05/08/2017

Sanità

Asl To4, “salta” la mediazione in prefettura. I sindacati dichiarano lo stato di agitazione

Ivrea

/
CONDIVIDI

E’ stato indetto dalle sigle sindacali del comparto sanitario lo stato di agitazione del personale dell’Asl To4 di Chivasso-Ciriè-Ivrea a causa, stando a quanto affermano i sindacati, la dirigenza dell’azienda sanitaria non sarebbe stata in grado neanche davanti al Prefetto di Torino un progetto di revisione della propria politica aziendale per un concreto avvio delle relazioni sindacali e della contrattazione sui temi economici che interessano 3 mila 500 dipendenti. A irrigidire i sindacati Fsi.Usae, Fials-Confsal e Nursing-Up sarebbe stato, stando a quanto spiegano, l’ostinato rifiuto della dirigenza aziendale di fornire i dati economici relativi alla gestione dei fondi contrattuali ed extra contrattuali “a fronte si prospettive contrattuali aziendali che penalizzano la stragrande maggioranza le OO.SS sono state costrette a mantenere aperto lo stato di agitazione”.

Il solco che divide sindacati e azienda sanitaria si accentua sempre di più e si prevede inevitabilmente che a patirne gli effetti siano gli utenti. In sostanza la contesa si consuma su questo dato di fatto: nel piano aziendale avallato dai sindacati confederali era stata prevista la spartizione di 424 mila euro tra 124 dipendenti ai quali si volevano assegnare altrettante posizioni organizzative, e molte di queste, a giudizio i sindacati che hanno indetto lo stato di agitazione, sono del tutto inutili. I sindacati avevano proposto in passato l’istituzione di circa 25 posizioni organizzative per tutta l’Asl To4 “con reali funzioni strategiche, obiettivi inconfutabili e incarichi conferiti con atti deliberativi”.

Questo cosa avrebbe comportato? Consistenti risparmi . si spiega – che potrebbero essere utilizzati a beneficio di tutto il personale per incrementare i premi di produttività, pagare gli straordinari “e non appena sarà possibile, con il rinnovo del contratto nazionale di lavoro, assegnare le fasce orizzontali bloccate da quasi dieci anni”.

Dal acnto suo il general manager dell’Asl To4 Lorenzo Ardissone, non ha dubbi: l’approccio dell’azienda sul tema delle relazioni sindacali è corretto. E non è tutto: il direttore generale chiarisce che le posizioni organizzative, oggetto del contendere, sono previste dal contratto collettivi nazionale di lavoro del comparto sanitario. A coloro ai quali vengono assegnate posizioni organizzative sono attribuite precise reposnabilità e non v iene riconosciuto il diritto a percepire lo straordinario. E quando questo viene effettuato non pesa sui fondi stanziati.

L’ascia di guerra è stata dissotterrata e, se non si verificheranno aperture impreviste, non sarà seppellita molto presto.

 

Dov'è successo?

18/04/2024 

Cronaca

Viabilità: divieto di transito per lavori sulla strada provinciale 247 di “Case Levra” a Corio

Per consentire l’esecuzione di lavori per ovviare ad un cedimento del rilevato stradale, che ha prodotto […]

leggi tutto...

18/04/2024 

Eventi

Asl T04: domenica 21 aprile al via la “Camminata della Pace” a passo lento tra Ciriè e Lanzo

Nel contesto del programma per la diffusione dei gruppi di cammino, sviluppato e coordinato dal Servizio […]

leggi tutto...

18/04/2024 

Cronaca

Canavese: traffico illecito di rifiuti. Sequestrate in un deposito 800 tonnellate di pneumatici

I funzionari del Reparto Antifrode dell’Ufficio delle Dogane di Torino, insieme ai Carabinieri della Stazione di […]

leggi tutto...

18/04/2024 

Cronaca

Dramma sulla strada a Borgaro Torinese: auto travolge una bicicletta. Muore una ciclista

Una donna di 55 anni residente a Borgaro, è stata vittima di un incidente mortale mentre […]

leggi tutto...

18/04/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: domani, venerdì 19 aprile, tempo instabile e con temperature in aumento

Queste le previsioni del tempo per domani, venerdì 19 aprile, elaborate dal centrometeoitaliano.it: AL NORD Tempo […]

leggi tutto...

18/04/2024 

Cronaca

Caselle: passeggero stroncato da infarto sul volo per Lamezia. Due medici hanno tentato di salvarlo

Ieri, mercoledì 17 aprile durante un volo decollato dall’aeroporto di Torino-Caselle e diretto a Lamezia Terme, […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy