26/01/2018

Cronaca

Caselle, sul raccordo autostradale ritorna l’incubo del lancio dei sassi sulle auto dai cavalcavia

CONDIVIDI

Sfiorata la strage sul raccordo autostradale che collega Torino al’aeroporto di Caselle all’altezza del cvamopi nomadi di via Germagnano: ignoti hanno lanciato sassi dal cavalcavia colpendo tre auto in corsa. Per fortuna non si sono registrate vittime, ma l’episodio criminale si sta trasformando in un vero e proprio incubo per le migliaia di automobilisti che percorrono quotidianamente l’arteria stradale. E’ accaduto nella serata di ieri, giovedì 25 gennaio.

I lanciatori di pietre hanno colpito tre auto che stavano viaggiando in direzione di Caselle: un’Alfa Romeo 146 alla cui guida si trovava un uomno di 45 anni residente a Torino, una Fiat Panda condotta da un’impiegata 30enne di San Mauro Torinese e una Peugeot 307 guidata da un 60enne di Fossano. L’uomo è stato il primo ad essere colpito dal pericoloso lancio di sassi: è stato per un vero miracolo se l’auto non è uscita di strada perchè l’automobilista si è istitntivamente coperto il viso e ha pigiato il pedale del freno,

Trascorso il primo momento di shock, a prendere il telefono cellulare e a chiamare le forze dell’ordine. Le tre auto sono rimaste bloccate sul raccordo autostradale mentre sul luogo sono tempestivamente intervenuti gli agenti della polizia stradale di Torino.

I carabinieri, invece, hanno accuratamente ispezionato i campi circostanti il cavalcavia. La sassaiola è durata pochi minuti e poi gli autori sono fuggiti senza lasciare traccia. Non è la prima volta che accadono episodi del genere: lo scorso dicembre oggetto di una fitta sassaiola erano stati alcuni dipendenti dell’Amiat. Le indagini sull’accaduto continuano serrate.

Dov'è successo?

26/01/2022 

Cronaca

Carceri: su 4mila detenuti oltre mille sono stati positivi al Covid. Il garante: “Sistema inadeguato”

“Su 3.700 posti e una presenza reale di oltre 4.000 persone, sono stati più di 1.000 […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte, contagi stabili: oggi sono oltre 14 mila. 12 i decessi e oltre 17mila i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, mercoledì 26 gennaio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Smog: torna il semaforo verde nei comuni di Chivasso, Ciriè, Poirino, Rivarolo e San Maurizio

Da domani, giovedì 27 gennaio fino a venerdì 28, giorno in cui Arpa verificherà il perdurare dei fenomeni di […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Il ciclista Bernal grave dopo un incidente: Claudio Leone: “Ti aspettiamo per la tappa del Giro”

È stabile ma ancora in gravi condizioni di salute il campione di ciclismo colombiano che nella […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Ivrea: nascondevano in casa oltre mezzo chilogrammo di droga. In manette un italiano e una colombiana

Nei giorni scorsi il personale del Commissariato di Ivrea nel corso di un’operazione di polizia giudiziaria […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: fine settimana di maltempo al Centro-Sud. Da domenica, però, tornerà il bel tempo

Ecco le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it Tutti i principali modelli mostrano una blanda saccatura […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy