tegole dell’abitazione del parroco, immondizia gettata con spregio sul tetto della parrocchia, distacco dell’intonaco dalla chiesa di Santa Marta (nella foto): il Comune di Chiaverano dichiara guerra ai vandali che da tempo imperversano nella piazza della Chiesa e al Parco della Rimembranza ei si dichiara pronto a denunciare alla procura della Repubblica di Ivrea i giovani autori degli atti vandalici. A darne notizia sul sito web del Comune è l’Amministrazione guidata dal sindaco Maurizio Fiorentini: “I comportamenti segnalati sono inaccettabili: rottura continua di tegole dell’abitazione del parroco, immondizia gettata con spregio sul tetto della stessa abitazione, distacco di intonaco dalla Chiesa di Santa Marta – si legge nel comunicato -. L’esuberanza giovanile è accettabile solo fino a un certo limite, limite che è stato ampiamente superato. I ragazzi e ragazze in questione sono in parte di Chiaverano e in parte di loro amici non di Chiaverano. Alcuni sappiamo chi sono, altri al momento non ancora, ma provvederemo a identificarli in modo da denunciarli presso la Procura della Repubblica di Ivrea qualora questi comportamenti continuassero. Invitiamo pertanto i genitori a far presente ai loro figli che questi comportamenti possono avere serie conseguenze economiche e giudiziarie anche per gli stessi genitori nel caso di figli minorenni”.

Ma non è tutto: oltre a questo, spesso alcuni di questi ragazzi hanno l’abitudine di salire sulla balaustra che delimita la Chiesa e il Parco della Rimembranza. La balaustra è pericolosa, avvertono gli amministratori: qualora si cadesse le conseguenze potrebbero essere letali visto che si precipiterebbe per molti metri.

“La cosa incredibile è che non solo chi riprende questi ragazzi per farli scendere viene ignorato ma è anche successo che la madre di un ragazzo ha avuto da ridire con la persona che ‘si è permessa’ di dire a suo figlio di scendere. Mi spiace dire che questa madre evidentemente non ha a cuore la sicurezza del proprio figlio – afferma il sindaco Fiorentini -. A breve valuteremo di mettere dei cartelli di divieto di salire sulla balaustra con una multa per chi non rispetterà il divieto e adotteremo qualche soluzione di controllo e sorveglianza dell’area. Ci fosse un minimo di educazione e di rispetto tutto ciò non sarebbe necessario”.

L’Amministrazione comunale comunica altresì che lunedì 14 giugno alle 18,00 si terrà in Municipio un incontro per dare vita a un Centro Giovani sperimentale. “Sarebbe auspicabile che proprio questi ragazzi e ragazze partecipassero a questa iniziativa” conclude il primo cittadino.

 

25/05/2024 

Cronaca

San Giorgio Canavese: incidente autostrada Torino-Aosta. Tre le auto coinvolte nel sinistro

San Giorgio Canavese: incidente autostrada Torino-Aosta. Tre le auto coinvolte nel sinistro Un incidente stradale ha […]

leggi tutto...

25/05/2024 

Cronaca

Cuorgnè, nuovo look nella città “alta” grazie ai 400 mila euro stanziati dalla Green Community

Cuorgnè, nuovo look nella città “alta” grazie ai 400 mila euro stanziati dalla Green Community Cuorgnè, […]

leggi tutto...

24/05/2024 

Eventi

Strambino: domani, sabato 25, ultimo appuntamento con il “Festival delle Famiglie” del Cissac

Strambino: domani, sabato 25, ultimo appuntamento con il Festival delle Famiglie del Cissac Ultimo appuntamento con […]

leggi tutto...

24/05/2024 

Cronaca

Dramma a Ciriè: 85enne trovato cadavere nella vasca da bagno. Stroncato, forse, da un malore

Dramma a Ciriè: 85enne trovato cadavere nella vasca da bagno. Stroncato, forse, da un malore Una […]

leggi tutto...

24/05/2024 

Eventi

Chivasso celebra la Festa della Repubblica e ricorda l’uccisione dell’antifascista Giacomo Matteotti

Chivasso celebra la Festa della Repubblica e ricorda l’uccisione dell’antifascista Giacomo Matteotti Nel 78esimo anniversario del […]

leggi tutto...

24/05/2024 

Cronaca

Riapertura estiva della Sp 32 della Valle di Viù: nuove regole per visitare il Lago di Malciaussia

Riapertura estiva della Sp 32 della Valle di Viù: nuove regole per visitare il Lago di […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy