10/10/2015

Economia

Canavese, si paventa un autunno “caldo” per il comparto metalmeccanico

Canavese

/
CONDIVIDI

Sarà un autunno “caldo” per il settore metalmeccanico canavesano. In gioco c’è il rinnovo dei contratti nazionali di lavoro scaduti ormai da tempo e sui quali non è ancora stata trovata un’intesa tra Confindustria e Sindacati. E intanto infuria la polemica tra le parti, innescata dal presidente di Confindustria Giorgio Squinzi il quale, nei giorni scorsi ha dichiarato senza mezzi termini che non è più possibile dare corso alla trattativa con le Organizzazioni sindacali confederali.

Il motivo? A giudizio di Squinzi il modello contrattuale in discussione è decisamente superato. Anche in Canavese il Sindacato esprime tutta la propria preoccupazione per la rigidità dimostrata dall’Associazione che tutela e rappresenta le più grandi industrie metalmeccaniche italiane. Le dichiarazioni di Squinzi hanno causato l’effetto di una inaspettata deflagrazione in momento delicatissimo del confronto tra le parti. Il fatto che Confindustria abbia palesato di compiere marcia indietro, nel contesto di una crisi drammatica che ha colpito il settore metalmeccanico anche se il comparto in Canavese presenta qualche confortante segnale di ripresa, non è accettabile.

La Fim-Cisl non solo critica aspramente la posizione assunta da Confindustria ma preannuncia battaglia in tutte aziende canavesane in cui il sindacato è rappresentato. La Fim Torino-Canavese non ha dubbi: il contratto nazionale di lavoro andrà anche rivisto e corretto in alcune sue parti ma non può essere derubricato come se non fosse mai esistito. E ancora: in tutte le aziende verrà presentata una piattaforma per rilanciare il confronto con gli imprenditori e rilanciare, nel contempo, la contrattazione aziendale.

Dov'è successo?

21/10/2020 

Eventi

Canavese: “DiscoVintage” sulla cresta dell’onda torna a trasmettere dai microfoni di Radio Alfa

L’Associazione di Dj e Speaker che operarono dal Canavese, si arricchisce di un nuovo componente, Beppe […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: sette i decessi e record di contagi (+1.799 rispetto a ieri). In aumento i ricoveri

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.613 (+ […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Canavese: derubavano anziani soli. Sgominata dalla polizia una banda di ladri e truffatori

Agivano tra le province di Torino, Cuneo e in Val d’Aosta e si presume siano autori […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Rondissone, mezzi pesanti in sosta lungo la strada e rifiuti: Amazon disponibile a eliminare i problemi

Amazon si è resa disponibile a limitare i problemi legati allo stazionamento dei mezzi pesanti sulla […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

Trasporti pubblici in sciopero: venerdì “caldo” per studenti e pendolari. Disagi anche nella Sanità

Venerdì 23 ottobre le organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, O.S. Ugl Autoferrotranvieri e dalla Rsu del personale […]

leggi tutto...

21/10/2020 

Cronaca

La città Metropolitana: “Il Ponte Preti si farà. Fondi per 19,5 milioni. Prosegue la progettazione”

Non è in discussione la realizzazione di una nuova struttura che sostituisca il Ponte Preti, sulla […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy