09/12/2022

Cronaca

Canavese: sì del Consiglio regionale la legge regionale per i cartelli stradali in italiano e piemontese

Locana

/
CONDIVIDI

La segnaletica turistica potrà avere doppia denominazione, in italiano e in piemontese, utilizzando toponimi conformi alle tradizioni linguistiche del luogo, nel rispetto delle norme del Codice della strada. È una delle novità introdotte dalla legge di modifica al testo unico sulla cultura (l.r. 11/2018), che inserisce una serie di elementi per la salvaguardia e valorizzazione del patrimonio linguistico e dialettale piemontese.

Il provvedimento, approvato a maggioranza dal Consiglio regionale, prevede la stipula di una convenzione tra la Regione e l’Ufficio scolastico regionale per svolgere nelle scuole attività didattiche extra curriculari e facoltative per l’apprendimento orale e scritto di tale patrimonio, tenute da docenti con un’adeguata conoscenza linguistica, verificata sulla base di criteri definiti nella convenzione stessa. Inoltre, forme di collaborazione con gli atenei piemontesi e con associazioni, istituti e centri culturali e universitari, per promuovere la ricerca storica e scientifica su lingue e dialetti, anche attraverso borse di studio per tesi di laurea.
Istituisce, infine, la Consulta per la valorizzazione e promozione del patrimonio linguistico e dialettale del Piemonte con compiti di osservatorio e funzioni propositive e consultive nei confronti della Giunta.

Per il primo firmatario e relatore di maggioranza, Andrea Cane (Lega) “Le lingue e i dialetti storicamente parlati nella nostra regione sono un elemento qualificante della nostra identità ma anche delle diversità culturali di un territorio e questa legge ha l’obiettivo di incentivarne la conoscenza e l’uso, non perché lo vuole un partito ma perché sono parte integrante della nostra storia”.

Diego Sarno (Pd), relatore di opposizione, pur apprezzando l’accoglimento nel testo di alcune delle richieste avanzate, ha ribadito contrarietà rispetto all’impianto di una legge “né urgente né utile per il Piemonte. Ne verificheremo andamento ed efficacia, soprattutto in relazione allo svolgimento di lezioni in dialetto”.
La legge è stata votata al termine di un serrato dibattito nel quale i consiglieri di Lega, Pd, Monviso, M5s, Luv, M4o ed Europa Verde hanno espresso le diverse posizioni. Alle attività previste saranno riservati 80 mila euro delle risorse del bilancio regionale destinate al comparto cultura.

24/04/2024 

Economia

Caselle: Turkish Airlines annuncia una nuova rotta per Istanbul. La Turchia adesso è più vicina

Turkish Airlines ha annunciato l’inaugurazione di una nuova rotta aerea che collegherà Torino a Istanbul, a […]

leggi tutto...

24/04/2024 

Sanità

Asl T04: il Nursind abbandona il tavolo sindacale. “La direzione è troppo impegnata con gli show mediatici”

In un clima di crescente tensione, i rappresentanti del Nursind, il sindacato che tutela le professioni […]

leggi tutto...

24/04/2024 

Sanità

Al via il servizio dell’Infermiere di famiglia e dell’Ostetrica di continuità nelle Valli di Lanzo

Le Valli di Lanzo si apprestano a inaugurare un innovativo servizio sanitario che promette di rivoluzionare […]

leggi tutto...

24/04/2024 

Cronaca

Orio Canavese: grave incidente sul lavoro al cantiere dell’acquedotto. Operaio cade si ferisce

Grave incidente sul lavoro avvenuto durante la mattinata di lunedì scorso a Orio Canavese. Un operaio, […]

leggi tutto...

24/04/2024 

Economia

Brandizzo, Decathlon chiude. 125 dipendenti a rischio. Pentenero e Avetta polemici con la Regione

La recente chiusura del polo logistico di Decathlon a Brandizzo ha sollevato nuove preoccupazioni sullo stato […]

leggi tutto...

24/04/2024 

Cronaca

Previsioni del tempo: possibili piogge in arrivo nella notte di domani, giovedì 25 aprile

Queste le previsioni del tempo per domani, giovedì 25 aprile, elaborate dal centrometeoitaliano.it: AL NORD Nuvolosità […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy