15/06/2016

Cronaca

Incendio Darkem: trovate in azienda tracce di sostanze esplosive. Prende piede la pista del dolo

Scarmagno

/
CONDIVIDI

Il mistero che avvolge il disastro della Darkem, inizia a diradarsi: dai primi risultati emersi dagli accertamenti compiuti dai tecnici dei Vigili del Fuoco di Roma, pare che all’interno dell’azienda Darkem di Scarmagno che due settimane fa è stata devastata da alcune esplosioni e da un furioso incendio, si trovassero sostanze pirotecniche in ingente quantità. Nella fattispecie all’interno dello stabilimento erano presenti sostanze che, se miscelate, divengono altamente esplosive.

Si inizia a fare luce sulle cause che hanno provocato il tragico rogo che ha provocato il ferimento di 14 persone tra vigili del fuoco, carabinieri, agenti di polizia, civili e provocato danni per milioni di euro ad una decina di aziende vicine. Sebbene gli accertamenti siano ancora in corso, a giorni la procura di Ivrea che sta indagando sulle cause che hanno innescato incendio ed esplosioni, dovrebbe avere in mano elementi tali da iniziare ad avere le idee più chiare sulla vicenda.

Al momento si continua a non escludere nessuna ipotesi, anzi, quella dell’incendio doloso sembra essere la più probabile. Dal canto suo il Comune di Scarmagno ha consegnato ai carabinieri tutti i faldoni relativi all’azienda riguardanti gli ultimi anni. Nel mirino degli investigatori è l’accertamento delle autorizzazioni delle quali l’azienda doveva essere munita per esercitare l’attività imprenditoriale.

Tra l’altro sembra che il Comune provvederà a presentare in procura un’altra denuncia nei confronti dei titolari della Darkem, perchè quest’ultima non avrebbe rispettato l’ordinanza, emessa la scorsa settimana, che prescriveva la messa in sicurezza dello stabilimento che ha preso fuoco e la bonifica dell’area interessata dal disastro. E’ molto probabile che, nei prossimi giorni, emergano altre eclatanti novità,

Dov'è successo?

26/01/2022 

Cronaca

Carceri: su 4mila detenuti oltre mille sono stati positivi al Covid. Il garante: “Sistema inadeguato”

“Su 3.700 posti e una presenza reale di oltre 4.000 persone, sono stati più di 1.000 […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Sanità

Covid in Piemonte, contagi stabili: oggi sono oltre 14 mila. 12 i decessi e oltre 17mila i guariti

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 16,30 di oggi, mercoledì 26 gennaio, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Smog: torna il semaforo verde nei comuni di Chivasso, Ciriè, Poirino, Rivarolo e San Maurizio

Da domani, giovedì 27 gennaio fino a venerdì 28, giorno in cui Arpa verificherà il perdurare dei fenomeni di […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Il ciclista Bernal grave dopo un incidente: Claudio Leone: “Ti aspettiamo per la tappa del Giro”

È stabile ma ancora in gravi condizioni di salute il campione di ciclismo colombiano che nella […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Ivrea: nascondevano in casa oltre mezzo chilogrammo di droga. In manette un italiano e una colombiana

Nei giorni scorsi il personale del Commissariato di Ivrea nel corso di un’operazione di polizia giudiziaria […]

leggi tutto...

26/01/2022 

Cronaca

Previsioni del tempo: fine settimana di maltempo al Centro-Sud. Da domenica, però, tornerà il bel tempo

Ecco le previsioni del tempo elaborate dal centrometeoitaliano.it Tutti i principali modelli mostrano una blanda saccatura […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy