02/10/2015

Cronaca

Basso Canavese: parrocchie e comuni pronti ad accogliere i migranti

Leinì

/
CONDIVIDI

“Ogni parrocchia, convento, edificio religioso in Italia e in Europa ospiti almeno una famiglia di profughi” aveva detto Papa Francesco rivolgendosi alla grande comunità religiosa italiana ed europea. Alla fine l’appello del Pontefice è stato raccolto e in alcune parrocchie e comuni è iniziata la mobilitazione per accogliere famiglie di profughi. E’ il caso di Leinì dove si ipotizza di accogliere almeno una famiglia grazie alla disponibilità della locale parrocchia.

Il sindaco Gabriella Leone sottolinea che l’idea è quella di impiegare le persone ospitate in attività di volontariato sul territorio comunale, come già avviene in altri centri canavesani, attraverso un protocollo d’intesa con la prefettura di Torino. Sulla stessa lunghezza d’onda sono anche i comuni di Caselle e Mappano. Anche in questo caso è stato istituito un tavolo di lavoro tra istituzioni, associazioni e parrocchie. Sono state quest’ultime a individuare gli ex alloggi delle suore nei pressi dell’asilo di san Michele a Mappano e in piazza Boschiassi a Caselle. Fatto questo sarà richiesto il nulla osta da parte della Diocesi.

Giuseppe Baracco, sindaco di Caselle precisa che saranno accolte le persone che hanno trascorso lungo tempo nei Centri accreditati e che non usufruiscono dei 37 euro giornalieri erogati dallo Stato. A farsi carico dei nuovi arrivati sarà, sottolinea il primo cittadino, la comunità. La macchina dell’accoglienza in ogni caso si è già messa in moto: il 15 ottobre si svolgerà un incontro all’ufficio migranti della Diocesi, nel corso del quale verrà distribuito ai partecipanti il vademecum dell’accoglienza. Enti e locali e associazioni di volontariato attive sul territorio stanno attualmente dando vita a una rete di solidarietà che dovrà varare progetti concreti entro la fine dell’anno, ossia quando è previsto l’arrivo delle prime famiglie.

Dov'è successo?

20/10/2020 

Cronaca

Piemonte, entrano in vigore nuove restrizioni: centri commerciali chiusi il sabato e la domenica

La firma del decreto è attesa in serata, ma il contenuto è già pubblico da ore […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Cronaca

Coronavirus, Hot-spot per i tamponi: l’Asl T04 indica orari, ubicazione e modalità di accesso

Dopo le polemiche innescate dalle lunghe code che si formano nei quattro punti di accesso per […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: 1.396 contagi in più rispetto a ieri. 154 i ricoverati in ospedale. 6 i decessi

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che i pazienti virologicamente guariti sono 29.442 (+ […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

È polemica sugli hotspot scolastici. L’assessore alla Sanità: “Se ci sono code prolungare gli orari”

Lunghissime code, serpentoni di auto che si snodano per chilometri: automobilisti in snervante attesa di poter […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Coronavirus, il sindacato Nursind denuncia: “Mancano infermieri per affrontare l’emergenza”

Il sistema sanitario piemontese è a un passo dal collasso. Le assunzioni avvengono con il contagocce […]

leggi tutto...

20/10/2020 

Sanità

Covid, da oggi saranno disponibili i test rapidi anche in Piemonte. L’esito in quindici minuti

I test rapidi per il Covid-19 dovrebbero essere disponibili da oggi, martedì 20 ottobre anche in […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy