23/06/2015

Economia

Caluso, la Bull licenzia 250 dipendenti ed è sciopero

Caluso

/
CONDIVIDI

Scioperano per non perdere il lavoro. Sono i 250 dipendenti dell’ex stabilimento della Sferal che protestano per un licenziamento che ritengono illegittimo.

Accade a Caluso, la rinomata patria dell’Erbaluce e del Passito, ma anche della Bull, il colosso specializzato nella produzione di sistemi informatici. La storia dell’ex Bull è costellata di passaggi di mano societari che l’hanno progressivamente portata al disimpegno sul territorio canavesano.

Era stata la Honeywell a cedere la società alla Bull americana che aveva deciso di produrre le stampanti Compuprint a Leinì. Poi dopo due anni, a fronte di evidenti difficoltà finanziarie, arriva la cassa integrazione. Per due anni le maestranze rimangono a casa, perceoendo meno della metà della retribuzione.

Un problema per chi ha famiglia, spese e un mutuo da pagare. Terminata la cassa, ecco che sono arrivati i licenziamenti per ben 250 dipendenti. Il nodo da sciogliere è il trasferimento dell’azienda in Cina e Romania, una delocalizzazione non prevista negli accordi che la società aveva stipulato con il ministero del lavoro e che è al centro di un esposto presentato alla procura di Ivrea. S

e i licenziamenti dovresso divetare effettivi, l’economia calusiese potrebbe subire un pesantissimo contraccolpo e che va ad aggiungersi a tante altre situazioni drammatiche causate dalla recessione economica che negli ultimi anni martellano senza posa Il Canavese, un tempo fiore all’occhiello dell0industria piemontese e italiana. Ma erano altri tempi. Purtoppo.

Dov'è successo?

24/07/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 161 nuovi contagi. Tre i ricoverati in Rianimazione. Nessun decesso in ospedale

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, sabato 24 luglio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Cronaca

Nubifragio a Rivarolo: allagato il sottopasso di via Martiri delle Foibe. Albero sradicato in via Reyneri

Un violentissimo temporale ha spazzato il territorio di Rivarolo Canavese provocando allagamenti, in special modo nel […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Ivrea: lo sportello di pubblica tutela funziona ma rischia la chiusura. No della Città metropolitana

L’Ufficio decentrato di pubblica tutela a Ivrea è stato inaugurato a giugno dello scorso anno e […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Sanità

Covid in Canavese: da lunedì 26 luglio vaccini senza preadesione per i ragazzi tra i 12 e i 19 anni

Da lunedì 26 luglio accesso diretto agli hub per i 12-19enni. Le ragazze ed i ragazzi […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Cronaca

Leinì: volevano mettere in piedi una “baby gang” dedita a furti e rapine. Nei guai quattro ragazzi

L’intenzione era quella di dare vita a una “baby-gang” sul modello di quelle che ormai spopolano […]

leggi tutto...

23/07/2021 

Cronaca

Chivasso: educatrice positiva al Covid. Chiuso il centro estivo alla scuola Mazzucchelli

Da oggi, venerdì 23 luglio e fino a lunedì 26 luglio, il centro estivo della scuola […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy