15/12/2018

Cronaca

Rivarolo, autovelox nascosto in frazione Mastri ma solo per studiare gli automobilisti

Rivarolo Canavese

/
CONDIVIDI

La prevenzione passa attraverso la compresione del livello di civiltà e di ripsetto della legge dimostrata dagli automobilisti: ed è per quesdta ragione che un autovelox è stato installato su una Fiat Panda di colore bianco del comune di Rivarolo Canavese senza i contrassegni della polizia municipale, ma soltanto con quelli del comune. E’ accaduto lo scorso poimeriggio in frazione Mastri. Alcune decine di metri dopo l’auto civetta si è posizionata una pattuglia della polizia locale.

C’è da precisare che non state elevate contravvenzioni. L’opera, sperimentale, aveva lo scopo di verificare il comportamento degli automobilisti perché è da tempo che in residenti della frazione Mastri si lamentano del’eccessiva velocità con la quale gli automobilisti percorrono le strade della frazione rivarolese.

L’amministrazione si è messa in testa di fare facile cassa? Si sono chiesti in tanti. “Non è assolutamente così. I cittadini di Mastri hanno da tempo segnalato che in quella strada le auto corrono veloci. La polizia municipale è andata con un’ autovettura del comune a controllare la velocità per mezzo di un autovelox (non abbiamo altri sistemi per il controllo della velocità) – spiega il sindaco di Rivarolo Canavese Alberto Rostagno -. Non sono state comminate sanzioni, non era quello l’intento, ma è stata solo verificato il comportamento degli automobilisti a scopo preventivo. Mai e poi mai ho dato indicazione alla polizia locale di fare cassa, ma di fare educazione e far sì che i cittadini rispettino la legge”.

D’altro canto la legge parla chiaro: la presenza di autovelox fissi e mobili va segnalata agli automobilisti con un’adeguata segnalazione collocata a una congrua distanza dal luogo in cui vengono collocati gli impianti di rilevazione di velocità.

Fermo restando che il limite di velocità nelle frazioni come in città è fissata in 50 chilometri orari, i controlli hanno lo scopo, nell’intento dell’Amministrazione, di fare in modo che gli automobilisti indisciplinati imparino a rispettare le regole per la sicurezza di tutti. (Immagine di repertorio)

28/10/2021 

Sanità

Covid, il Piemonte è in zona bianca. Icardi: “Dalle armi spuntate ai risultati virtuosi di oggi”

“Ci siamo trovati a combattere con le armi spuntate, ma se oggi il Piemonte è saldamente […]

leggi tutto...

28/10/2021 

Cronaca

Busano-Pont-Valperga-Oglianico: il presidente della Regione Cirio visita le aziende canavesane

Giornata canavesana per il presidente della Regione Alberto Cirio, che ha raccolto l’invito del consigliere Mauro […]

leggi tutto...

28/10/2021 

Cronaca

Ivrea, fumo dall’autobus alla fermata. “Salta” la corsa e i pendolari rimangono a piedi

Il fumo ha iniziato a fuoriuscire dal vano motore dell’autobus così l’automezzo non ha potuto effettuare […]

leggi tutto...

27/10/2021 

Politica

Castellamonte: Astrid Sento è il nuovo vice responsabile organizzativo regionale della Lega

La castellamontese Astrid Sento è la nuova vice responsabile organizzativo regionale della Lega in Piemonte. La […]

leggi tutto...

27/10/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 228 nuovi contagi. Invariato il numero dei ricoveri in Rianimazione

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,00 di oggi, mercoledì 27 ottobre l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

27/10/2021 

Sanità

Scuola, in Piemonte 21 focolai Covid e 185 classi in quarantena. Più colpiti i ragazzi dagli 8 agli 11 anni

Dal monitoraggio condotto dalla Regione Piemonte, nella settimana dal 18 al 24 ottobre, la situazione del […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy