24/07/2015

Politica

Canavese: dopo l’elezione del Cda Consorzio Ambiente arrivano i veleni

Canavese

/
CONDIVIDI

Per prevedere che, dopo il risultato dell’elezione del consiglio di amministrazione del Consorzio Canavesano Ambiente, si sarebbe arrivati ben presto alla resa dei conti, non occorre essere dei veggenti.

I presupposti d’altro canto c’erano tutti: il blocco eporediese (vincente) da un lato e dall’altro quello alto-canavesano (sconfitto). Altro che fare sistema, ragionare come un’unica area omogenea, mettere in soffitta i campanilismi. Il potere è potere e per dirla alla Giulio Andreotti, uno che di queste cose se ne intendeva “il potere logora chi non ce l’ha”.

Alla fine bisogna considerare un dato di fatto: la lista unica proposta dal sindaco di Ivrea Carlo Della Pepa, se ne è uscita a testa bassa, anche il primo cittadino eporediese comunque, ha portato a casa quattro poltrone su cinque (la quinta è andata a Marco Puglisi votato dal centrodestra). Il dissenso contro il partito unico, il Pd rappresentato proprio da Della Pepa, è esploso come una bomba a orologeria.

Serafino Ferrino, sindaco di Favria, è uno di quelli che non manda certo a dirle: Carlo Della Pepa è arrivato con una lista unica dei nomi da votare e la cosa non è proprio andata giù a tanti. Il territorio non si amministra applicando le disposizioni della segretaria Dem. E lo dimostra il fatto che diversi sindaci vicini al centrosinistra, hanno comunque votato il candidato proposto dal centrodestra.

Il messaggio è il seguente: non si può dividere il territorio tra chi ha la tessera Pd e chi no. E c’è chi rincara la dose: il consigliere di Traversella Marco Puglisi è comunque una persona preparata e gli ordini della segreteria non sono ben visti da queste parti. La partita aperta era tra il territorio e il partito (il Pd). E, com’è evidente, ha vinto il territorio. Adesso, dopo aver lanciato un equivocabile segnale politico, i sindaci canavesani sono ben disposti a ragionare e fare squadra. Ragionando però, ovviamente, con la propria testa e in base alle necessità dei loro amministrati. Punto.

Dov'è successo?

24/07/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 161 nuovi contagi. Tre i ricoverati in Rianimazione. Nessun decesso in ospedale

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, sabato 24 luglio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Cronaca

Nubifragio a Rivarolo: allagato il sottopasso di via Martiri delle Foibe. Albero sradicato in via Reyneri

Un violentissimo temporale ha spazzato il territorio di Rivarolo Canavese provocando allagamenti, in special modo nel […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Ivrea: lo sportello di pubblica tutela funziona ma rischia la chiusura. No della Città metropolitana

L’Ufficio decentrato di pubblica tutela a Ivrea è stato inaugurato a giugno dello scorso anno e […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Sanità

Covid in Canavese: da lunedì 26 luglio vaccini senza preadesione per i ragazzi tra i 12 e i 19 anni

Da lunedì 26 luglio accesso diretto agli hub per i 12-19enni. Le ragazze ed i ragazzi […]

leggi tutto...

24/07/2021 

Cronaca

Leinì: volevano mettere in piedi una “baby gang” dedita a furti e rapine. Nei guai quattro ragazzi

L’intenzione era quella di dare vita a una “baby-gang” sul modello di quelle che ormai spopolano […]

leggi tutto...

23/07/2021 

Cronaca

Chivasso: educatrice positiva al Covid. Chiuso il centro estivo alla scuola Mazzucchelli

Da oggi, venerdì 23 luglio e fino a lunedì 26 luglio, il centro estivo della scuola […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy