Settimo: in arrivo 100 clandestini in quarantena Covid. La sindaca Piastra: “Informazioni false”

24/07/2020

CONDIVIDI

E' polemica rovente sulle politiche immigratorie. La Lega accusa il governo Conte di non essere stato capace di di assumere adeguate contromisure per fermare gli sbarchi. La prima cittadina replica: "Se la Lega, che governa la Regione, non vuole i migranti in Piemonte, eviti di chiedere al Comune di Settimo di ospitarli"

Un centinaio di immigrati provenienti da Lampedusa potrebbero trascorrere la loro quarantena Covid all’interno del centro di accoglienza di Settimo Torinese, mentre altri 46 saranno dirottati in quello di Castello d’Annone in provincia di Asti. Per il gruppo Lega Salvini Piemonte a Palazzo Lascaris è la riprova del fallimento delle politiche di questo governo che, neppure nel mezzo della pandemia, ha preso le adeguate contromisure per fermare gli sbarchi.

“Il premier Conte e il ministro dell’Interno Lamorgese aprono i porti e il Piemonte si trasforma in un campo profughi – è il commento del capogruppo della Lega Alberto Preioni -, accogliendo clandestini di cui non sappiamo nulla, a iniziare dalle loro condizioni di salute. I nostri territori non possono subire un possibile ritorno della pandemia come è già accaduto in altre regioni come la Basilicata, dove sono divampati nuovi focolai all’interno dei centri di accoglienza che ospitano proprio gli immigrati provenienti da Lampedusa. Il governo dell’accogliamoli tutti sta mettendo a rischio la salute dei nostri cittadini”.

“La Regione ed i piemontesi stanno impiegando tutti gli sforzi possibili per ripartire dopo il duro colpo inferto dal Covid – aggiunge il consigliere segretario Gianluca Gavazza – non possiamo permetterci il lusso di rischiare alimentando nuove preoccupazioni nei cittadini, specie nell’attuale contesto di post emergenza sanitaria. Stiamo lavorando affinché ritorni in Piemonte il turismo, quello che paga, non vogliamo essere noi a dover pagare la presenza degli immigrati.”

“Grazie alle insensate politiche di accoglienza del governo giallo-rosso – conclude Andrea Cerutti, vicepresidente del gruppo Lega Salvini Piemonte in consiglio regionale – un centinaio di migranti potrebbe presto partire da Lampedusa e raggiungere il centro della Croce Rossa di Settimo Torinese. Se questi nuovi arrivi dovessero essere confermati, ci troveremmo per l’ennesima volta a subire un’imposizione dall’alto in materia di immigrazione”.

“La Lega Salvini Piemonte “diffonde informazioni false e allarmiste sull’arrivo di migranti nella nostra Città. spiega in una nota, Elena Piastra, sindaca di Settimo Torinese, che ha dato la propria disponibilità ad accogliere trenta migranti al centro Fenoglio.

“Stupisce a questo punto la presa di posizione dei consiglieri Preioni, Gavazza e Cerutti della Lega – osserva la prima cittadina –. Se la Lega, che governa la Regione, non vuole i migranti in Piemonte, eviti di chiedere al Comune di Settimo di ospitarli. Ora assistiamo a questa strumentalizzazione tanto maldestra quanto dannosa.
Se le cose stanno così, possiamo senz’altro ritirare la disponibilità del Comune di Settimo: alla Lega l’onere di affrontare da sola la situazione. Senza prendere a schiaffi chi con senso di responsabilità è pronto a dare il suo contributo. L’affermazione secondo cui non sapremmo nulla delle condizioni di salute dei migranti è clamorosamente falsa – chiarisce Piastra – La Prefettura e la Questura ci hanno assicurato che tutte le persone che arriveranno saranno state sottoposte a sierologico e tampone e sono negative”.

Leggi anche

30/09/2020

Volpiano: il 4 ottobre nella chiesa dei santi Pietro e Paolo il concerto della rassegna “Organalia”

Domenica 4 ottobre, alle 21, nella Chiesa parrocchiale dei Santi Pietro e Paolo (Piazza Vittorio Emanuele […]

leggi tutto...

30/09/2020

Ivrea: automobilisti più indisciplinati. In 6 mesi (lockdown compreso) multe per 1 milione di euro

Un milione di euro. Tanti ne incasserà il comune di Ivrea grazie alle multe elevate dagli […]

leggi tutto...

30/09/2020

Coronavirus in Piemonte: impennata di contagi in tutta la regione (+170), un decesso e 47 pazienti guariti

L’Unità di Crisi ha comunicato che alle 17,0 di oggi, mercoledì 30 settembre, i pazienti virologicamente […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy