22/07/2018

Cronaca

Canavese: l’Aeronautica smentisce la presenza di Ufo. “Il boato provocato da due Tornado in volo”

Corio Canavese

/
CONDIVIDI

Nessun Ufo né tantomeno fenomeni che potrebbero essere catalogati come X -Files: per l’aeronautica Militare il boato sentito distintamente da centinaia di persone la sera del 6 giugno nei cieli del Canavese è da addebitarsi al passaggio di due aerei Tornado in volo a bassa quota sul territorio di Corio Canavese. Il boato è stato avvertito anche a decine di chilometri di distanza nei comuni di Rivara e Forno Canavese. La risposta dell’Aeronautica è giunta soltanto ieri su sollecitazione del procuratore capo di Ivrea Giuseppe Ferrando che aveva aperto un fascicolo sulla scorte delle tante segnalazioni ricevute dalla procura eporediese.

La nota dell’Aeronautica Militare è giunta dopo un mese di assoluto silenzio nonostante gli organi di informazioni locali e regionali avessero segnalato l’inconsueto fenomeno. Quella sera del 6 giugno, intorno alle 23,00 in molti avrebbero visto due caccia che inseguivano un oggetto luminoso che si muoveva a grande velocità. L’Aeronautica ha ammesso (?) che si trattava di un’esercitazione e che la luce accecante e il frastuono udito da molte persone sarebbero state semplicemente causati dal passaggio a tutta velocità dei due Tornado decollati da Caselle. Sulla vicenda i parlamentari del Pd Francesca Bonomo e Davide Gariglio, avevano presentato alcune interrogazioni in Parlamento nelle cui chiedevano spiegazioni su quanto era accaduto quella sera.

Di quel disco luminoso che i due aerei da intercettazione e difesa che stavano inseguendo, l’informativa dell’Aeronautica, non fa cenno. Se non si trattava di un oggetto volante non identificato, il decollo dai due aerei Tornado era davvero dovuto a una esercitazione militare nei cieli canavesani a quell’ora tarda della sera? I carabinieri continuano ad indagare perchè il procuratore capo Ferrando su questa vicenda intende andare fino in fondo.

Dov'è successo?

30/10/2020 

Cronaca

Casi Covid a Cuorgnè: sospesa l’attività in quattro sezioni in due scuole dell’Infanzia cittadine

A causa di un caso positivo di Covid, l’Asl ha chiuso quattro sezioni in due scuole […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Cronaca

Il Piemonte verso la didattica a distanza per le scuole superiori. Capienza ridotta per i mezzi pubblici

Una nuova ordinanza che contiene nuove norme per arginare il contagio anticovid nella Regione Piemonte: il […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: in forte risalita i nuovi contagi (+2719). In aumento anche i ricoveri in ospedale

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che alle 17,30 di oggi, venerdì 30 ottobre, […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Cronaca

Tigotà, azienda leader per l’igiene, dona migliaia di litri di sapone liquido alle Agenzie formative

Tigotà, società leader in Italia nella vendita di prodotti per la pulizia della casa, l’igiene della […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Sanità

Vaccino antinfluenzale in Canavese. L’Asl ai pazienti: “Non concentrate l’afflusso nei primi giorni”

Nell’ambito dell’Asl T04 anche quest’anno la vaccinazione antinfluenzale è effettuata dal proprio medico o pediatra di […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Cronaca

Castellamonte: odissea al “Pit Stop” per i tamponi. La testimonianza dell’ex sindaco Gabriele Francisca

Per trasformarsi da Città della Ceramica a Città del Drive In sono bastati pochi giorni. Giusto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy