29/05/2024

Cronaca

Chiaverano: cianobatteri nel lago Sirio. Scatta l’allarme ma non è ancora vietata la balneazione

Chiaverano

/
CONDIVIDI

Chiaverano: cianobatteri nel lago Sirio. Scatta l’allarme ma non è ancora vietata la balneazione

In seguito ai recenti controlli di routine, i tecnici dell’Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale (Arpa) del Piemonte hanno rilevato un aumento preoccupante dei livelli di cianobatteri nel Lago Sirio, superando la soglia di allerta. Sebbene non sia stato imposto un divieto di balneazione, il Comune ha emesso un avviso cautelativo basato sulle raccomandazioni di Arpa, invitando i bagnanti ad essere prudenti.

I cianobatteri identificati appartengono al genere Aphanizomenon, alcuni dei quali sono conosciuti per la loro capacità di produrre cianotossine nocive. Di conseguenza, Arpa ha sconsigliato la balneazione e l’uso dell’acqua del lago per gli animali domestici, a causa del potenziale rischio di esposizione a queste tossine.

Nonostante i valori attuali non giustifichino restrizioni formali, è stato suggerito che i turisti siano adeguatamente informati dei rischi. Si raccomanda l’installazione di cartelli informativi nei punti di accesso alla spiaggia, avvertendo che l’esposizione alle acque contaminate potrebbe causare effetti locali reversibili, inclusi sintomi dermatologici, gastrointestinali e respiratori.
Gli animali domestici, in particolare i cani, sono considerati a rischio elevato, poiché possono ingerire grandi quantità di acqua contaminata o assorbire indirettamente le tossine leccandosi il pelo dopo il bagno. Attualmente, la situazione è monitorata come pre-allerta, con Arpa che ha programmato analisi microscopiche settimanali per tenere sotto controllo la proliferazione dei cianobatteri.

Ulteriori analisi determineranno l’evoluzione della situazione e le eventuali misure da adottare. La presenza di cianobatteri è stata confermata in vari punti del lago, e il sindaco di Chiaverano, Maurizio Fiorentini, ha dichiarato che l’avviso ricevuto è di natura precauzionale e che le decisioni future saranno prese sulla base delle informazioni che emergeranno nei giorni a venire.

Il Lago Sirio ha già affrontato problemi simili in passato, con un episodio significativo registrato nel 2019, segnalando un’accelerazione del processo di eutrofizzazione. Le autorità locali e gli esperti ambientali stanno lavorando insieme per garantire la sicurezza dei cittadini e la salute dell’ecosistema lacustre.

25/06/2024 

Cronaca

Canavese: siglata l’intesa tra i carabinieri e la Smat per contrastare l’odioso fenomeno delle truffe

Canavese: siglata l’intesa tra i carabinieri e la Smat per contrastare l’odioso fenomeno delle truffe Nella […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Eventi

A Cuceglio la selezione di Miss Italia: Rebecca Patti conquista la fascia di “Miss Tenuta Roletto”

A Cuceglio la selezione di Miss Italia: Rebecca Patti conquista la fascia di “Miss Tenuta Roletto” […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Cronaca

Volpiano: il Consiglio approva lo stanziamento di oltre 900 mila euro per un asilo da 39 posti

Volpiano: il Consiglio approva lo stanziamento di oltre 900 mila euro per un asilo da 39 […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Cronaca

Chialamberto: scooter si schianta contro una casa. Ragazzo di 17 anni gravissimo in ospedale

Chialamberto: scooter si schianta contro una casa. Ragazzo di 17 anni gravissimo in ospedale Un terribile […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Cronaca

Ingria-Pont Canavese: ciclista cade con la bici in una scarpata. Trasportata in elicottero in ospedale

Ingria-Pont Canavese: ciclista cade con la bici in una scarpata. Trasportata in elicottero in ospedale Un […]

leggi tutto...

25/06/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: ancora maltempo domani, mercoledì 26 giugno. Temporali anche in Canavese

Queste le previsioni del tempo per domani, mercoledì 26 giugno, elaborate dal centrometeoitaliano.it: NAZIONALE AL NORD […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy