14/10/2015

Politica

Busano: bollette dei rifiuti “salate”, si va verso l’accordo con la Teknoservice

Busano

/
CONDIVIDI

La raccolta rifiuti a Busano è troppo cara e le bollette “salate” che la Teknoservice ha recapitato ai residenti, ha provocato la pronta reazione del sindaco Giambattistino Chiono che ha subito minacciato di ricorrere al Tribunale Amministrativo Regionale. E’ combattivo il primo cittadino di Busano, sempre in prima linea nel difendere gli interessi dei suoi amministrati. Un sindaco all’antica che, insieme al collega di Favria Serafino Ferrino, è l’ultimo rappresentante di una generazione di amministratori ormai quasi scomparsa, che non ha certo paura di mettersi di traverso. Il tema è dei più scottanti, soprattutto per le tasche dei busanesi che, dopo il fallimento dell’ex Asa di Castellamonte (tuttora in liquidazione) si sono visti recapitare per il servizio di raccolta, trasporto e smaltimento dei rifiuti bollette giudicate decisamente esose.

“Soltanto per la raccolta rifiuti spendiamo 125mila euro all’anno – tuona il sindaco Giambattistino Chiono -. Una cifra che, rapportata alle dimensioni e alle proporzioni di un paese come il nostro (1.600 abitanti in tutto, ndr) è esagerata e pesa non poco sul nostri già striminzito bilancio. E lo è ancora di più quando ci siamo resi conto che comuni più grandi del nostro pagano cifre inferiori. Mi piacerebbe capire quale algoritmo viene applicato per calcolare i costi del servizio”.

Probabilmente il ricorso al Tar non sarà necessario perché pare che Comune e Azienda arriveranno a una transazione di comodo che soddisfi entrambe le parti in causa. Giambattistino Chiono ribatte sul tema della diseguaglianza tra comuni. “Per quale ragione la raccolta a Busano che è un paese piccolo e dalle vie strette viene effettuata con un camion e un furgone mentre in altri centri urbani è effettuata da un solo mezzo? – si chiede il primo cittadino -. E’ ovvio che i costi lievitano in maniera sproporzionata. Se ci sono dei problemi, e non dipendono certo dal Comune, non devono essere sempre i cittadini a pagare. Non sono forse abbastanza tartassati dal momento che i fondi statali scarseggiano sempre di più?”. Da combattivo a rassegnato: “Non è facile fare il sindaco – conclude -. Non è un buon momento per amministrare e poter decidere cosa è bene fare per garantire ai cittadini una qualità della vita migliore. Ormai siamo soltanto agenti della riscossione per conto dello Stato. E se non si può decidere, che valore ha la politica che dovrebbe essere basata sulla capacità e libertà di effettuare delle scelte?”. Bella domanda.

Dov'è successo?

30/10/2020 

Cronaca

Casi Covid a Cuorgnè: sospesa l’attività in quattro sezioni in due scuole dell’Infanzia cittadine

A causa di un caso positivo di Covid, l’Asl ha chiuso quattro sezioni in due scuole […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Cronaca

Il Piemonte verso la didattica a distanza per le scuole superiori. Capienza ridotta per i mezzi pubblici

Una nuova ordinanza che contiene nuove norme per arginare il contagio anticovid nella Regione Piemonte: il […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Sanità

Coronavirus in Piemonte: in forte risalita i nuovi contagi (+2719). In aumento anche i ricoveri in ospedale

L’Unità di Crisi della Regione Piemonte ha comunicato che alle 17,30 di oggi, venerdì 30 ottobre, […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Cronaca

Tigotà, azienda leader per l’igiene, dona migliaia di litri di sapone liquido alle Agenzie formative

Tigotà, società leader in Italia nella vendita di prodotti per la pulizia della casa, l’igiene della […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Sanità

Vaccino antinfluenzale in Canavese. L’Asl ai pazienti: “Non concentrate l’afflusso nei primi giorni”

Nell’ambito dell’Asl T04 anche quest’anno la vaccinazione antinfluenzale è effettuata dal proprio medico o pediatra di […]

leggi tutto...

30/10/2020 

Cronaca

Castellamonte: odissea al “Pit Stop” per i tamponi. La testimonianza dell’ex sindaco Gabriele Francisca

Per trasformarsi da Città della Ceramica a Città del Drive In sono bastati pochi giorni. Giusto […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy