13/12/2023

Cronaca

Caluso-Mazzè, il ministero ha deciso: le scorie nucleari saranno depositate in un altro sito

Caluso

/
CONDIVIDI

Caluso-Mazzè, il ministero ha deciso: le scorie nucleari saranno depositate in un altro sito

Coldiretti Torino accoglie con soddisfazione la decisione di escludere i territori agricoli del Torinese dall’elenco dei siti potenzialmente idonei a ospitare il deposito nazionale di scorie nucleari. In particolare, le aree di Carmagnola-Poirino e di Mazzè-Caluso, importanti per la produzione agricola locale, sono state stralciate dal progetto.

La forte opposizione di Coldiretti Torino ha svolto un ruolo cruciale in questo successo. I due siti a sud di Torino e nel basso Canavese erano stati inizialmente indicati come potenzialmente idonei, ma grazie alle mobilitazioni organizzate da Coldiretti e sostenute dagli agricoltori, la decisione è stata rivista.

Il presidente di Coldiretti Torino, Bruno Mecca Cici, ha dichiarato: “Non potevamo accettare che due delle aree più importanti del Piemonte per le produzioni agricole fossero destinate al deposito nazionale di scorie nucleari. La nostra battaglia non è stata contro un’infrastruttura strategica per il Paese, ma piuttosto a favore della tutela dei terreni fertili, oggi più che mai essenziali per la produzione alimentare.”

Coldiretti Torino ha sostenuto la propria opposizione con azioni concrete, organizzando manifestazioni a Mazzè il 6 novembre 2021 e a Casanova di Carmagnola il 19 gennaio 2022, con la partecipazione di 150 trattori. Queste proteste miravano a difendere le ragioni pratiche e non ideologiche degli agricoltori.

Mecca Cici ha sottolineato: “Abbiamo chiesto che venissero considerate non solo le ragioni geologiche, ma anche quelle economiche e sociali legate all’agricoltura. La nostra è stata un’ambientalismo responsabile, che ha cercato di preservare il futuro delle produzioni identitarie per il nostro territorio.”

L’importante vittoria rappresenta un successo per l’agricoltura locale e il territorio, contribuendo a evitare una potenziale devastazione ambientale che avrebbe compromesso l’immagine agricola ed enogastronomica del Carmagnolese e del Basso Canavese.

 

04/03/2024 

Economia

Volpiano, fondi per pagare il mutuo della prima casa. Tutte le informazioni sul sito del Comune

Il Comune di Volpiano, in conformità a quanto stabilito dalla Regione Piemonte, mette a disposizione dei cittadini, aventi […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Dramma a Chivasso: 73enne si toglie la vita lanciandosi dal balcone al quarto piano della casa dove viveva

Una tragedia si è consumata nella mattina di ieri, domenica 3 marzo a Chivasso, dove un […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Chivasso: al via un contest fotografico e marcia antimafia in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Saranno ricordate martedì 19 marzo a Chivasso le vittime innocenti delle mafie, in concomitanza con la […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Sanità

Cuorgnè: riprende, dopo la pandemia, l’attività della “Palestra della Memoria” per combattere l’Alzheimer

In risposta al Piano Regionale delle Cronicità 2018-2019 Regione Piemonte si avviava l’apertura del “Punto di […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Grave incidente sul lavoro a Ozegna. Operaio trasportato in eliambulanza all’ospedale di Ciriè

Un grave incidente sul lavoro si è verificato nella tarda mattinata di oggi, lunedì 4 marzo, […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: dopo la tregua di oggi, da domani, martedì 5 marzo, ritornano pioggia e neve

Queste le previsioni del tempo per domani, martedì 5 marzo, elaborate dal Centro Meteo Italiano: AL […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy