19/07/2015

Economia

CCA, iniziano le polemiche per le nomine in consiglio di amministrazione

Canavese

/
CONDIVIDI

Il problema dell’Alto Canavese adesso è quello di eleggere il nuovo Consiglio di Amministrazione del Consorzio Canavesano Ambiente (CCA) che si occupa della raccolta e lo smaltimento dei rifiuti di ben 51 comuni.

Come al solito, i campanilismi e le divisioni hanno avuto la meglio e l’elezione rischia di “saltare” almeno fino a quando non sarà trovato un accordo che soddisfi la maggior parte dei sindaci. E’ la solita storia che rende difficili le cose semplici. Il nodo da sciogliere è il seguente: buona parte dei comuni che hanno a suo tempo aderito al Consorzio intende proporre un proprio candidato. Il problema è matematico: le poltrone in Consiglio di Amministrazione sono cinque, di cui due devono essere assegnati ai rappresentanti dei ai comuni dell’Eporediese. Quindi, in sostanza, al canavese ne sarebbero assegnati tre.

Troppo pochi per soddisfare le ambizioni di tanti primi cittadini. La “querelle” però rischia di penalizzare la gestione della società e quella dei servizi pubblici resi al cittadino. E’ indubbio che il ragionamento che dovrebbe essere fatto (seguendo il buonsenso) è quello di superare le divisioni per individuare una linea comune. In definitiva, o si ragiona in termini di territorio e di sistema, come ha sempre predicato e auspicato il sindaco di Cuorgnè Beppe Pezzetto, o l’area Alto Canavesana non riuscirà mai a trovare la possibilità di rimettersi in piedi. A giudizio del primo cittadino cuorgnatese, i candidati andrebbero individuati in base alle competenze e non secondo una logica di appartenenza politica o legate al peso specifico di alcuni comuni.

Per questo l’Amministrazione di Cuorgnè ha deciso consapevolmente di fare un passo indietro: per dimostrare che può essere possibile dare vita a una lista condivisa. Le voci sui possibili papabili in questi giorni si rincorrono frenetiche: Valperga ha intenzione di esprimere un suo candidato, esattamente come intende fare Castellamonte e Rivarolo. La polemica non finisce qui. Alla faccia della strategia comune che dovrebbe caratterizzare l’azione dell’Area Omogenea. Se il buongiorno si vede dal mattino….

16/04/2021 

Cronaca

Rivarolo: domani, sabato 17 aprile, l’ultimo saluto ai coniugi Dighera. Domenica 18 è lutto cittadino

La Comunità di Rivarolo Canavese saluterà per l’ultima volta Osvaldo Dighera e la moglie Liliana Heidempergher […]

leggi tutto...

15/04/2021 

Sanità

L’ozonoterapia per i pazienti affetti da Covid. L’assessore Icardi: “Effetti benefici evidenti”

“Recenti articoli suggeriscono la possibilità che l’ozonoterapia sistemica sia un efficace supporto in fase precoce della […]

leggi tutto...

15/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 1.264 nuovi contagi e 26 i decessi. I pazienti guariti sono 2.155 rispetto a ieri

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 17,00 di oggi, giovedì 15 aprile, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

15/04/2021 

Cronaca

Strada provinciale di Canischio: al via i lavori di consolidamento sulla frana causata dal maltempo

Sono stati consegnati i lavori di completamento per il consolidamento della frana causata dalle forti piogge […]

leggi tutto...

15/04/2021 

Sanità

Covid: stabile il numero dei ricoverati negli ospedali dell’Asl. Cala la pressione sui pronto soccorso

La pandemia di Coronavirus corre ancora ma negli ospedali canavesani che fanno capo all’Asl T04 la […]

leggi tutto...

15/04/2021 

Cronaca

Strage di Rivarolo: emergono nuovi dettagli. Il pensionato aveva ucciso figlio e moglie al mattino

L’esame autoptico effettuato dal medico legale Roberto Testi e disposto dalla procura di Ivrea sulle salme […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy