03/10/2015

Cronaca

Caselle, il passeggero inventò l’allarme bomba per una ripicca

Caselle

/
CONDIVIDI

Non c’è matassa che non si possa sbrogliare. E così anche per la vicenda originata dal falso allarme bomba che nella serata di mercoledì scorso ha costretto l’aereo dell’Alitalia in partenza alle ore 21,00 per Roma Fiumicino a interrompere il rullaggio. L’autore della telefonata effettuata è stato denunciato per procurato allarme. La polizia aeroportuale ha ricostruito l’esatta dinamica della vicenda che ha fatto vivere a centinaia di passeggeri autentici attimi di terrore.

All’inizio si era pensato che il passeggero avesse telefonato al 113 affermando che a bordo del veicolo era presente una bomba perché era in ritardo e temeva di perdere il volo. In realtà ha agito per ripicca nei confronti della Compagnia aerea. Il motivo? Il passeggero era giunto all’aeroporto “Sandro Pertini” in notevole anticipo pensando di poter salire a bordo del volo che decollava alle 19,00 ma aveva prenotato quello delle 21,00. L’uomo aveva insistito per poter anticipare la partenza e, quando si è reso conto che non era assolutamente possibile è scattata la ripicca. Nell’effettuare la telefonata anonima alla polizia aveva affermato di aver sentito dire a due arabi presenti nello scalo che a bordo di quell’aereo, l’ultimo della giornata in partenza per la capitale, c’era una bomba. Subito è scattato l’allarme. L’aereo ha interrotto il rullaggio mentre le forze dell’ordine hanno provveduto a far sgomberare i passeggeri. Gli accurati controlli effettuati non hanno rivelato la presenza di alcun ordigno.

Dopo aver trascorso la notte al posto di polizia, il passeggero è ripartito il mattino dopo per Palermo dove aveva un appuntamento di lavoro. Sembra che non sia nuovo a episodi di questo genere. L’aereo è ripartito per Roma con oltre due ore di ritardo. L’autore del falso allarma e, oltre ad essere denunciato è stato segnalato al Ministero dei Trasporti e all’Alitalia: con ogni probabilità il suo nome finirà nella lista dei viaggiatori indesiderati.

11/04/2021 

Cronaca

Chiesanuova: cade dalla motocicletta mentre corre tra i boschi. 22enne salvato dal Soccorso Alpino

Stava percorrendo in sella alla sua motocicletta la strada tortuosa e stretta che da località Belice […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Sanità

Emergenza Covid in Piemonte: oggi, domenica 11 aprile, 1.372 nuovi casi e 13 decessi. 1.660 i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle ore 16,00 di oggi, domenica 11 aprile, l’Unità di […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Rivarolo, il sindaco Rostagno: “Il padre non aveva più fatto seguire dal Ciss 38 il figlio disabile”

È visibilmente provato il sindaco di Rivarolo Alberto Rostagno. Questa mattina, alle 7,00, si è recato […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Cronaca

Omicidio a Rivarolo: procura e carabinieri indagano a tutto campo. La città sconvolta, si interroga

Nella mattina uggiosa di oggi, domenica 11 aprile, Rivarolo si è svegliata nella morsa di un […]

leggi tutto...

11/04/2021 

Sanità

Emergenza Coronavirus: due nuovi centri vaccinali anti-Covid a Volpiano e San Benigno Canavese

Sabato 10 aprile a Volpiano sono entrati in funzione due centri vaccinali locali, nella sala polivalente […]

leggi tutto...

10/04/2021 

Sanità

Covid: da lunedì 12 aprile la provincia di Torino tornerà in zona arancione. Riaprono i negozi e scuole

Gli esperti e gli epidemiologi dell’Unità di crisi della Regione Piemonte, convocati per le 13,00 di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy