Formazione a Rivarolo Canavese: Cristina Ghiringhello è il nuovo direttore generale del Ciac

03/09/2020

CONDIVIDI

Tutti i docenti sono pronti a gestire i distanziamenti e l’eventuale didattica online. I laboratori delle sedi sono attrezzati con ampi spazi, oltreché di dotazioni tecnologiche all’avanguardia

Cristina Ghiringhello, classe ‘73, dal 1° settembre 2020 è il nuovo Direttore Generale di Ciac. Sicurezza e partnership sempre più stretta tra imprese e mondo della formazione le parole chiave di questo inizio anno formativo. Già Direttrice di Confindustria Canavese dal 2014 è nel Consiglio di Amministrazione di Ciac da quasi 4 anni; ha due figli, Caterina di 15 anni che quest’anno frequenterà il 2° anno di liceo e Leonardo di 4 anni che riprenderà a breve la scuola materna.

Come mamma Cristina Ghiringhello sa quanto sia importante garantire la sicurezza degli spazi per consentire a chi frequenta la scuola di seguire le lezioni in totale serenità, assicurando che i protocolli siano rispettati affinché il trasferimento di competenze sia vissuto nel modo più disteso possibile. Tutti i docenti Ciac sono pronti a gestire i distanziamenti e l’eventuale didattica online. I laboratori delle sedi sono attrezzati con ampi spazi, oltreché di dotazioni tecnologiche all’avanguardia. Il ruolo di Cristina Ghiringhello in Confindustria è anche motivo di un forte collegamento con le imprese.

“È un’integrazione necessaria e un’opportunità importante per i ragazzi che scelgono il loro percorso formativo e che hanno la prospettiva di trovare più facilmente sbocchi professionali. È importante in questo contesto favorire anche lo sviluppo dell’autoimprenditorialità nei giovani e dare la possibilità al loro potenziale di esprimersi, affinché ognuno di loro possa aspirare ad un futuro lavorativo in cui poter sviluppare un proprio progetto. Un’attenzione particolare da parte dell’agenzia formativa è riservata non solo a chi si troverà ad affrontare per la prima volta il mondo del lavoro, ma anche a chi intende aggiornare le proprie competenze o a ricollocarsi sul mercato stesso”.

Giovanni Trione, presidente di Ciac da oltre 20 anni e Past President di Confindustria Canavese crede nell’educazione dei giovani e nella nascita di nuovi imprenditori. “Ritengo sia indispensabile che gli imprenditori e quindi Confindustria si impegnino nel progettare, finanziare e supportare in ogni modo l’educazione e la formazione dei giovani per lo sviluppo di conoscenze e competenze e per trasmettere loro la bellezza di fare impresa”.

Leggi anche

18/09/2020

Ospedale di Ivrea, il Nursind: “L’ospedale è vecchio e non idoneo a fronteggiare emergenze”

Il Nursind, il sindacato delle professioni infermieristiche torna sullo scottante tema delle criticità strutturali degli ospedali […]

leggi tutto...

18/09/2020

Castellamonte: auto sbanda e finisce nella scarpata. In ospedale due giovani di 21 e 15 anni

Due ragazzi di 21 e 15 anni sono rimasti feriti in un incidente stradale che ha […]

leggi tutto...

18/09/2020

Coronavirus in Piemonte: torna a crescere il numero dei contagiati (+127). Nessun decesso. 83 i guariti

Coronavirus in Piemonte: torna a crescere il numero dei contagiati (+127). Nessun decesso. 83 i guariti. […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy