Rueglio: condannata a 8 mesi per aver provocato un incidente nel quale perse la vita la madre di 78 anni

25/02/2018

CONDIVIDI

Secondo i periti del tribunale la donna avrebbe invaso la corsia opposta provocando l'incidente mortale

Condannata a otto mesi di reclusione a causa di un frontale automobilistico nel corso del quale aveva perso la vita la madre che viaggiava con lei. Una donna di 48 anni è stata condannata dal giudice del Tribunale di Ivrea. L’imputata era finita alla sbarra con la grave acusa di omicidio stradale. Il gravissimo incidente stradale aveva avuto luogo sulla strada provinciale 69 nei pressi del centro abitato di Lessolo. Il Nissan Yuke sulla quale viaggiavano la donna e la madre finì contro un’altra auto, che viaggiava nella carreggiata opposta.

Un impatto tremendo nel quale perse la vita la madre della donna di 78 anni, residente a Rueglio e cinque persone rimasero ferite. Sulla Nissan viaggiava anche il figlio adolescente della donna. La donna era finita a processo perchè i periti incaricati dal tribunale avevano stabilito che la Nissan invase la corsia opposta causando l’incidente.

La vicenda risale al mese di agosto del 2015. La pubblica accusa aveva chiesto che l’imputata fosse condannata alla pena di 14 mesi. Il giudice ha ritenuto di pronunciare una condanna a 8 mesi di reclusione (la pena è stata sospesa).

Dov'è successo?

Leggi anche

07/07/2020

Coronavirus: finora in Piemonte 4mila 107 decessi. Crescono i guariti. 5 i nuovi contagiati

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte comunica che alle 17,00 di oggi, martedì 7 luglio, i […]

leggi tutto...

07/07/2020

Chivasso: caschi, tute protettive e guanti al personale. Ecco come la Lilt ha aiutato l’ospedale

Una grande catena solidale che ha consentito di donare all’ospedale di Chivasso 9mila guanti, 600 mascherine […]

leggi tutto...

07/07/2020

Sanità: arriva l’infermiere di famiglia che affiancherà il medico di base nella cura dei pazienti

Affiancherà il medico di famiglia per assicurare una migliore assistenza sanitaria ai pazienti. È l’infermiere di […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy