21/06/2018

Lavoro

Fallimento Comital: presidio di dipendenti e sindacati davanti ai cancelli del tribunale

CONDIVIDI

Il futuro è più che incerto per i 110 dipendenti della Comital di Volpiano che, nei giorni scorsi stata dichiarata fallita dal tribunale di Ivrea. L’interessamento dell’assessorato al Lavoro dellaa Regione Piemonte, l’annuncio che due cordate di imprenditori erano interessate all’acquisizione dell’azienda avevano di fatto allontanato lo spettro della disoccupazione rendendo meno amara la cassa integrazione straordinaria erogata fino al prossimomese di novembre.

Nella mattinata di giovedì 21 giugno i lavoratori hanno allestito un presidio davanti al tribunale di Ivrea per protestare contro la decisione assunta dai giudici. La preoccupazione, nel volgere di pochi giorni ,si è trasformata in disperazione. In un volantino la Fiom-Cgil evidenzia come il fallimento non consenta di mantenere in attività l’azienda e priva i 110 dipendenti della cassa integrazione concessa fino a novembre. In questo esasperante contesto le organizzazioni sindacali richiedono con insistenza alla magistratura di riconsiderare la sentenza emessa e alle istituzioni un maggiore impegno (che l’assessore Gianna Pentenero ha già promesso).

C’è da dire che la decisione dei giudici è stata motivata dal fatto che nessun acquirente ha bussato alla porta della proprietà: l’opzione di acquisto scadeva lo scorso 6 giugno. Il presidente del tribunale di Ivrea Vincenzo Bevilacqua ha ricevuto insieme al curatore fallimentare, una delegazione di dipendenti e funzionari sindacali che hanno espresso tutta la loro preoccupazione per una vicenda che sembrava quasi risolta e che si concluderà con il licenziamento collettivo.

Federico Bellono segretario provinciale della Fiom-Cgil e Julia Vermena responsabile per la Fiom della Comital illustrano un quadro realistico e decisamente fosco: dato per certo che idipendenti rischiano di rimanere senza lavoro e conseguentemente senza reddito. Una situazione drammatica che richiede il massimo urgente impegno della Regione Piemonte e del nuovo Governo.

Per il prossimo venerdì 29 giugno, alle 10,00 è stata indetta un’assemblea davanti ai cancelli della Comital aperta ai sindaci, ai parlamentari piemontesi e alle istituzioni locali per evitare che si consumi una vera e propria tragedia sociale.

Dov'è successo?

22/09/2021 

Cronaca

Forno Canavese: uccise il compagno per difendersi durante una lite. Assolta in Appello per legittima difesa

Era accusata di aver ucciso il compagno: i giudici della Corte di Assise di Appello di […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Sanità

Covid in Piemonte: oggi 278 nuovi contagi e due decessi. In calo i ricoveri nei reparti ordinari

LA SITUAZIONE DEI CONTAGI IN PIEMONTE Alle 17,30 di oggi, martedì 22 settembre, l’Unità di Crisi […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Cronaca

Canavese: in farmacia prenotazioni ambulatoriali, ritiro dei referti e pagamento ticket

Nei prossimi giorni in 1.600 farmacie piemontesi sarà possibile prenotare le prestazioni ambulatoriali attraverso il Cup […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Sanità

Covid in Piemonte, monitoraggio nelle scuole in tutta la regione: 4 focolai e 74 classi in quarantena

Sono ad oggi 4 i focolai di Covid nelle scuole del Piemonte: uno in un nido […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Cronaca

Partono i lavori per allargare la strada provinciale 1 “delle Valli di Lanzo” in frazione Voragno a Ceres

Proseguono gli interventi in sinergia tra Città metropolitana di Torino e le due Unioni Montane presenti […]

leggi tutto...

22/09/2021 

Cronaca

Rocca Canavese: i carabinieri sequestrano armi detenute illegalmente. Due arresti

A Rocca Canavese e Nole, i carabinieri della Stazione di Leinì, in collaborazione con i colleghi […]

leggi tutto...
made with by dsweb.lab | Privacy Policy