21/06/2016

Cronaca

Processo Olivetti: le parti civili chiedono sei milioni di euro per le presunte morti per amianto

Ivrea

/
CONDIVIDI

Cinque milioni di euro che vanno ad aggiungersi al milione e centomila euro chiesti come risarcimento dal Comune di Ivrea e dalla Città Metropolitana che si sono costituite parte civile nel processo penale per le sospette morti per amianto negli stabilimenti Olivetti di Ivrea. In totale sono oltre sei milioni di euro. Nell’udienza che si è svolta questa mattina in tribunale a Ivrea, i legali che rappresentano le famiglie di cinque dipendenti già deceduti e quelli dei due ancora in vita, hanno chiesto complessivamente cinque milioni di euro di risarcimento.

Laura D’Amico, l’avvocato che rappresenta le famiglie su incarico della Fiom-Cgil ha affermato a margine dell’udienza è che l’organizzazione  aziendale, al di là degli organigrammi formali, era di tipo assolutamente verticistico. Ergo: per l’avvocato le responsabilità riguardo anche alla sicurezza erano in capo ai massimi vertici erano in capo, che dunque vanno ritenuti direttamente responsabili: non a caso, nessuno dei dirigenti di livello inferiore, come ad esempio i direttori di stabilimento, è imputato in questo processo”.

La sentenza del procedimento penale, che riguarda la morte di tredici persone per la presunta e prolungata esposizione all’amianto, nel periodo compreso tra gli anni ’70 e ’90, si attende per il mese di luglio. La procura di Ivrea ha chiesto condanne, tra gli altri imputati, anche per Carlo Debenedetti (che si dichiara estraneo alla vicenda), Franco Debenedetti e l’ex ministro Corrado Passera.

Dov'è successo?

19/10/2021 

Cultura

Salone del Libro di Torino, a Chivasso assegnato il premio nazionale “Nati per leggere”

Il progetto della biblioteca civica Movimente di Chivasso, denominato “Una rete di biblioteche in un mare […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 245 i nuovi contagi. Quattro i decessi. Effettuati oltre 60mila tamponi

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, martedì 19 ottobre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Cronaca

Pont Canavese, chiude la casa di riposo. A fine anno 15 dipendenti rimarranno senza lavoro

Dal prossimo 1° gennaio 2022 la casa di riposo di Pont Canavese chiuderà definitivamente i battenti […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Sanità

Asl T04: la qualità della Radioterapia e della Fisica Sanitaria è riconosciuta a livello nazionale

La Fisica Sanitaria e la Radioterapia dell’Asl T04, dirette rispettivamente dal dottor Massimo Pasquino e dalla […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Cronaca

Borgofranco d’Ivrea e Vistrorio in lutto per la morte a 65 anni dell’ex assessore Giuliano Musto

Borgofranco d’Ivrea e Vistrorio: due comunità in lutto per l’improvvisa scomparsa di Giuliano Musto, 65 anni, […]

leggi tutto...

19/10/2021 

Cronaca

Previsioni meteo: peggiora il clima. In arrivo piogge e acquazzoni anche in Piemonte e in Canavese

Queste le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it Il culmine del periodo anticiclonico si verificherà tra […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy