23/09/2015

Cronaca

I carabinieri stroncano un traffico di droga. In manette un giovane di Volpiano

Volpiano

/
CONDIVIDI

Il meccanismo era ormai ampiamente collaudato. L’uso della tecnologia digitale ha cambio anche gli usi e abitudini dello spaccio di droga. Le ordinazioni delle dosi, avevano luogo soltanto tramite il telefono cellulare, gli sms e whatsapp. L’obiettivo era quello di evitare i controlli delle forze dell’ordine, sbaragliare la concorrenza che è sempre più agguerrita e, soprattutto, velocizzare al massino i tempi di consegna.

L’organizzazione di spacciatori 2.0 era diventata un punto di riferimento per tanti ragazzi del circondario e, in particolar modo, di quelli residenti a San Mauro Torinese, popoloso centro urbano della collina di Torino. Le ordinazioni avvenivano tramite una particolare parola d’ordine concordata tra i pusher e i clienti e venivano persino recapitate a domicilio per i clienti più fedeli e affezionati. In tutti gli altri casi l’hashish e la cocaina venivano consegnate in luoghi appartati e preventivamente concordati.

A stroncare il traffico di stupefacenti sono stati i carabinieri del Nucleo Investigativo che, da tempo, teneva strettamente sotto osservazione l’attività della banda e su disposizione della magistratura hanno notificato un provvedimento restrittivo nei confronti di quattro persone, di età compresa tra i 28 e i 32 anni, di cui una domiciliata a Volpiano. Le indagini svolte dai militari dell’Arma hanno appurato il meccanismo attraverso il quale aveva luogo lo smercio degli stupefacenti.

Un meccanismo ampiamente confermato dai clienti dell’organizzazione che hanno ammesso, nel corso degli interrogatori, le proprie responsabilità e hanno descritto nei più minuti dettagli come avvenivano le consegne, il gergo usato per ordinare le dosi di droga ed altri elementi che hanno permesso agli investigatori di appurare evidenti elementi di responsabilità dei quattro pusher finiti in manette. Sono una sessantina le persone segnalate alla Prefettura di Torino. Il giro d’affari originato dall’attività è risultato piuttosto ingente.

Dov'è successo?

04/03/2024 

Economia

Volpiano, fondi per pagare il mutuo della prima casa. Tutte le informazioni sul sito del Comune

Il Comune di Volpiano, in conformità a quanto stabilito dalla Regione Piemonte, mette a disposizione dei cittadini, aventi […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Dramma a Chivasso: 73enne si toglie la vita lanciandosi dal balcone al quarto piano della casa dove viveva

Una tragedia si è consumata nella mattina di ieri, domenica 3 marzo a Chivasso, dove un […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Chivasso: al via un contest fotografico e marcia antimafia in ricordo delle vittime innocenti delle mafie

Saranno ricordate martedì 19 marzo a Chivasso le vittime innocenti delle mafie, in concomitanza con la […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Sanità

Cuorgnè: riprende, dopo la pandemia, l’attività della “Palestra della Memoria” per combattere l’Alzheimer

In risposta al Piano Regionale delle Cronicità 2018-2019 Regione Piemonte si avviava l’apertura del “Punto di […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Grave incidente sul lavoro a Ozegna. Operaio trasportato in eliambulanza all’ospedale di Ciriè

Un grave incidente sul lavoro si è verificato nella tarda mattinata di oggi, lunedì 4 marzo, […]

leggi tutto...

04/03/2024 

Cronaca

Previsioni meteo: dopo la tregua di oggi, da domani, martedì 5 marzo, ritornano pioggia e neve

Queste le previsioni del tempo per domani, martedì 5 marzo, elaborate dal Centro Meteo Italiano: AL […]

leggi tutto...
Privacy Policy Cookie Policy