20/07/2015

Cronaca

Canavese, falso dentista minaccia un paziente e finisce in manette

Canavese

/
CONDIVIDI

Le minacce viaggiavano su Facebook e Whatsapp. Destinatario il cliente canavesano di studio dentistico di Torino. Mittente un odontotecnico di 45 anni che si spacciava per dentista. La vicenda presenta degli aspetti inquietanti: il falso dentista e la vittima dell’estorsione si erano conosciuti in cella, perché il primo stava scontando una pena per truffa. Stringono amicizia. La vittima aveva bisogno di effettuare cure odontoiatriche: si ricorda del falso professionista conosciuto in carcere e si rivolge a lui. La parcella concordata è di 10 mila euro.

Per mesi tutto bene. Al termine della cura, l’odontoiatra gli presenta una nuova parcella raddoppiata. In tutto oltre 20 mila euro. Il malcapitato si è rifiutato di pagare un corrispettivo così spropositato e che era ben lontano dalla parcella concordata in precedenza. E da qui è iniziata un’odissea terminata con una denuncia per estorsione.

Per convincere il paziente a pagare il falso professionista avrebbe inviato messaggi intimidatori via internet e attraverso whatsapp.

E non è tutto: per essere sicuri di incassare la somma, l’odontotecnico aveva assoldato un altro uomo, anch’esso conosciuto in carcere, per costringere il paziente riottoso. Alla fine quest’ultimo impaurito non ha più retto alla pressione e ha sporto denuncia ai carabinieri.

Nel corso delle indagini gli uomini della Compagnia di Venaria hanno scoperto che il presunto dentista possedeva in realtà solo un diploma da odontotecnico. L’uomo è stato denunciato per esercizio abusivo della professione e concorso in estorsione.

Lo scagnozzo assoldato per il recupero crediti è stato colto in flagrante dai carabinieri mentre incassava la seconda rata ed è finito in manette.

Dov'è successo?

29/10/2020 

Sanità

Emergenza Covid: l’Esercito potenzia gli ospedali del Piemonte con tensostrutture sanitarie esterne

La collaborazione tra la Regione Piemonte, le Forze Armate e la Brigata Alpina “Taurinense”, nell’ambito del […]

leggi tutto...

29/10/2020 

Sanità

Cuorgnè, sulla chiusura del pronto soccorso la Lega assicura: “Scelta non irreversibile”

I consiglieri regionali della Lega Salvini Piemonte eletti nei territori del Torinese e del Canavese rassicurano […]

leggi tutto...

29/10/2020 

Sanità

Covid: ospedale di Chivasso in tilt. Pronto soccorso al collasso. Gravi criticità in tutta l’Asl T04

Nell’arco di neanche un giorno il pronto soccorso dell’ospedale di Chivasso è andato letteralmente in tilt. […]

leggi tutto...

29/10/2020 

Cronaca

Covid, il Canavese nel caos per i tamponi. Avetta (Pd): “Non si può scaricare tutto sulle spalle dei sindaci”

Un’emergenza è un’emergenza. E per contrastarla occorrono misure eccezionali. Non si può scaricare tutto sulle spalle […]

leggi tutto...

29/10/2020 

Sanità

Rivarolo: 91 i casi positivi al Covid. Il sindaco Rostagno: “Siamo in una fase sanitaria critica”

Su 1.857 tamponi eseguiti, dall’inizio della pandemia ad oggi, a Rivarolo Canavese sono attualmente presenti 91 […]

leggi tutto...

28/10/2020 

Sanità

Covid, i sindacati dei medici e degli infermieri: “Si faccia subito un’area di degenza extra ospedaliera”

L’Anaao-Assomed, l’associazione dei medici dirigenti e il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche hanno espresso, in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy