02/10/2015

Cronaca

Basso Canavese: parrocchie e comuni pronti ad accogliere i migranti

Leinì

/
CONDIVIDI

“Ogni parrocchia, convento, edificio religioso in Italia e in Europa ospiti almeno una famiglia di profughi” aveva detto Papa Francesco rivolgendosi alla grande comunità religiosa italiana ed europea. Alla fine l’appello del Pontefice è stato raccolto e in alcune parrocchie e comuni è iniziata la mobilitazione per accogliere famiglie di profughi. E’ il caso di Leinì dove si ipotizza di accogliere almeno una famiglia grazie alla disponibilità della locale parrocchia.

Il sindaco Gabriella Leone sottolinea che l’idea è quella di impiegare le persone ospitate in attività di volontariato sul territorio comunale, come già avviene in altri centri canavesani, attraverso un protocollo d’intesa con la prefettura di Torino. Sulla stessa lunghezza d’onda sono anche i comuni di Caselle e Mappano. Anche in questo caso è stato istituito un tavolo di lavoro tra istituzioni, associazioni e parrocchie. Sono state quest’ultime a individuare gli ex alloggi delle suore nei pressi dell’asilo di san Michele a Mappano e in piazza Boschiassi a Caselle. Fatto questo sarà richiesto il nulla osta da parte della Diocesi.

Giuseppe Baracco, sindaco di Caselle precisa che saranno accolte le persone che hanno trascorso lungo tempo nei Centri accreditati e che non usufruiscono dei 37 euro giornalieri erogati dallo Stato. A farsi carico dei nuovi arrivati sarà, sottolinea il primo cittadino, la comunità. La macchina dell’accoglienza in ogni caso si è già messa in moto: il 15 ottobre si svolgerà un incontro all’ufficio migranti della Diocesi, nel corso del quale verrà distribuito ai partecipanti il vademecum dell’accoglienza. Enti e locali e associazioni di volontariato attive sul territorio stanno attualmente dando vita a una rete di solidarietà che dovrà varare progetti concreti entro la fine dell’anno, ossia quando è previsto l’arrivo delle prime famiglie.

Dov'è successo?

20/04/2021 

Cronaca

La variante Lombardore-Salassa inserita nel Recovery Plan. Fava: “Dopo anni l’opera potrebbe essere realtà”

Importanti passi in avanti verso la realizzazione della tanto discussa e richiesta variante alla Sp460 Lombardore-Salassa. […]

leggi tutto...

20/04/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 988 nuovi casi e 31 decessi. Ancora in calo i ricoveri in terapia intensiva

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, martedì 20 aprile, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

20/04/2021 

Sanità

Primo caso di variante sudafricana in Piemonte in un paziente che ha fatto il tampone a Chivasso

Primo caso di variante sudafricana del Covid in Piemonte. Le analisi eseguite nei laboratori del Centro […]

leggi tutto...

20/04/2021 

Cronaca

Aperitivi negazionisti alla “Torteria” di Chivasso. Marocco: “La politica tuteli chi rispetta la legge”

“Siamo tutti convinti che si debba poter lavorare per far vivere le nostre città anche attraverso […]

leggi tutto...

20/04/2021 

Cronaca

Spaccio di droga a Rivarolo Canavese: la polizia arresta tre persone in un alloggio del centro cittadino

Nel pomeriggio di venerdì 16 aprile, nel corso di un’operazione di polizia finalizzata al contrasto della […]

leggi tutto...

20/04/2021 

Cronaca

Eporediese: carne mal conservata in macelleria. I carabinieri del Nas denunciano il titolare

I carabinieri del Nas di Torino hanno denunciato alla competente Autorità Giudiziaria il titolare di una […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy