Canavese: operaio cade dal tetto di un capanno e muore. Condannato presidente del Circolo

Ivrea

/

26/06/2019

CONDIVIDI

A perdere la vita era stato un uomo di 43 anni. Il responsabile del sodalizo condannato a una pena di due anni

Era precipitato dal tetto di un capanno adibito ad attrezzeria e aveva perso la vita: è morto così un operaio romeno di 43 anni che stava realizzando il capanno all’interno di un Circolo del Basso Canavese. Il giudice del tribunale di Ivrea Elena Stoppini ha condannato, al termine del processo penale, a due anni di reclusione il presidente del sodalizio per omicidio colposo.

Il giudice monocratico ha accolto in toto le richieste del pubblico ministero Alessandro Gallo. Il magistrato giudicante ha riconosciuto che tra la vittima e il presidente dell’associazione (difeso dall’avvocato Fabrizio Michelatti) era in essere un rapporto di lavoro.

Tra l’altro il responsabile del Circolo è stato condannato in solido con il sodalizio a versare una provvisionale esecutiva di 80 mila euro a favore del fratello della vittima. Il tragico incidente aveva avuto luogo il 24 marzo del 2015.

Leggi anche

29/09/2020

Baseball: i “ragazzi” del “Redclay” di Castellamonte primeggiano sul Novara e accedono alle fasi nazionali

Si è concluso con un altro successo la stagione di baseball per i “ragazzi” della società […]

leggi tutto...

29/09/2020

Femminicidi: sul territorio metropolitano creata una rete di aiuto per gli uomini che odiano le donne

Preoccupa l’ondata di violenze familiari, culminata in questi ultimissimi giorni con l’uccisione di una donna da […]

leggi tutto...

29/09/2020

Coronavirus in Piemonte: oggi, 29 settembre, registrati due decessi, cento contagi e 55 guariti

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che, alle 18,00 di oggi, martedì 29 settembre, […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy