18/10/2016

Cronaca

Ivrea, l’ascensore è di nuovo guasto. La Lega Nord: “Strutture sanitarie inadeguate”

Ivrea

/
CONDIVIDI

L’ascensore dell’ospedale di Ivrea si è nuovamente guastato. Per l’ennesima volta. E causa non pochi disagi a chi si reca in visita ai pazienti ricoverati nella struttura sanitaria. Un episodio sul quale interviene anche la Lega Nord canavesana che ha compiuto di recente un’analisi critica della sutiazione strutturale dei nosocomi in attività sul territorio canavesano.

“L’ospedale ha di per sè limiti strutturali evidenti, che non ne rendono agevole l’utilizzo – spiega il segretario della Circoscrizione di Ivrea, Giuliano Balzola -, ma se dobbiamo aggiungerci problemi come quello occorso all’ascensore, ecco che le difficoltà di accesso alla struttura, per chi ha problemi fisici, divengono insormontabili. Il risultato dei tagli strutturali alla sanità pubblica da parte dell’attuale Giunta regionale sta venendo a galla”. Sulla vicenda interviene anche Franco Papotti che mette in discussion le sclete e le priorità in tema sanitario compiute dall giunta regionale e dall’assessore Antonio Saitta.

“La vicenda dell’ascensore è emblematica e inaccettabile. Chi governa la Regione Piemonte evidentemente è troppo intento a discutere sui costi del ticket e non trova il tempo di riflettere sulla situazione degli ospedali canavesani. Abbiamo ottimi medici e personale altamente qualificato, ma questo non basta se le strutture non ricevono costante manutenzione e si rivelano di fatto inadeguate a sopportare le esigenze di un bacino di utenza vasto quale è il Canavese.  – afferma Franco Papotti -. Anche a livello logistico, basti pensare alle evidenti difficoltà per raggiungere Ciriè o Ivrea da molte parti del Canavese con i mezzi del trasporto pubblico. È necessario porre rimedio alle scelte politiche sbagliate che hanno portato al progressivo depotenziamento degli ospedali di Cuorgnè e Castellamonte”.

E poi c’è il problema dei trasporti: la popolazione è da sempre in balia di evidenti difficoltà a raggiungere Chivasso, Ciriè o Ivrea con I mezzi pubblici. Franco Papotti ritiene sia necessario pore rimedio alle scelte politiche sbagliate che hanno chehanno creato il progressive depotenziamento degli ospedali di Cuorgnè e Castellamonte. ““Il Canavese ha bisogno di presidi sanitari di prossimità, di servizi ambulatoriali facilmente raggiungibili: è giusto prevedere che l’intervento di particolare complessità possa essere affrontato in strutture altamente specializzate anche se lontane, ma è altrettanto logico sostenere che gli interventi ordinari e le emergenze medio-piccole devono trovare risposte adeguate sul territorio – conclude Paopotti -. La sanità è un servizio e come tale deve essere concretamente fruibile da tutti, sui meri equilibri contabili deve prevalere l’esigenza di tutelare la salute dei cittadini”.

27/02/2024 

Cronaca

Neonato abbandonato tra i rifiuti a Villanova Canavese. Una famiglia si occuperà di Lorenzo

In una fredda sera dello scorso mese di gennaio, una scena toccante ha avuto luogo nelle […]

leggi tutto...

27/02/2024 

Economia

Il Duc di Chivasso porta il commercio nelle scuole. Al via il primo laboratorio di educazione ai consumi

Si concluderà nel mese il marzo il progetto formativo voluto da Comune di Chivasso e Ascom […]

leggi tutto...

27/02/2024 

Cronaca

Attimi di terrore a Bajo Dora per la caduta di massi dal fianco della montagna. Nessun ferito

Attimi di apprensione hanno scosso la tranquillità di Bajo Dora nella tarda serata di ieri, lunedì […]

leggi tutto...

27/02/2024 

Economia

Ivrea, grazie a C.Next rinascono le Officine Ico, dichiarate dall’Unesco “Patrimonio dell’Umanità”

In una riunione tenutasi nella mattinata di ieri, lunedì 26 febbraio, il management di C.Next Ivrea […]

leggi tutto...

27/02/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: domani, mercoledì 28 febbraio, ancora pioggia, acquazzoni e neve a bassa quota

Queste le previsioni del tempo per domani, mercoledì 28 febbraio, elaborate dal Centro Meteo Italiano: AL […]

leggi tutto...

26/02/2024 

Cronaca

Caselle, nuovi voli Ryanair per Reggio Calabria e Crotone. Torino è collegata con tutti gli scali calabresi

Si amplia il network di destinazioni di Torino Airport per la stagione estiva 2024: lo scalo […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy